MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 18 marzo 2011 | Architetto.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 18 marzo 2011

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 18 marzo 2011 - Ulteriori condizioni tecniche per l'accesso alla riserva nazionale di cui all'articolo 3 del decreto 24 marzo 2005 per il 2011. (11A06124) - (GU n. 110 del 13-5-2011 )

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 18 marzo 2011

Ulteriori condizioni tecniche per l’accesso alla riserva nazionale di
cui all’articolo 3 del decreto 24 marzo 2005 per il 2011. (11A06124)

IL DIRETTORE GENERALE
delle politiche comunitarie e internazionali di mercato

Visto il regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio, del 19 gennaio
2009, che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno
diretto nell’ambito della politica agricola comune e istituisce
taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori, che modifica i
regolamenti (CE) n. 1290/2005, (CE) n. 247/2006, (CE) n. 378/2007 e
abroga il regolamento (CE) n. 1782/2003;
Visto il regolamento (CE) n. 1120/2009 della Commissione, del 29
ottobre 2009, recante modalita’ di applicazione del regime di
pagamento unico di cui al titolo III del citato regolamento (CE) n.
73/2009 del Consiglio;
Visto il decreto ministeriale 5 agosto 2004, recante disposizioni
per l’attuazione della riforma della politica agricola comune,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 191
del 16 agosto 2004 e successive modifiche e integrazioni;
Visto il decreto ministeriale 24 marzo 2005, concernente la
gestione della riserva nazionale, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 98 del 29 aprile 2005 e successive
modifiche e integrazioni;
Visto l’art. 3 del citato decreto ministeriale 24 marzo 2005, che
disciplina le modalita’ di definizione delle condizioni tecniche per
l’accesso alla riserva nazionale;
Visto il decreto ministeriale 22 ottobre 2007, n. 1537, concernente
disposizioni per l’attuazione della riforma della politica agricola
comune nel settore delle pere e delle pesche destinate alla
trasformazione, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 289 del 13 dicembre 2007;
Visto il decreto ministeriale 22 ottobre 2007, n. 1539, concernente
disposizioni per l’attuazione della riforma della politica agricola
comune nel settore delle prugne d’Ente destinate alla trasformazione,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 289
del 13 dicembre 2007;
Visto il decreto ministeriale 29 febbraio 2008, n. 2693,
concernente disposizioni nazionali di attuazione del regime
transitorio di cui all’art. 68-ter del regolamento (CE) n. 1782/2003
previsto dalla riforma della politica agricola comune nel settore
delle pere, delle pesche e delle prugne d’Ente destinate alla
trasformazione, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 76 del 31 marzo 2008;
Considerato che con il decreto n. 3478 del 23 marzo 2010 sono state
fissate le condizioni tecniche per l’accesso alla riserva nazionale a
partire dal 2010;
Considerato che e’ necessario prevedere l’accesso alla riserva
nazionale in relazione agli investimenti dei settori delle pere,
pesche e prugne destinate alla trasformazione, limitatamente all’anno
2011;
Sentiti i rappresentanti tecnici delle Regioni nella riunione del
15 marzo 2011;

Decreta:

Art. 1

1. La richiesta di titoli all’aiuto in applicazione dell’articolo
21 del regolamento (CE) n. 1120/2009 della Commissione, puo’ essere
presentata dagli agricoltori che hanno acquistato o affittato per
almeno cinque anni – a partire dalla fine della campagna 2006/2007 di
commercializzazione delle pere, pesche e prugne destinate alla
trasformazione ed entro il 1° novembre 2007 – una superficie
coltivata a pere, pesche o prugne destinate alla trasformazione ed
hanno percepito, per la medesima superficie nella campagna 2007/2008,
un aiuto previsto all’art. 1 del decreto ministeriale n. 1537 del 22
ottobre 2007 e/o all’art. 1 del decreto ministeriale n. 1539 del 22
ottobre 2007 citati in premessa.
2. Ai fini dell’accesso della misura di cui al comma 1, gli
agricoltori sono tenuti a:
a) produrre copia della documentazione attestante l’acquisto o
l’affitto per almeno cinque anni di una superficie coltivata a pere,
pesche o prugne destinate alla trasformazione;
b) dichiarare tutte le superfici ammissibili ai sensi degli
articoli 34 e 38 del regolamento (CE) n. 73/2009 e le superfici di
cui alla precedente lettera a);
c) presentare la documentazione attestante la produzione di pere,
pesche o prugne destinate alla trasformazione nella campagna
2007/2008 e l’aiuto percepito nella medesima campagna.
Il presente decreto e’ trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione ed e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 18 marzo 2011

Il direttore generale: Aulitto

Registrato alla Corte dei conti il 26 aprile 2011
Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 2, foglio n. 89

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 18 marzo 2011

Architetto.info