MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 27 ottobre 2011 | Architetto.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 27 ottobre 2011

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 27 ottobre 2011 - Modifica del decreto 22 luglio 2010, relativo a «OCM Vino - Modalita' attuative della misura "Promozione sui mercati dei Paesi terzi" - Campagne 2010-2011 e seguenti». (11A14864) - (GU n. 270 del 19-11-2011 )

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 27 ottobre 2011

Modifica del decreto 22 luglio 2010, relativo a «OCM Vino – Modalita’
attuative della misura “Promozione sui mercati dei Paesi terzi” –
Campagne 2010-2011 e seguenti». (11A14864)

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI

Visto il regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio, del 22
ottobre 2007, recante organizzazione comune dei mercati agricoli e
disposizioni specifiche per taluni prodotti agricoli (regolamento
unico OCM), come modificato dal regolamento (CE) 491/2009, del
Consiglio, del 25 maggio 2009;
Visto il regolamento (CE) n. 3/2008 del Consiglio, del 17 dicembre
2007, relativo ad azioni di informazione e di promozione dei prodotti
agricoli sul mercato interno e nei Paesi terzi;
Visto il regolamento (CE) n. 555/2008 della Commissione, del 28
giugno 2008, recante modalita’ di applicazione del regolamento (CE)
n. 479/2008 del Consiglio relativo all’organizzazione comune del
mercato vitivinicolo, in ordine ai programmi di sostegno, agli scambi
con i Paesi terzi, al potenziale produttivo e ai controlli nel
settore vitivinicolo;
Visto il regolamento (CE) n. 772/2010 della Commissione del 1°
settembre 2010 che modifica l’art. 4 del regolamento (CE) n. 555/2008
inserendo la possibilita’ di erogare il sostegno a favore delle
azioni di promozione e di informazione per ulteriori due anni in
aggiunta ai tre precedentemente previsti;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante «Norme
generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche» e in particolare l’art. 4 riguardante la
ripartizione tra finzione di indirizzo politico-amministrativo e
funzione di gestione e concreto svolgimento delle attivita’
amministrative;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 2009, n.
129, recante la riorganizzazione del Ministero delle politiche
agricole alimentari e forestali, a norma dell’art. 74 del
decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazione,
dalla legge 6 agosto 2008, n. 133;
Vista la nota ministeriale 30 giugno 2008, prot. 1488, con la quale
e’ stato notificato alla Commissione europea il Programma nazionale
di sostegno al settore vitivinicolo;
Vista la nota ministeriale 1° marzo 2011, prot. 1673, con la quale
e’ stata notificata alla Commissione europea la modifica al suddetto
programma;
Visto il decreto ministeriale 22 luglio 2010 relativo a «OCM Vino –
Modalita’ attuative della misura “Promozione sui mercati dei Paesi
terzi” – Campagne 2010-2011 e seguenti», pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 230, del 3 ottobre 2009;
Visto l’art. 4, comma 3, della legge 29 dicembre 1990, n. 428,
concernente disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti
dall’appartenenza dell’Italia alle Comunita’ europee (legge
comunitaria per il 1990) cosi’ come modificato dall’art. 2, comma 1,
del decreto-legge 24 giugno 2004, n. 157, convertito, con
modificazioni, nella legge 3 agosto 2004, n. 204, con il quale si
dispone che il Ministro delle politiche agricole e forestali,
nell’ambito di sua competenza, d’intesa con la Conferenza permanente
per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di
Trento e di Bolzano, provvede con decreto all’applicazione nel
territorio nazionale dei regolamenti emanati dalla Comunita’ europea;
Ravvisata la necessita’ di procedere alla modifica del decreto
ministeriale 22 luglio 2010 prevedendo la possibilita’ di proroga
della durata dei progetti in corso di realizzazione;
Vista l’intesa sancita, nella seduta del 27 luglio 2011, dalla
Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato le Regioni e le
Province autonome di Trento e Bolzano

Decreta:

Art. 1

1. Il comma 3 dell’art. 3 del decreto ministeriale 22 luglio 2010
e’ sostituito dal seguente:
«3. I progetti sono presentati per una durata massima di tre anni.
Durante la realizzazione di tali progetti, il medesimo beneficiario
puo’ presentare nuovi progetti purche’ riguardino Paesi terzi
diversi. Un beneficiario che abbia gia’ ottenuto l’approvazione di un
progetto nelle precedenti campagne 2008/2009, 2009/2010 e 2010/2011
puo’ presentare un nuovo progetto, anche se riferito al medesimo
Paese, purche’ la durata complessiva dello stesso non superi i cinque
anni.».
2. Il comma 1, lettera c) dell’art. 8 del decreto ministeriale 22
luglio 2010 e’ modificato come segue:
«c) la durata del progetto che, comunque, non puo’ essere
superiore a tre anni per beneficiano e per Paese terzo, salvo quanto
disposto al precedente art. 3, comma 3.».
Il presente decreto e’ trasmesso all’Organo di controllo per la
registrazione ed e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 27 ottobre 2011

Il Ministro: Romano

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 27 ottobre 2011

Architetto.info