MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI | Architetto.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 11 ottobre 2001: Determinazione delle misure dei canoni relativi alle concessioni demaniali marittime concernenti la cantieristica. (GU n. 91 del 18-4-2002)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 11 ottobre 2001

Determinazione delle misure dei canoni relativi alle concessioni
demaniali marittime concernenti la cantieristica.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI
di concerto con
IL MINISTRO DELL’ECONOMIA
E DELLE FINANZE

Visto l’art. 1, comma 9 della legge 24 dicembre 1993, n. 537;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante
“Riforma dell’organizzazione del Governo, a norma dell’art. 11 della
legge 15 marzo 1997, n. 59”;
Visto l’art. 3, comma 2, della legge 4 dicembre 1993, n. 494, di
conversione, con modificazioni, del decreto-legge 5 ottobre 1993, n.
400, recante “Disposizioni per la determinazione dei canoni relativi
a concessioni demaniali marittime”;
Visto l’art. 2 del decreto interministeriale in data 15 novembre
1995, emanato in attuazione del citato art. 3, comma 2, con il quale
a decorrere dal 1 gennaio 1994 sono stati determinati i canoni
relativi alle concessioni demaniali marittime;
Visto l’art. 8 della legge 28 dicembre 1999, n. 522, in base al
quale le misure indicate nel decreto interministeriale 15 novembre
1995 non si applicano a quelle concessioni rilasciate prima del
1 gennaio 1994, alle imprese iscritte agli albi speciali di cui al
titolo IV della legge 14 giugno 1989, n. 234, e che inoltre operano
soltanto nel campo della costruzione e riparazione navale, e non
anche nel campo della manutenzione e della demolizione di mezzi di
trasporto aerei oltre che navali;
Visto il rilievo n. 44/II NAV del 14 luglio 2000 con il quale la
Corte dei conti ha fatto presente che alle concessioni per cantiere
navale rilasciate alle predette imprese non risultando applicabili le
misure previste nel decreto interministeriale del 15 novembre 1995,
le stesse comunque restano soggette alle disposizioni di cui all’art.
3, comma 2, della legge n. 494/1993 ritenendo pertanto necessario
procedere, in applicazione a tali disposizioni, all’emanazione di un
nuovo decreto interministeriale per la determinazione dei canoni per
tali fattispecie concessorie;
Decreta:
Art. 1.
I canoni relativi alle concessioni demaniali marittime, in corso di
validita’ al 1 gennaio 1994, rilasciate in favore delle imprese
iscritte agli albi speciali di cui al titolo IV della legge 14 giugno
1989, n. 234, e che operano soltanto nel campo della costruzione e
riparazione navale sono determinati nella misura stabilita nell’atto
formale di concessione fin tanto che i titoli concessori non giungono
a scadenza.

Art. 2.
Le misure di canone stabilite nei titoli concessori di cui all’art.
1 sono aggiornate a decorrere dal 1 gennaio 1994 ai sensi dell’art. 4
della legge 4 dicembre 1993, n. 494.

Art. 3.
Le misure di canone indicate nei precedenti articoli 1 e 2 non
potranno essere inferiori a L. 500.000 annue, relativamente agli anni
dal 1994 al 1999, a L. 506.500 per l’anno 2000, ed a lire 530.100 per
l’anno 2001, da sottoporre ad aggiornamenti annuali ai sensi
dell’art. 4 della legge 4 dicembre 1993, n. 494.
Il presente decreto sara’ trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione.
Roma, 11 ottobre 2001

Il Ministro delle infrastrutture
e dei trasporti
Lunardi
Il Ministro dell’economia
e delle finanze
Tremonti

Registrato alla Corte dei conti il 6 dicembre 2001
Ufficio di controllo atti Ministeri delle infrastrutture ed assetto
del territorio, registro n. 5, foglio n. 344

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Architetto.info