MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 25 febbraio 2010 | Architetto.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 25 febbraio 2010

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 25 febbraio 2010 - Modalita' di ripartizione delle risorse finanziarie recate dal regolamento (UE) n. 1233/2009 della Commissione per il sostegno del mercato nel settore del latte. (10A03151) (GU n. 64 del 18-3-2010 )

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 25 febbraio 2010

Modalita’ di ripartizione delle risorse finanziarie recate dal
regolamento (UE) n. 1233/2009 della Commissione per il sostegno del
mercato nel settore del latte. (10A03151)

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI

Vista la legge 29 dicembre 1990, n. 428, e successive
modificazioni, recante disposizioni per l’adempimento di obblighi
derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunita’ europee (legge
comunitaria per il 1990) ed, in particolare, l’art. 4, comma 3;
Vista la legge 5 giugno 2003, n. 131, contenente «Disposizioni per
l’adeguamento dell’ordinamento della Repubblica alla legge
costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3»;
Visto il decreto legislativo 4 giugno 1997, n. 143, istitutivo del
Ministero per le politiche agricole;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante
riforma dell’organizzazione del Governo a norma dell’art. 11 della
legge 15 marzo 1997, n. 59 e successive modifiche e integrazioni;
Visto il decreto legislativo 27 maggio 1999, n. 165, e successive
modificazioni, concernente la soppressione di AIMA e l’istituzione
dell’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (AGEA);
Visto il decreto-legge 18 maggio 2006, n. 181, convertito, con
modificazioni, nella legge 17 luglio 2006, n. 233, ed in particolare
il comma 23 dell’art. 1;
Visto il decreto-legge 16 maggio 2008, n. 85, recante disposizioni
urgenti per l’adeguamento delle strutture di Governo in applicazione
dell’art. 1, commi 376 e 377, della legge 24 dicembre 2007, n. 244,
convertito con modificazioni nella legge 14 luglio 2008, n. 121;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 2009, n.
129, recante regolamento di riorganizzazione del Ministero delle
politiche agricole alimentari e forestali;
Visto il regolamento (CE) n. 1290/2005 del Consiglio del 21 giugno
2005, relativo al finanziamento della politica agricola comune;
Visto il regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio, del 22
ottobre 2007, recante organizzazione comune dei mercati agricoli e
disposizioni specifiche per taluni prodotti agricoli e, in
particolare, gli articoli 186 e 188, paragrafo 2;
Visto il regolamento (UE) n. 1233/2009 della Commissione, del 15
dicembre 2009, recante una misura specifica di sostegno del mercato
nel settore del latte;
Visto il decreto-legge 28 marzo 2003, n. 49, recante riforma della
normativa in tema di applicazione del prelievo supplementare nel
settore del latte e dei prodotti lattiero-caseari, convertito, con
modificazioni, dalla legge 30 maggio 2003, n. 119;
Vista la legge 9 aprile 2009, n. 33, concernente «Conversione in
legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5,
recante misure urgenti a sostegno dei settori industriali in crisi»;
Considerato che il regolamento (UE) n. 1233/2009 ha attribuito
all’Italia una dotazione finanziaria di € 23.031.475,00 al fine di
garantire un sostegno ai produttori di latte gravemente colpiti dalla
crisi di mercato;
Considerato che il predetto regolamento (UE) n. 1233/2009 dispone
che i pagamenti connessi al sostegno specifico in causa devono essere
effettuati al piu’ tardi entro il 30 giugno 2010;
Considerato che lo stesso regolamento (UE) n. 1233/2009 dispone che
gli Stati membri devono comunicare alla Commissione, senza ritardo ed
entro il 31 marzo 2010, la definizione dei criteri obiettivi
utilizzati per la concessione del sostegno e le disposizioni adottate
per evitare una distorsione del mercato;
Considerato altresi’ che tutti i produttori hanno subito la caduta
del livello dei prezzi alla produzione conseguente alla grave crisi
economica finanziaria sviluppatasi a livello mondiale e che pertanto
e’ opportuno garantire il sostegno a tutti i produttori di latte;
Ritenuto di utilizzare quale criterio obiettivo per la erogazione
della dotazione finanziaria resa disponibile dal menzionato
regolamento n. 1233/2009, la produzione realizzata da ciascuna
azienda nel periodo di commercializzazione 2008-2009 nell’ambito
della quota disponibile per la stessa azienda;
Considerato che AGEA e’ organismo detentore del registro pubblico
delle quote di cui all’art. 2, comma 2, del decreto-legge 28 marzo
2003, n. 49, recante riforma della normativa in tema di applicazione
del prelievo supplementare nel settore del latte e dei prodotti
lattiero-caseari, convertito, con modificazione, dalla legge 30
maggio 2003, n. 119, nonche’ organismo incaricato della
contabilizzazione delle consegne effettuate dai produttori ai sensi
dell’art. 9, comma 1, e delle vendite dirette, ai sensi dell’art. 10,
commi 4 e 8, del medesimo decreto-legge n. 49/2003;
Considerato che il Comitato tecnico permanente di coordinamento in
materia di agricoltura ha esaminato il presente provvedimento in data
9 febbraio 2010 ed ha espresso l’avviso favorevole alla stipula
dell’intesa da parte della Conferenza permanente per i rapporti tra
lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano;
Considerato che nessuna seduta della Conferenza permanente per i
rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e
Bolzano e’ stata tenuta dal 9 febbraio 2010;
Ravvisata l’urgenza di procedere all’emanazione del presente
provvedimento, fatta salva la ratifica da parte della Conferenza
permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province
autonome di Trento e Bolzano, al fine di dare tempestiva attuazione
alla misura;

Decreta:

Art. 1

1. Fatta salva l’acquisizione dell’intesa da parte della Conferenza
permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province
autonome di Trento e Bolzano, la dotazione finanziaria assegnata
all’Italia dal regolamento (UE) n. 1233/2009 della Commissione, del
15 dicembre 2009, pari a € 23.031.475,00, e’ ripartita tra i singoli
produttori sulla base della produzione realizzata, nell’ambito della
propria quota disponibile, nel periodo di commercializzazione
2008/2009 e che risultino ancora titolari di quota al 1° aprile 2010.

Art. 2

1. AGEA determina, con propri provvedimenti, le modalita’ operative
per l’attuazione del presente decreto che devono comportare la
liquidazione degli importi spettanti ai singoli produttori entro il
30 giugno 2010.
2. AGEA, entro la data del 31 luglio 2010, trasmette al Ministero –
Direzione generale delle politiche comunitarie e internazionali di
mercato, gli importi totali degli aiuti versati nonche’ il numero ed
il tipo di beneficiari.
Il presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 25 febbraio 2010

Il Ministro: Zaia

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 25 febbraio 2010

Architetto.info