MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - DELIBERAZIONE 26 gennaio 2009 | Architetto.info

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE – DELIBERAZIONE 26 gennaio 2009

MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - DELIBERAZIONE 26 gennaio 2009 - Esecuzione della decisione di assegnazione delle quote di CO2 agli impianti di combustione supplementari o a parti supplementari di impianti di combustione, per il periodo 2008-2012, in osservanza al nulla osta della commissione europea. (Deliberazione n. 1/2009). (GU n. 30 del 6-2-2009 )

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

DELIBERAZIONE 26 gennaio 2009

Esecuzione della decisione di assegnazione delle quote di CO2 agli
impianti di combustione supplementari o a parti supplementari di
impianti di combustione, per il periodo 2008-2012, in osservanza al
nulla osta della commissione europea. (Deliberazione n. 1/2009).

IL PRESIDENTE
del Comitato nazionale di gestione
e attuazione della direttiva 2003/87/CE

Visto:
il decreto interministeriale, 28 febbraio 2008, di approvazione
della Decisione di assegnazione delle quote di CO2 per il periodo
2008-2012 e relativi allegati, pubblicato nel supplemento ordinario
alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 291 del 13
dicembre 2008 – serie generale;
la deliberazione n. 020/2008 del 27 novembre 2008 di questo
Comitato pubblicata nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 291 del 13 dicembre 2008 – serie
generale e recante l’esecuzione della decisione di assegnazione delle
quote di CO2 agli impianti per il periodo 2008-2012, elaborata ai
sensi dell’art. 8, comma 2, lettera c) del decreto legislativo 4
aprile 2006, n. 216 e successive modifiche ed integrazioni, in
osservanza al nulla osta della Commissione europea;
in particolare, il sesto paragrafo della sopra citata
deliberazione che stabilisce che con successiva deliberazione di
questo Comitato e previa acquisizione del nulla osta da parte della
Commissione europea, saranno assegnate per il periodo 2008-2012 e
rilasciate per l’anno 2008 agli impianti di combustione supplementari
o a parti supplementari di impianti di combustione, 7,116573 milioni
di tonnellate di quote per anno;
la comunicazione della Commissione europea del 30 maggio 2008 in
cui la commissione afferma di aver constatato che le informazioni di
base utilizzate per determinare il quantitativo proposto di quote di
emissione da assegnare con le revisioni agli «impianti di combustione
supplementari» non risulta sia stato debitamente comprovato e
verificato attraverso una verifica indipendente;
la comunicazione di questo Comitato alla Commissione europea del
18 settembre 2008 con cui lo stesso si impegnava a richiedere la
verifica indipendente delle informazioni di base utilizzate per
determinare il quantitativo proposto di quote di emissione da
assegnare con le revisioni agli «impianti di combustione
supplementari».
la lettera della Commissione europea del 19 gennaio 2009 che, a
seguito delle verifiche effettuate sulle assegnazioni agli impianti
supplementari o parti supplementari di impianti di combustione, ne ha
verificato la conformita’ con i requisiti dell’art. 2, paragrafo 3,
della decisione della commissione sul piano di assegnazione adottato
dall’Italia del 15 maggio 2007;
Su proposta della segreteria tecnica del Comitato.

Delibera:

1. Conformemente al nulla osta della Commissione europea di cui
alla lettera del 19 gennaio 2009 e’ data esecuzione alla decisione di
assegnazione delle quote di CO2 agli impianti per il periodo
2008-2012, elaborata ai sensi dell’art. 8, comma 2, lettera c) del
decreto legislativo 4 aprile 2006, n. 216 e successive modifiche e
integrazioni, per la parte riguardante l’assegnazione per il periodo
2008-2012 di 7,116573 milioni di quote di CO2 medie per anno ed il
rilascio delle quote assegnate per l’anno 2008.
2. La quantita’ di cui al comma 1 e’ assegnata per il periodo
2008-2012 e rilasciata per l’anno 2008 a ciascuno dei gestori degli
impianti regolati dal decreto legislativo 4 aprile 2006, n. 216 e
successive modificazioni, conformemente a quanto riportato in
allegato alla presente deliberazione che ne costituisce parte
integrante e sostanziale. La quantita’ di cui al presente comma e’ da
intendersi come addizionale rispetto a quanto assegnato e rilasciato
ai sensi della deliberazione n. 20/2008.
3. Contestualmente all’invio della dichiarazione relativa alle
attivita’ ed alle emissioni dell’impianto di cui all’art. 15, comma 5
del decreto legislativo 4 aprile 2006, n. 216 e successive modifiche
ed integrazioni, dovuta per l’anno 2008, ciascuno dei gestori di cui
al comma 2 provvede ad inviare a questo Comitato l’attestato di
verifica di cui all’art. 16 del citato decreto legislativo relativo
alle informazioni trasmesse ai sensi della deliberazione n. 25/2007.
4. L’amministratore del registro di cui all’art. 14 del decreto
legislativo 4 aprile 2006, n. 216 e successive modificazioni provvede
all’iscrizione nel Registro nazionale delle emissioni e delle quote
di emissione, delle quote assegnate e rilasciate secondo il comma 2 e
3.
5. I corrispettivi previsti dall’art. 26 del decreto legislativo 4
aprile 2006, n. 216 e successive modifiche e integrazioni sono
versati in occasione del rilascio delle quote per l’anno 2010.
6. La presente deliberazione e’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 26 gennaio 2009

Il presidente: Clini

Allegato

—-> Vedere Allegato da pag. 35 a pag. 37 <----

MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE – DELIBERAZIONE 26 gennaio 2009

Architetto.info