MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI: DECRETO 26 febbraio 2002 | Architetto.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI: DECRETO 26 febbraio 2002

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI: DECRETO 26 febbraio 2002 : Recepimento della direttiva 2001/92/CE della Commissione del 30 ottobre 2001, che adegua al progresso tecnico la direttiva 92/22/CEE del Consiglio relativa ai vetri di sicurezza e ai materiali per vetri sui veicoli a motore e sui loro rimorchi e la direttiva 70/156/CEE del Consiglio relativa all'omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi. (GU n. 62 del 14-3-2002)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 26 febbraio 2002

Recepimento della direttiva 2001/92/CE della Commissione del
30 ottobre 2001, che adegua al progresso tecnico la direttiva
92/22/CEE del Consiglio relativa ai vetri di sicurezza e ai materiali
per vetri sui veicoli a motore e sui loro rimorchi e la direttiva
70/156/CEE del Consiglio relativa all’omologazione dei veicoli a
motore e dei loro rimorchi.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI
Visto l’art. 229 del nuovo codice della strada approvato con
decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 18 maggio
1992 che delega i Ministri della Repubblica a recepire, secondo le
competenze loro attribuite, le direttive comunitarie afferenti a
materie disciplinate dallo stesso codice;
Visto l’art. 71 del nuovo codice della strada che ai commi 2, 3 e 4
stabilisce la competenza del Ministro dei trasporti e della
navigazione, nel frattempo divenuto Ministro delle infrastrutture e
dei trasporti, a decretare in materia di norme costruttive e
funzionali dei veicoli a motore e dei loro rimorchi ispirandosi al
diritto comunitario;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione
8 maggio 1995, di recepimento delle direttive 92/53/CEE e 93/81/CEE
concernenti il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri
relative all’omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi,
pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 148
del 27 giugno 1995, come modificato dal decreto del Ministro dei
trasporti e della navigazione 4 agosto 1998, di recepimento della
direttiva 98/14/CE, pubblicato nel supplemento ordinario alla
Gazzetta Ufficiale n. 202 del 31 agosto 1998, e, da ultimo, dal
decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione 13 maggio
1999, di recepimento della direttiva 98/91/CE, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 133 del 9 giugno 1999 e che di seguito verra’
indicato come “decreto sulla omologazione CE”;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione
30 marzo 1994, di attuazione della direttiva 92/22/CEE del Consiglio
relativa ai vetri di sicurezza ed ai materiali per vetri sui veicoli
a motore e sui loro rimorchi, pubblicato nel supplemento ordinario
alla Gazzetta Ufficiale n. 99 del 30 aprile 1994;
Vista la direttiva 2001/92/CE della Commissione del 30 ottobre
2001, che adegua al progresso tecnico la direttiva 92/22/CEE del
Consiglio, relativa ai vetri di sicurezza ed ai materiali per vetri
sui veicoli a motore e sui loro rimorchi e la direttiva 70/156/CEE
del Consiglio relativa all’omologazione dei veicoli a motore e dei
loro rimorchi, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita’
europee n. L 291 dell’8 novembre 2001;
A d o t t a
il seguente decreto:
Recepimento della direttiva 2001/92/CE della Commissione del
30 ottobre 2001, che adegua al progresso tecnico la direttiva
92/22/CEE del Consiglio relativa ai vetri di sicurezza ed ai
materiali per vetri sui veicoli a motore e sui loro rimorchi e la
direttiva 70/156/CEE del Consiglio relativa all’omologazione dei
veicoli a motore e dei loro rimorchi. (Testo rilevante ai fini dello
Spazio economico europeo).
Art. 1.
1. Il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione
30 marzo 1994, di attuazione della direttiva 92/22/CEE, e’ modificato
come segue:
a) il comma 1, dell’art. 1 e’ sostituito dal seguente: “1. Ai
fini del presente decreto, per veicolo si intende ogni veicolo a
motore destinato a circolare su strada, con o senza carrozzeria,
avente almeno quattro ruote ed una velocita’ massima per costruzione
superiore a 25 km/h, nonche’ i suoi rimorchi, ad eccezione dei
veicoli che si spostano su rotaia, dei trattori agricoli e forestali
e di tutte le macchine mobili.”;
b) il comma 1, dell’art. 2 e’ sostituito dal seguente: “1. E’
consentito il rilascio dell’omologazione CE di ogni tipo di vetro di
sicurezza e di ogni materiale per vetri sui veicoli a motore e sui
loro rimorchi, se gli stessi risultano conformi alle prescrizioni di
costruzione e di prova stabilite negli allegati.”;
c) il comma 1, dell’art. 3 e’ sostituito dal seguente: “1. Per
ogni tipo di vetro di sicurezza o di materiale per vetri sui veicoli
a motore e sui loro rimorchi, omologato ai sensi del comma 1,
dell’art. 2, e’ attribuito al fabbricante o al suo mandatario un
marchio di omologazione CE conforme al modello riportato
nell’alle-gato II A.”;
d) l’art. 5 e’ soppresso;
e) gli allegati I e II sono sostituiti dagli allegati I e II
dell’allegato al presente decreto;
f) l’appendice dell’allegato III e’ soppressa.

Art. 2.
1. L’elenco degli allegati e gli allegati I e II dell’allegato al
presente decreto ne costituiscono parte integrante.

Art. 3.
1. A decorrere dal 1 luglio 2002 non e’ consentito:
a) negare l’omologazione CE o l’omologazione di portata nazionale
di un tipo di veicolo, o l’omologazione, in quanto componente, di
vetro di sicurezza o di materiale per vetri sui veicoli a motore e
sui loro rimorchi, ne’
b) negare l’immatricolazione e vietare la vendita o la messa in
circolazione di veicoli, nonche’ la vendita o la messa in servizio di
vetri di sicurezza e di materiali per vetri sui veicoli a motore e
sui loro rimorchi, per motivi concernenti i vetri di sicurezza ed i
materiali per vetri sui veicoli a motore e sui loro rimorchi, se i
vetri di sicurezza ed i materiali per vetri sono conformi alle
prescrizioni del decreto del Ministro dei trasporti e della
navigazione 30 marzo 1994 come modificato dal presente decreto.
2. A decorrere dal 1 ottobre 2002 non e’ consentito:
a) rilasciare l’omologazione CE, e
b) rilasciare l’omologazione di portata nazionale, di qualsiasi
tipo di veicolo, per motivi concernenti qualsiasi tipo di vetro di
sicurezza o di materiale per vetri sui veicoli e sui loro rimorchi,
se le prescrizioni del decreto del Ministro dei trasporti e della
navigazione 30 marzo 1994, come modificato dal presente decreto, non
sono soddisfatte.
3. A decorrere dal 1 luglio 2003 le prescrizioni del decreto del
Ministro dei trasporti e della navigazione 30 marzo 1994, come
modificato dal presente decreto, relative ai vetri di sicurezza in
quanto componenti, si applicano ai fini dell’art. 7, comma 2, del
“decreto sulla omologazione CE”.
4. In deroga al comma 3, per i pezzi di ricambio si continua a
concedere l’omologazione CE ed a permettere la vendita e la messa in
servizio di vetri di sicurezza o di materiali per vetri sui veicoli a
motore e sui loro rimorchi conformi alle disposizioni del decreto del
Ministro dei trasporti e della navigazione 30 marzo 1994, vigente
prima dell’entrata in vigore del presente decreto, a condizione che
detti vetri e materiali:
a) siano destinati a veicoli gia’ in circolazione, e
b) soddisfino le prescrizioni del decreto del Ministro dei
trasporti e della navigazione 30 marzo 1994 vigente all’atto della
prima immatricolazione dei veicoli.

Art. 4.
1. Nell’allegato I al “decreto sulla omologazione CE” e’ aggiunto
il seguente punto 9.5.1.5: “9.5.1.5. Equipaggiamento complementare
del parabrezza e relativa posizione e breve descrizione degli
eventuali componenti elettrici/elettronici”.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 26 febbraio 2002
Il Ministro: Lunardi

Allegati

—-> Vedere allegati da pag. 23 a pag. 41 allegati in formato zip

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI: DECRETO 26 febbraio 2002

Architetto.info