MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 25 febbraio 2010 | Architetto.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 25 febbraio 2010

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 25 febbraio 2010 - Modifiche al decreto 29 luglio 2009, recante disposizioni per l'attuazione dell'articolo 68 del regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio del 19 gennaio 2009. (10A03152) (GU n. 64 del 18-3-2010 )

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 25 febbraio 2010

Modifiche al decreto 29 luglio 2009, recante disposizioni per
l’attuazione dell’articolo 68 del regolamento (CE) n. 73/2009 del
Consiglio del 19 gennaio 2009. (10A03152)

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI

Visto il regolamento CE n.73/2009 del Consiglio del 19 gennaio
2009, che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno
diretto agli agricoltori nell’ambito della politica agricola comune
ed in particolare gli articoli 68 e seguenti che prevedono un
sostegno specifico agli agricoltori, erogabile in presenza delle
fattispecie indicate nelle disposizioni medesime;
Visto il regolamento (CE) n. 639/2009 della Commissione del 22
luglio 2009, recante modalita’ di applicazione del regolamento del
Consiglio (CE) n. 73/2009 ed in particolare l’art. 10, relativo a
specifiche attivita’ agricole che comportano benefici agro ambientali
aggiuntivi;
Visto l’art. 4, comma 3, della legge 29 dicembre 1990, n. 428,
concernente disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti
dall’appartenenza dell’Italia alle Comunita’ europee (legge
comunitaria per il 1990) cosi’ come modificato dall’art. 2, comma 1,
del decreto-legge 24 giugno 2004, n. 157, convertito, con
modificazioni, nella legge 3 agosto 2004, n. 204, con il quale si
dispone che il Ministro delle politiche agricole e forestali,
nell’ambito di sua competenza, d’intesa con la Conferenza permanente
per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di
Trento e di Bolzano, provvede con decreto all’applicazione nel
territorio nazionale dei regolamenti emanati dalla Comunita’ europea;
Visto il decreto ministeriale 29 luglio 2009, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.220 del 22 settembre
2009, recante disposizioni per l’attuazione dell’art. 68 del
regolamento (CE) n.73/2009 del Consiglio del 19 gennaio 2009 ed in
particolare l’art. 10 che stabilisce il sostegno specifico per
attivita’ agro-ambientali aggiuntive;
Considerato che il predetto art. 10 statuisce l’erogazione di un
pagamento annuo a favore degli agricoltori che attuano tecniche di
avvicendamento triennale tra cereali e alcune colture miglioratrici;
Considerato che detta misura, soggetta a specifica approvazione da
parte della Commissione UE, come statuito dall’art. 68, paragrafo 2
lettera a) (ii), del regolamento (CE) n. 73/2009, e’ stata notificata
alla Commissione UE il 30 luglio 2009;
Vista la nota n. 273387 del 28 settembre 2009 con la quale la
Commissione UE ha formulato alcuni rilievi in merito
all’articolazione della predetta misura di sostegno specifico;
Considerato che gli elementi di riscontro alla predetta nota ed i
contatti successivamente intercorsi non hanno consentito di superare
i predetti rilievi e che la Commissione UE con nota n. 38069 del 25
gennaio 2010 ha reiterato le proprie osservazioni;
Considerato che, al fine di rendere la misura conforme alle
richieste della Commissione UE, e’ necessario procedere a disporre le
opportune modifiche al decreto ministeriale 29 luglio 2009;
Considerato che su dette modifiche il Comitato tecnico permanente
di coordinamento in materia di agricoltura, in data 9 febbraio 2010,
ha espresso l’avviso favorevole alla stipula dell’intesa da parte
della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e
le province autonome di Trento e Bolzano;
Considerato che nessuna seduta della Conferenza permanente per i
rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e
Bolzano e’ stata tenuta dal 9 febbraio 2010;
Ravvisata l’urgenza di procedere all’emanazione del presente
provvedimento, fatta salva la ratifica da parte della Conferenza
permanente per i rapporti tra lo Stato le regioni e le province
autonome di Trento e Bolzano, al fine di darne tempestiva
informazione agli agricoltori e per consentire all’Organismo di
coordinamento, di cui all’art. 13 del menzionato decreto del 29
luglio 2009, di predisporre in tempo utile le modalita’ operative di
attuazione della presente misura;

Decreta:

Art. 1

1. Fatta salva l’acquisizione dell’intesa da parte della Conferenza
permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province
autonome di Trento e Bolzano, l’art. 10 del dcereto ministeriale 29
luglio 2009, citato in premessa, e’ sostituito dal seguente:
«Art. 10. – 1. Una somma di 99.000.000 euro e’ destinata a
pagamenti annuali supplementari, nel rispetto dei requisiti e delle
condizioni di cui all’art. 39, paragrafo 3) del regolamento (CE) n.
1698/2005, in favore degli agricoltori che attuano tecniche di
avvicendamento biennali delle colture.
2. I pagamenti di cui al precedente comma 1 vengono erogati agli
agricoltori nelle regioni elencate di cui all’allegato 5, a
condizione che il ciclo di rotazione preveda la coltivazione, nella
medesima superficie, per un anno di cereali autunno-vernini e per un
anno di colture miglioratrici, come elencate nell’allegato 6.
3. L’importo massimo unitario dei pagamenti di cui al comma 1 e’
fissato a 100 euro per ettaro, fatta salva ogni eventuale modifica di
cui al successivo comma 4.
4. La misura di sostegno prevista nel presente articolo e’ soggetta
a specifica approvazione da parte della Commissione UE, come statuito
dall’art. 68, paragrafo 2), lettera a) (ii), del regolamento (CE) n.
73/2009.».

Art. 2

1. L’allegato 6 del dcereto ministeriale 29 luglio 2009, citato in
premessa, e’ sostituito dal seguente :

«Allegato n. 6
Cereali autunno-vernini: frumento duro, frumento tenero, orzo,
avena, segale, triticale, farro.
Miglioratrici: pisello, fava, favino, favetta, lupino, cicerchia,
lenticchia, cece, veccia, sulla.
Foraggere avvicendate ed erbai, con presenza di essenze di
leguminose.
Soia, colza, ravizzone, girasole, barbabietola. Maggese vestito».
Il presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 25 febbraio 2010

Il Ministro: Zaia

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 25 febbraio 2010

Architetto.info