MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 3 aprile 2002: Modifiche del bando allegato al decreto ministeriale 6 giugno 2001 | Architetto.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 3 aprile 2002: Modifiche del bando allegato al decreto ministeriale 6 giugno 2001

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 3 aprile 2002: Modifiche del bando allegato al decreto ministeriale 6 giugno 2001 recante norme in materia di promozione della societa' di trasformazione urbana. (GU n. 89 del 16-4-2002)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 3 aprile 2002

Modifiche del bando allegato al decreto ministeriale 6 giugno 2001
recante norme in materia di promozione della societa’ di
trasformazione urbana.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive modifiche ed
integrazioni;
Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modifiche ed
integrazioni;
Vista la legge 15 marzo 1997, n. 59, e successive modifiche ed
integrazioni;
Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, e successive
modifiche ed integrazioni, recante la riforma dell’organizzazione del
Governo, a norma dell’art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59, e
successive modifiche ed integrazioni;
Vista la legge 24 novembre 2000, n. 340;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 marzo 2001, n.
177, recante il regolamento di organizzazione del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti;
Visto, in particolare, l’art. 1 del predetto decreto del Presidente
della Repubblica n. 177/2001, che ha stabilito che il Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti e’ articolato in quattro Dipartimenti
denominati, rispettivamente, “Dipartimento per il coordinamento dello
sviluppo del territorio, per le politiche del personale e gli affari
generali”, “Dipartimento per le opere pubbliche e per l’edilizia”,
“Dipartimento per la navigazione e il trasporto marittimo e aereo” e
“Dipartimento per i trasporti terrestri”;
Visto, inoltre, l’art. 4, del decreto del Presidente della
Repubblica n. 177/2001, con il quale sono stati istituiti gli uffici
di livello dirigenziale generale nei quali e’ articolato il
Dipartimento per il coordinamento dello sviluppo del territorio, per
le politiche del personale e gli affari generali, con contestuale
definizione dei compiti agli stessi spettanti;
Visto, in particolare, l’art. 4, comma 3, lettera b), dello stesso
decreto del Presidente della Repubblica n. 177/2001, che attribuisce
alla “Direzione generale per le trasformazioni territoriali”,
istituita nell’ambito del Dipartimento per il coordinamento dello
sviluppo del territorio, per le politiche del personale e gli affari
generali, le funzioni in materia di societa’ di trasformazione
urbana;
Visto il decreto ministeriale 28 dicembre 2001, n. 1751, registrato
alla Corte dei conti il 21 gennaio 2002, registro n. 1, foglio n. 51,
recante il regolamento di organizzazione del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti in attuazione del citato decreto del
Presidente della Repubblica n. 177/2001, con il quale sono stati
istituiti gli uffici di livello dirigenziale non generale nei quali
si articolano le direzioni generali del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti e determinati i relativi compiti,
secondo la specificazione contenuta nelle tabelle allegate allo
stesso decreto ministeriale, del quale costituiscono parte
integrante;
Vista la legge 28 dicembre 2001, n. 448, recante disposizioni per
la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge
finanziaria 2002);
Vista la direttiva ministeriale 8 febbraio 2002, n. 21/141/1214,
registrata alla Corte dei conti il 22 febbraio 2002, registro n. 1,
foglio n. 119, recante gli indirizzi sull’azione amministrativa e
sulla gestione per l’anno 2002;
Visto il decreto 6 giugno 2001, del Ministro dei lavori pubblici,
recante norme in materia di “Promozione delle societa’ di
trasformazione urbana”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 202 del 31 agosto 2001, con il quale, in attuazione di
quanto previsto dall’art. 7, comma 4, della legge 8 febbraio 2001, n.
21, sono state stabilite le modalita’ di presentazione delle domande
per l’accesso ai finanziamenti di cui all’art. 7, comma 4, della
stessa legge;
Visto, in particolare, l’art. 4, comma 1, del bando allegato al
suddetto decreto, in base al quale, al fine dell’accesso al
finanziamento vengono promosse due distinte selezioni a distanza di
sei mesi l’una dall’altra;
Visto l’art. 4, comma 3, del bando predetto, che individua nella
Direzione generale delle aree urbane e dell’edilizia residenziale del
soppresso Ministero dei lavori pubblici, la struttura cui sono
presentate da parte dei comuni le richieste di finanziamento;
Visto, inoltre, l’art. 5, comma 6, del bando medesimo, ai sensi del
quale i comuni e le citta’ metropolitane, entro trenta giorni dalla
scadenza del termine di affissione del decreto ministeriale di
approvazione della graduatoria, stipulano con la summenzionata
Direzione generale le convenzioni dirette a regolare i rapporti tra
le parti e le modalita’ di erogazione dei finanziamenti;
Ritenuto, necessario, alla luce degli intervenuti atti di
regolamentazione organizzativa del Ministero delle infrastrutture e
dei trasporti soprarichiamati, provvedere alle conseguenti modifiche
del bando allegato al decreto ministeriale 6 giugno 2001, mediante
individuazione dell’organo cui vanno indirizzate, per la seconda
selezione, le richieste di finanziamento da parte degli enti locali
interessati e dell’organo dello stesso Ministero con il quale sono
sottoscritte le convenzioni suddette;
Decreta:
Art. 1.
1. Per le motivazioni cennate in premessa, l’art. 4, comma 3, del
bando allegato al decreto ministeriale 6 giugno 2001, recante
“Promozione delle societa’ di trasformazione urbana”, e’ sostituito
dal seguente:
“3. Per la seconda selezione i comuni trasmettono entro il 30
aprile 2002 le richieste di finanziamento al Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti – Dipartimento per il coordinamento
dello sviluppo del territorio, per le politiche del personale e gli
affari generali – Direzione generale per le trasformazioni
territoriali, con le stesse modalita’ di cui al comma precedente”.
2. L’art. 5, comma 5, del bando allegato al decreto ministeriale 6
giugno 2001, e’ sostituito dal seguente:
“5. Con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
e’ approvata la graduatoria delle richieste ammesse al finanziamento.
Successivamente alla registrazione da parte degli organi di
controllo, il suddetto decreto e’ affisso in copia conforme per
trenta giorni presso il Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti.”.
3. All’art. 5, comma 6, del bando allegato al decreto ministeriale
6 giugno 2001, le parole “Ministero dei lavori pubblici – Direzione
generale delle aree urbane e dell’edilizia residenziale” sono
sostituite dalle seguenti: “Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti – Dipartimento per il coordinamento dello sviluppo del
territorio, per le politiche del personale e gli affari generali –
Direzione generale per le trasformazioni territoriali”.

Art. 2.
1. Con separato provvedimento, si provvedera’ alla nomina della
commissione incaricata di valutare, per la seconda selezione, le
richieste di finanziamento presentate dai comuni e dalle citta’
metropolitane entro il 30 aprile 2002.

Art. 3.
1. Il presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 3 aprile 2002
Il Ministro: Lunardi

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 3 aprile 2002: Modifiche del bando allegato al decreto ministeriale 6 giugno 2001

Architetto.info