MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 2 marzo 2010 | Architetto.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 2 marzo 2010

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 2 marzo 2010 - Riapertura dei termini per l'invio delle richieste di accesso al Fondo per l'adeguamento dei prezzi di materiali da costruzione, di cui all'articolo 1, comma 11 del decreto-legge 23 ottobre 2008, n. 162. (10A06389) (GU n. 123 del 28-5-2010 )

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 2 marzo 2010

Riapertura dei termini per l’invio delle richieste di accesso al
Fondo per l’adeguamento dei prezzi di materiali da costruzione, di
cui all’articolo 1, comma 11 del decreto-legge 23 ottobre 2008, n.
162. (10A06389)

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI

Visto l’art. 1, comma 11, decreto-legge 23 ottobre 2008, n. 162,
convertito, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 22
dicembre 2008, n. 201, che, nell’istituire il Fondo per l’adeguamento
prezzi con una dotazione di 300.000.000,00 di euro per l’anno 2009,
dispone che con apposito decreto del Ministro delle infrastrutture e
dei trasporti siano stabilite le modalita’ di utilizzo del fondo
stesso, garantendo la parita’ di accesso per la piccola, media e
grande impresa di costruzione e la proporzionalita’ per gli aventi
diritto nell’assegnazione delle risorse;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
19 agosto 2009, n. 694, registrato alla Corte dei conti il 9 ottobre
2009 al Reg. n. 9, foglio 159, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.
267 del 16 ottobre 2009, concernente «Modalita’ di utilizzo del Fondo
per l’adeguamento dei prezzi di materiali da costruzione di cui
all’art. 1 comma 11 del D.L. n. 162 del 23 ottobre 2008»;
Considerato, che il 16 dicembre 2009 e’ scaduto il termine per
l’invio, da parte dei soggetti di cui all’art. 1, comma 10 del D.L.
n. 162/2008, delle richieste di accesso al Fondo di
€ 300.000.000,00 , di cui all’art. 1, comma 11, del medesimo
decreto-legge;
Vista la nota del 10 dicembre 2009, con la quale l’Associazione
nazionale costruttori edili e l’Associazione nazionale cooperative di
produzione e lavoro, congiuntamente hanno chiesto di valutare
l’opportunita’ di disporre una proroga del termine del 16 dicembre
2009 per l’invio delle richieste di accesso al citato Fondo;
Visto il parere favorevole dell’ufficio legislativo e dell’ufficio
di gabinetto di questo Ministero, espresso rispettivamente con note
n. 1383, del 14 gennaio 2010 e n. 5828, dell’11 febbraio 2010;
Ritenuto necessario procedere alla riapertura dei termini per
l’invio da parte dei soggetti indicati all’art. 1, comma 10, del D.L.
n. 162 del 23 ottobre 2008, delle richieste di accesso al Fondo per
l’adeguamento dei prezzi di materiali da costruzione, al fine di
evitare disparita’ di trattamento tra i soggetti interessati dal
provvedimento;

Decreta:

Art. 1

1. Per le finalita’ citate nelle premesse, fermo restando quanto
previsto dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei
trasporti 19 agosto 2009, n. 694, in merito alle modalita’ di
utilizzo del Fondo per l’adeguamento dei prezzi di materiali da
costruzione di cui all’art. 1 comma 11 del D.L. n. 162 del 23 ottobre
2008, sono riaperti i termini per l’invio da parte dei soggetti
indicati all’art. 1, comma 10, del medesimo decreto legge, delle
richieste di accesso al Fondo per l’adeguamento dei prezzi di
materiali da costruzione.

Art. 2

1. Entro e non oltre trenta giorni dalla pubblicazione del presente
decreto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, ciascuno
dei soggetti indicati all’art. 1, comma 10, del D.L. n. 162 del 2008,
deve inviare al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti –
Direzione generale per lo sviluppo del territorio, la programmazione
ed i progetti internazionali – richiesta di accesso al Fondo di cui
all’art. 1, comma 11, del D.L. n. 162/2008.
2. Alle istanze di compensazione, i soggetti indicati all’art. 1,
comma 10, del D.L. n. 162 del 2008, devono allegare la documentazione
giustificativa prevista all’art. 2 del citato D.M. 19 agosto 2009, n.
694.
4. Le istanze validamente prodotte entro il precedente termine del
16 dicembre 2009, non dovranno essere ripresentate.

Art. 3

1. Il presente decreto e’ trasmesso agli organi di controllo.
2. Il presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 2 marzo 2010

Il Ministro: Matteoli

Registrato alla Corte dei conti il 26 aprile 2010
Ufficio di controllo atti Ministeri delle infrastrutture ed assetto
del territorio, registro n. 4, foglio n. 290

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 2 marzo 2010

Architetto.info