MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - DECRETO 25 Settembre 2007, n. 185 - Istituzione e modalita' di funzionamento del registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), costituzione e funzionamento di un centro di coordinamento per l'ottimizzazione delle attivita' di competenza dei sistemi collettivi e istituzione del comitato d'indirizzo sulla gestione dei RAEE, ai sensi degli articoli 13, comma 8, e 15, comma 4, del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 151. (GU n. 257 del 5-11-2007 | Architetto.info

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE – DECRETO 25 Settembre 2007, n. 185 – Istituzione e modalita’ di funzionamento del registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), costituzione e funzionamento di un centro di coordinamento per l’ottimizzazione delle attivita’ di competenza dei sistemi collettivi e istituzione del comitato d’indirizzo sulla gestione dei RAEE, ai sensi degli articoli 13, comma 8, e 15, comma 4, del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 151. (GU n. 257 del 5-11-2007

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - DECRETO 25 Settembre 2007, n. 185 - Istituzione e modalita' di funzionamento del registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), costituzione e funzionamento di un centro di coordinamento per l'ottimizzazione delle attivita' di competenza dei sistemi collettivi e istituzione del comitato d'indirizzo sulla gestione dei RAEE, ai sensi degli articoli 13, comma 8, e 15, comma 4, del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 151. (GU n. 257 del 5-11-2007 )

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

DECRETO 25 Settembre 2007 , n. 185

Istituzione e modalita’ di funzionamento del registro nazionale dei
soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei
rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE),
costituzione e funzionamento di un centro di coordinamento per
l’ottimizzazione delle attivita’ di competenza dei sistemi collettivi
e istituzione del comitato d’indirizzo sulla gestione dei RAEE, ai
sensi degli articoli 13, comma 8, e 15, comma 4, del decreto
legislativo 25 luglio 2005, n. 151.

IL MINISTRO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE
di concerto con
IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
e
IL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, ed in
particolare la parte quarta, relativa alla gestione dei rifiuti;
Visto il decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 151, recante
“Attuazione delle direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE
relative alla riduzione dell’uso di sostanze pericolose nelle
apparecchiature elettriche ed elettroniche nonche’ allo smaltimento
dei rifiuti”;
Visto in particolare l’articolo 14 del citato decreto legislativo
n. 151 del 2005, che prevede l’istituzione, presso il Ministero
dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, del Registro
nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di
gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche;
Visti gli articoli 13, comma 8, e 15, comma 4, del citato decreto
legislativo n. 151 del 2005, che prevedono che con decreto del
Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio, di concerto con
i Ministri dello sviluppo economico e dell’economia e finanze,
sentita la Conferenza unificata, siano definite le modalita’ di
funzionamento del Registro di cui all’articolo 14 del medesimo
decreto, le modalita’ di iscrizione allo stesso e di comunicazione
delle informazioni, nonche’ le modalita’ di costituzione e di
funzionamento di un centro di coordinamento per l’ottimizzazione
delle attivita’ di competenza dei sistemi collettivi, e sia istituito
il comitato d’indirizzo sulla gestione dei RAEE, definendone la
composizione ed il funzionamento;
Visto l’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Sentito il parere della Conferenza unificata Stato regioni, citta’
e autonomie locali, espresso nella seduta del 31 maggio 2007;
Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla Sezione
consultiva per gli atti normativi nell’adunanza del 7 agosto 2007;
Vista la comunicazione al Presidente del Consiglio dei Ministri, ai
sensi della citata legge n. 400 del 1988, effettuata con la nota del
7 agosto 2007, n. UL/2007/7406.

A d o t t a
il seguente regolamento:
Art. 1.

Istituzione del Registro e struttura organizzativa

1. E’ istituito, presso il Ministero dell’ambiente e della tutela
del territorio e del mare, il Registro nazionale dei soggetti
obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di
apparecchiature elettriche ed elettroniche, di seguito denominati
RAEE, di cui all’articolo 14 del decreto legislativo 25 luglio 2005,
n. 151.
2. Sono tenuti ad iscriversi al Registro i produttori di
apparecchiature elettriche ed elettroniche, come definiti
all’articolo 3, comma 1, lettera m), del decreto legislativo
25 luglio 2005, n. 151.
3. Il Registro contiene una sezione recante le seguenti
informazioni:
a) i dati comunicati dai soggetti obbligati all’atto
dell’iscrizione al Registro presso la Camera di commercio, ai sensi
dell’articolo 14, comma 2, del decreto legislativo 25 luglio 2005, n.
151;
b) i dati comunicati dai soggetti obbligati ai sensi
dell’articolo 13, commi 6 e 7 del decreto legislativo 25 luglio 2005,
n. 151.
4. Il Registro contiene inoltre una sezione dedicata ai sistemi
collettivi o misti istituiti per il finanziamento della gestione dei
RAEE di cui agli articoli 10, comma 1, 11, comma 1 e 12, comma 4, del
decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 151, nella quale e’ riportato
l’elenco dei predetti sistemi nonche’ le informazioni di cui
all’articolo 7, comma 1.

Avvertenza:

Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia, ai sensi
dell’art. 10, comma 3, del testo unico delle disposizioni
sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle
pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge
alle quali e’ operato il rinvio. Restano invariati il
valore e l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti.

Note alle premesse:

– Il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante
�Norme in materia ambientale� e’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale 14 aprile 2006, n. 88, supplemento ordinario.
– Si riporta il testo degli articoli 13, 14 e 15 del
decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 151 (Attuazione
della direttiva 2002/95/CE, della direttiva 2002/96/CE e
della direttiva 2003/108/CE, relative alla riduzione
dell’uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature
elettriche ed elettroniche, nonche’ allo smaltimento dei
rifiuti), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 29 luglio
2005, n. 175, supplemento ordinario.
�Art. 13 (Obblighi di informazione) – 1. Il produttore
di apparecchiature elettriche ed elettroniche fornisce,
all’interno delle istruzioni per l’uso delle stesse,
adeguate informazioni concernenti:
a) l’obbligo di non smaltire i RAEE come rifiuti
urbani e di effettuare, per detti rifiuti, una raccolta
separata;
b) i sistemi di raccolta dei RAEE, nonche’ la
possibilita’ di riconsegnare al distributore
l’apparecchiatura all’atto dell’acquisto di una nuova;
c) gli effetti potenziali sull’ambiente e sulla
salute umana dovuti alla presenza di sostanze pericolose
nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche o ad un
uso improprio delle stesse apparecchiature o di parti di
esse;
d) il significato del simbolo riportato nell’allegato
4;
e) le sanzioni previste in caso di smaltimento
abusivo di detti rifiuti.
2. Nel caso in cui, tenuto conto della tipologia
dell’apparecchiatura elettrica ed elettronica, non e’
prevista la fornitura delle istruzioni, le informazioni di
cui al comma 1 sono fornite dal distributore presso il
punto di vendita mediante opportune pubblicazioni o
l’esposizione di materiale informativo.
3. Fatte salve le disposizioni vigenti in materia di
segreto industriale, il produttore di apparecchiature
elettriche ed elettroniche mette a disposizione dei centri
di reimpiego, degli impianti di trattamento e di
riciclaggio, in forma cartacea o elettronica o su supporto
elettronico, le informazioni in materia di reimpiego e di
trattamento per ogni tipo di nuova apparecchiatura immessa
sul mercato, entro un anno dalla stessa immissione. Dette
informazioni indicano i diversi componenti e materiali
delle apparecchiature elettriche ed elettroniche, nonche’
il punto in cui le sostanze e i preparati pericolosi si
trovano all’interno delle apparecchiature stesse, nella
misura in cui cio’ e’ necessario per consentite ai centri
di reimpiego ed agli impianti di trattamento e di
riciclaggio di uniformarsi alle disposizioni del presente
decreto.
4. Le apparecchiature elettriche ed elettroniche
rientranti nel campo di applicazione del presente decreto,
poste sul mercato a decorrere dal 13 agosto 2005,
riportano, a cura e sotto la responsabilita’ del
produttore, in modo chiaro, visibile ed indelebile, una
indicazione che consenta di identificare lo stesso
produttore e il simbolo riportato all’allegato 4. Detto
simbolo indica, in modo inequivocabile, che
l’apparecchiatura e’ stata immessa sul mercato dopo il
13 agosto 2005 e che deve essere oggetto di raccolta
separata. Con decreto del Ministro dell’ambiente e della
tutela del territorio, di concerto con il Ministro delle
attivita’ produttive, sono definite, in conformita’ alle
disposizioni comunitarie, le modalita’ per
l’identificazione del produttore.
5. Nel caso in cui l’apposizione del il simbolo di cui
al comma 4 sia resa impossibile dalle dimen…

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE – DECRETO 25 Settembre 2007, n. 185 – Istituzione e modalita’ di funzionamento del registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), costituzione e funzionamento di un centro di coordinamento per l’ottimizzazione delle attivita’ di competenza dei sistemi collettivi e istituzione del comitato d’indirizzo sulla gestione dei RAEE, ai sensi degli articoli 13, comma 8, e 15, comma 4, del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 151. (GU n. 257 del 5-11-2007

Architetto.info