MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI | Architetto.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 27 febbraio 2002: Recepimento della direttiva 2001/43/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 giugno 2001, che modifica la direttiva 92/23/CEE del Consiglio relativa ai pneumatici dei veicoli a motore e dei loro rimorchi nonche' al loro montaggio. (GU n. 61 del 13-3-2002)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 27 febbraio 2002

Recepimento della direttiva 2001/43/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 27 giugno 2001, che modifica la direttiva 92/23/CEE del
Consiglio relativa ai pneumatici dei veicoli a motore e dei loro
rimorchi nonche’ al loro montaggio.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
Visto l’art. 229 del nuovo codice della strada approvato con
decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 18 maggio
1992 che delega i Ministri della Repubblica a recepire, secondo le
competenze loro attribuite, le direttive comunitarie afferenti a
materie disciplinate dallo stesso codice;
Visto l’art. 71 del nuovo codice della strada che ai commi 2, 3 e 4
stabilisce la competenza del Ministro dei trasporti e della
navigazione, nel frattempo divenuto Ministro delle infrastrutture e
dei trasporti, a decretare in materia di norme costruttive e
funzionali dei veicoli a motore e dei loro rimorchi ispirandosi al
diritto comunitario;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione 8
maggio 1995, di recepimento delle direttive 92/53/CEE e 93/81/CEE
concernenti il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri
relative all’omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi,
pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 148
del 27 giugno 1995, come da ultimo modificato dal decreto del
Ministro dei trasporti e della navigazione 13 maggio 1999, di
recepimento della direttiva 98/91/CE, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 133 del 9 giugno 1999 e che di seguito verra’ indicato
come “decreto sulla omologazione CE”;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione 30
marzo 1994, di attuazione della direttiva 92/23/CEE del Consiglio
relativa ai pneumatici dei veicoli a motore e dei loro rimorchi
nonche’ al loro montaggio, pubblicato nel supplemento ordinario alla
Gazzetta Ufficiale n. 99 del 30 aprile 1994;
Visto il decreto del Ministro per i trasporti e l’aviazione civile
5 agosto 1974, di recepimento della direttiva 70/157/CE relativa al
livello sonoro ammissibile ed al dispositivo di scappamento,
pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 251
del 26 settembre 1974, come da ultimo modificato dal decreto del
Ministro dei trasporti e della navigazione 13 aprile 2000, di
recepimento della direttiva 1999/101/CE, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 110 del 13 maggio 2000;
Vista la direttiva 2001/43/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 27 giugno 2001, che modifica la direttiva 92/23/CEE
relativa ai pneumatici dei veicoli a motore e dei loro rimorchi
nonche’ al loro montaggio, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale delle
Comunita’ europee n. L 211 del 4 agosto 2001;
A d o t t a
il seguente decreto:
Art. 1.
1. Il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione 30
marzo 1994, di attuazione della direttiva 92/23/CEE, e’ modificato
come segue:
a) i termini “omologazione CEE del componente” ed “omologazione
CEE” sono sostituiti dal termine “omologazione CE”;
b) la lettera b), del comma 1, dell’art. 1 e’ sostituita dalla
seguente:
“b) per “pneumatico : qualsiasi pneumatico nuovo, inclusi quelli
invernali predisposti con fori per la chiodatura, montato all’origine
o di ricambio, destinato ad essere installato sui veicoli per i quali
si applica il “decreto sulla omologazione CE . Sono esclusi da questa
definizione i pneumatici da neve chiodati”;
c) l’art. 2 e’ sostituito dal seguente:
“Art. 2. – 1. E’ consentito il rilascio dell’omologazione CE, alle
condizioni fissate nell’allegato I, ai tipi di pneumatici in possesso
dei requisiti di cui all’allegato II ed e’ attribuito un numero di
omologazione secondo quanto specificato nell’allegato I.
2. E’ consentito il rilascio dell’omologazione CE, alle condizioni
fissate nell’allegato I, ai tipi di pneumatici, per quanto riguarda
il rumore prodotto dal contatto dei pneumatici con il rivestimento
stradale, in possesso dei requisiti di cui all’allegato V ed e’
attribuito un numero di omologazione secondo quanto specificato
nell’allegato I.
3. E’ consentito il rilascio dell’omologazione CE, per quanto
riguarda i pneumatici, alle condizioni fissate nell’allegato III, ai
veicoli i cui pneumatici, compreso l’eventuale pneumatico di scorta,
posseggono i requisiti dell’allegato II nonche’ quelli relativi ai
veicoli di cui all’allegato IV ed e’ assegnato un numero di
omologazione come specificato nell’allegato III.
4. E’ consentito il rilascio dell’omologazione nazionale, per
quanto riguarda i pneumatici, ai veicoli i cui pneumatici, compreso
l’eventuale pneumatico di scorta, posseggono i requisiti
dell’allegato II, recano il numero di omologazione secondo quanto
specificato nell’allegato I e soddisfano le prescrizioni contenute
negli allegati III e IV.”;
d) l’art. 3 e’ sostituito dal seguente:
“Art. 3. – 1. I requisiti di cui all’allegato V si applicano ai
pneumatici destinati ad essere installati sui veicoli utilizzati per
la prima volta dal 1 ottobre 1980 in poi.
2. I requisiti di cui all’allegato V non si applicano ai:
a) pneumatici di categorie di velocita’ inferiori a 80 km/h;
b) pneumatici il cui diametro nominale del cerchio e’ inferiore o
uguale a 254 mm (o codice 10) o uguale o superiore a 635 mm (codice
25);
c) pneumatici di scorta provvisori di tipo T quali definiti al
punto 2.3.6 dell’allegato II;
d) pneumatici progettati unicamente per essere montati sui
veicoli immatricolati per la prima volta in data precedente al 1
ottobre 1980.”;
e) il primo periodo del comma 2 dell’art. 4 e’ sostituito dal
seguente: “Qualora si accerti che pneumatici contrassegnati dal
marchio di omologazione di cui al punto 4 dell’allegato I, che ne
attesta la conformita’, o veicoli omologati ai sensi del presente
decreto non sono conformi al tipo omologato, il Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti adotta i provvedimenti necessari per
garantire la conformita’ degli esemplari prodotti.”;
f) l’elenco degli allegati di cui all’art. 5 e gli allegati sono
modificati conformemente all’allegato al presente decreto.

Art. 2.
1. A decorrere dal 4 febbraio 2003, non e’ consentito, per motivi
riguardanti i pneumatici ed il loro montaggio sui veicoli nuovi:
a) rifiutare l’omologazione CE o l’omologazione nazionale per un
tipo di veicolo o di pneumatico, e
b) vietare l’immatricolazione, la vendita o la immissione in
circolazione dei veicoli nonche’ la vendita o la immissione in
circolazione o l’utilizzazione di pneumatici, se i veicoli o i
pneumatici sono conformi alle prescrizioni stabilite nel decreto del
Ministro dei trasporti e della navigazione 30 marzo 1994 come
modificato dal presente decreto.
2. A decorrere dal 4 agosto 2003, non e’ consentito rilasciare
omologazioni CE ed omologazioni nazionali ai tipi di pneumatico
compresi nel campo di applicazione del presente decreto che non siano
conformi alle prescrizioni stabilite dal decreto del Ministro dei
trasporti e della navigazione 30 marzo 1994 come modificato dal
presente decreto.
3. A decorrere dal 4 febbraio 2004 non e’ consentito rilasciare ne’
l’omologazione CE ne’ l’omologazione nazionale di un tipo di veicolo
per motivi riguardanti i pneumatici ed il loro montaggio se i
requisiti del decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione
30 marzo 1994 come modificato dal presente decreto non sono
rispettati.
4. A decorrere dal 4 febbraio 2005:
a) non sono considerati validi i certificati di conformita’ che
accompagnano i veicoli nuovi a norma del “decreto sulla omologazione
CE” ai fini dell’art. 7, comma 1, del medesimo, se i requisiti del
decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione 30 marzo 1994
come modificato dal presente decreto non sono rispettati, e
b) non e’ consentita l’immatricolazione, la vendita, o
l’immissione in circolazione di veicoli nuovi che non rispettano i
requisiti del decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione
30 marzo 1994 come modificato dal presente decreto.
5. A decorrere dal 1 ottobre 2009 le prescrizioni del decreto del
Ministro dei trasporti e della navigazione 30 marzo 1994 come
modificato dal presente decreto sono applicabili, ai fini dell’art.
7, comma 2, del “decreto sulla omologazione CE”, ai pneumatici
compresi nel campo di applicazione del presente decreto, tranne
quelli delle classi C1d e C1e, ai quali si applicano,
rispettivamente, dal 1 ottobre 2010 e dal 1 ottobre 2011.

Art. 3.
1. L’allegato al presente decreto ne costituisce parte integrante.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 27 febbraio 2002
Il Ministro: Lunardi

Allegato

—-> Vedere allegato da pag. 36 a pag. 54 in formato zip

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Architetto.info