MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI | Architetto.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 23 dicembre 2002: Proroga dei termini previsti dall'art. 1 del decreto 2 agosto 2001, inerenti l'omologazione di barriere stradali di sicurezza. (GU n. 69 del 24-3-2003)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 23 dicembre 2002

Proroga dei termini previsti dall’art. 1 del decreto 2 agosto 2001,
inerenti l’omologazione di barriere stradali di sicurezza.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
Visto il decreto del Ministro dei lavori pubblici 18 febbraio 1992,
n. 223, con il quale e’ stato approvato il regolamento recante
istruzioni tecniche per la progettazione, l’omologazione e l’impiego
delle barriere stradali di sicurezza;
Visto l’art. 8 dello stesso decreto che prevede l’aggiornamento
periodico delle suddette istruzioni a cura del Ministero dei lavori
pubblici – Ispettorato generale per la circolazione e la sicurezza
stradale, sentito il Consiglio superiore dei lavori pubblici, in
rapporto all’esperienza maturata ed allo stato dell’arte;
Visto il decreto del Ministro dei lavori pubblici 15 ottobre 1996,
con il quale sono state aggiornate le istruzioni tecniche per la
progettazione, l’omologazione e l’impiego delle barriere stradali di
sicurezza;
Visto il decreto del Ministro dei lavori pubblici 3 giugno 1998,
che aggiorna ulteriormente le istruzioni tecniche dei sopracitati
decreti;
Visto il decreto del Ministro dei lavori pubblici 11 giugno 1999
che integra e modifica alcune disposizioni di carattere
amministrativo del decreto ministeriale 3 giugno 1998 ed apporta
alcuni aggiornamenti tecnici a talune disposizioni delle allegate
istruzioni;
Visto l’art. 3, comma 3, punto secondo del decreto 3 giugno 1998,
che prevede comunque l’acquisto di efficacia operativa delle
disposizioni di cui al decreto 18 febbraio 1992 decorsi diciotto mesi
dalla pubblicazione del medesimo decreto 3 giugno 1998, a prescindere
dall’avvenuta o meno pubblicazione delle circolari con le quali viene
resa nota l’avvenuta omologazione di almeno due tipi di barriera per
ciascuna destinazione e classe di cui al precedente art. 2;
Considerato che l’art. 4 del decreto 3 giugno 1998 prevede che, in
via transitoria, in attesa che le disposizioni del decreto 18
febbraio 1992, n. 223, acquistino efficacia operativa secondo i
termini di cui al citato art. 3, punto 3, del decreto 3 giugno 1998
medesimo, gli enti appaltanti possono richiedere, per la
partecipazione alle gare, le certificazioni delle prove eseguite in
conformita’ alle istruzioni tecniche allegate al suddetto decreto ed
ai relativi aggiornamenti;
Visto l’art. 3 del decreto 11 giugno 1999, che sostituisce il
suddetto termine di operativita’ di diciotto mesi previsto dall’art.
3, comma 3, punto secondo, del decreto 3 giugno 1998, con quello di
due anni dalla pubblicazione dello stesso decreto 11 giugno 1999;
Visto il decreto 2 agosto 2001 con il quale, constatate esigenze di
differimento del suddetto termine biennale e’ stato ulteriormente
differito il medesimo termine per l’operativita’ delle disposizioni
di cui al decreto 18 febbraio 1992, ad un anno dalla pubblicazione
dello stesso decreto 8 agosto 2001;
Viste le circolari 28 maggio 2002, n. 296/MOT, 29 maggio 2002, n.
401, 29 maggio 2002, n. 402 e 2 dicembre 2002, n. 3278, con le quali
e’ stata comunicata l’avvenuta omologazione di almeno due barriere
per le tipologie H2 bordo laterale, H3 bordo laterale, H4
spartitraffico e H1 bordo laterale e per le quali tipologie
l’operativita’ delle disposizioni di cui al decreto 18 febbraio 1992
scatta decorsi sei mesi dalla pubblicazione di ciascuna delle citate
circolari;
Considerato che permangono ancora esigenze di differimento del
termine di operativita’ delle disposizioni di cui al citato decreto
18 febbraio 1992, per le restanti tipologie di barriere, per le quali
non sono ancora state emanate le relative circolari e che pertanto si
rende necessario prorogare ulteriormente il termine di un anno
previsto dal su citato decreto 8 agosto 2001, al fine di consentire
agli enti appaltanti di continuare ad avvalersi, limitatamente a
dette tipologie, della facolta’ prevista dal regime transitorio di
cui al citato art. 4 del decreto 3 giugno 1998;
Decreta:
Art. 1.
Il termine di un anno previsto dall’art. 1 del decreto 2 agosto
2001 e’ sostituito con quello di un anno dalla pubblicazione del
presente decreto, unicamente con riferimento alle seguenti tipologie
di barriera: H4 bordo ponte, H3 spartitraffico, H3 bordo ponte, H2
bordo ponte, H2 spartitraffico, N2 bordo laterale, N2 spartitraffico,
N1 bordo laterale.

Art. 2.
Resta invariata ogni altra disposizione contenuta nel decreto del
Ministro dei lavori pubblici del 18 febbraio 1992, n. 223, nel
decreto del Ministro dei lavori pubblici del 3 giugno 1998 e nel
decreto del Ministro dei lavori pubblici 11 giugno 1999.

Art. 3.
Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo alla sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 23 dicembre 2002
Il Ministro: Lunardi
Registrato alla Corte dei conti l’11 febbraio 2003
Ufficio controllo atti Ministeri delle infrastrutture ed assetto del
territorio, registro n. 1 Infrastrutture e trasporti, foglio n. 76

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Architetto.info