MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 13 maggio 2002: Recepimento della direttiva 2001/56/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 settembre 2001 | Architetto.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 13 maggio 2002: Recepimento della direttiva 2001/56/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 settembre 2001

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 13 maggio 2002: Recepimento della direttiva 2001/56/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 settembre 2001 relativa al riscaldamento dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, che modifica la direttiva 70/156/CEE del Consiglio e abroga la direttiva 78/548/CEE del Consiglio. (GU n. 125 del 30-5-2002)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 13 maggio
2002

Recepimento della direttiva 2001/56/CE del Parlamento europeo
e del
Consiglio del 27 settembre 2001 relativa al riscaldamento dei
veicoli
a motore e dei loro rimorchi, che modifica la direttiva
70/156/CEE
del Consiglio e abroga la direttiva 78/548/CEE del
Consiglio.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI
TRASPORTI
Visto l’art. 229 del nuovo codice della strada
approvato con
decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285,
pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n.
114 del 18 maggio
1992 che delega i Ministri della Repubblica a
recepire, secondo le
competenze loro attribuite, le direttive
comunitarie concernenti le
materie disciplinate dallo stesso codice;

Visto l’art. 71 del nuovo codice della strada che ai commi 2, 3 e
4
stabilisce la competenza del Ministro dei trasporti e
della
navigazione, ora del Ministro delle infrastrutture e dei
trasporti, a
decretare in materia di norme costruttive e funzionali
dei veicoli a
motore e dei loro rimorchi ispirandosi al diritto
comunitario;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della
navigazione
8 maggio 1995, di recepimento delle direttive 92/53/CEE
e 93/81/CEE
concernenti il ravvicinamento delle legislazioni degli
Stati membri
relative all’omologazione dei veicoli a motore e dei
loro rimorchi,
pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta
Ufficiale n. 148
del 27 giugno 1995, come da ultimo modificato
dal decreto del
Ministro dei trasporti e della navigazione 13
maggio 1999, di
recepimento della direttiva 98/91/CE, pubblicato
nella Gazzetta
Ufficiale n. 133 del 9 giugno 1999 e che di seguito
verra’ indicato
come “decreto sulla omologazione CE”;
Visto il
decreto del Ministro dei trasporti 18 ottobre 1978, di
recepimento
della direttiva 78/548/CEE, recante norme
relative
all’omologazione parziale CEE dei tipi di veicoli a motore
per quanto
riguarda il riscaldamento dell’abitacolo, pubblicato nel
supplemento
ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 12 marzo
1979;
Vista la direttiva 2001/56/CE del Parlamento europeo e
del
Consiglio del 27 settembre 2001, relativa al riscaldamento
dei
veicoli a motore e dei loro rimorchi, che modifica la
direttiva
70/156/CEE del Consiglio e abroga la direttiva
78/548/CEE del
Consiglio, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
delle Comunita’
europee n. L 292 del 9 novembre 2001;

A d o t t a
il seguente decreto:

Art. 1.
1. Ai fini del presente
decreto, si intende per “veicolo” ogni
veicolo cui si applica il
“decreto sulla omologazione CE”.

Art. 2.
1. Non e’ consentito rifiutare l’omologazione CE ne’
l’omologazione
nazionale di un tipo di veicolo o di un tipo
di sistema di
riscaldamento per motivi riguardanti il sistema di
riscaldamento
dell’abitacolo o del vano di carico se il sistema
stesso e’ conforme
alle prescrizioni stabilite negli allegati al
presente decreto.

Art. 3.
1.
Non e’ consentito rifiutare o vietare la
vendita,
l’immatricolazione, l’entrata in servizio o l’uso dei
veicoli o la
vendita, l’entrata in servizio o l’uso dei sistemi di
riscaldamento
per motivi riguardanti il sistema di riscaldamento
dell’abitacolo o
del vano di carico, se il sistema stesso e’
conforme alle
prescrizioni degli allegati al presente decreto.

Art. 4.
1. A decorrere dal 9
maggio 2003, non e’ consentito:
a) rifiutare, per un tipo
di veicolo o di sistema di
riscaldamento, l’omologazione CE o
l’omologazione nazionale, o
b) vietare la vendita,
l’immatricolazione e l’entrata in servizio
di veicoli o la vendita
e l’entrata in servizio di sistemi di
riscaldamento, per motivi
riguardanti i sistemi di riscaldamento,
se questi sono conformi
alle prescrizioni del presente decreto.
2. A decorrere dal 9 maggio
2004:
a) non e’ consentito rilasciare l’omologazione CE, ed
b)
e’ rifiutato il rilascio dell’omologazione nazionale,
di un tipo
di veicolo per motivi riguardanti i sistemi di
riscaldamento, o
di un tipo di dispositivo di riscaldamento a
combustione, se
non sono rispettate le prescrizioni del presente
decreto.
3. A
decorrere dal 9 maggio 2005, non sono considerati validi
i
certificati di conformita’ che accompagnano i veicoli nuovi a
norma
del “decreto sulla omologazione CE” ai fini dell’art. 7, comma
1, del
medesimo, e non e’ consentita l’immatricolazione, la
vendita o
l’entrata in servizio dei veicoli stessi, per motivi
riguardanti i
sistemi di riscaldamento, se non sono soddisfatte le
prescrizioni del
presente decreto. Il presente comma non si applica ai
tipi di veicoli
muniti di sistema di riscaldamento con recupero del
calore – acqua.
4. A decorrere dal 9 maggio 2005, le
prescrizioni del presente
decreto, relative ai dispositivi di
riscaldamento a combustione in
quanto componenti, si applicano ai
fini dell’art. 7, comma 2, del
“decreto sulla omologazione CE”.
5.
A decorrere dal 9 maggio 2006, non e’
consentita
l’immatricolazione, la vendita o l’entrata in servizio
di veicoli
nuovi di categoria diversa dalla M1 per motivi riguardanti
i sistemi
di riscaldamento, se non sono soddisfatte le
prescrizioni del
presente decreto. Il presente comma non si applica
ai tipi di veicoli
muniti di sistema di riscaldamento con recupero del
calore – acqua.

Art. 5.
1.
Gli allegati al “decreto sulla omologazione CE”
sono
modificati come segue:

—-> Vedere tabella a pag. 36
della G.U. Vedere allegati da pag. 37 a pag. 50 della G.U.

disponibili in formato zip

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 13 maggio 2002: Recepimento della direttiva 2001/56/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 settembre 2001

Architetto.info