MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 28 maggio 2009 | Architetto.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 28 maggio 2009

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 28 maggio 2009 - Dichiarazione di cattura giornaliera da parte delle unita' autorizzate alla pesca del tonno rosso. (09A09018) (GU n. 176 del 31-7-2009 )

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 28 maggio 2009

Dichiarazione di cattura giornaliera da parte delle unita’
autorizzate alla pesca del tonno rosso. (09A09018)

IL DIRETTORE GENERALE
della pesca marittima e dell’acquacultura

Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963, come modificata dal decreto
legislativo 26 maggio 2004, n. 153, recante la disciplina della pesca
marittima;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 2 ottobre 1968, n.
1639, e successive modificazioni, con il quale e’ stato approvato il
regolamento di esecuzione della legge n. 963/1965;
Visto il decreto legislativo del 26 maggio 2004, n. 154, recante la
modernizzazione del settore pesca e dell’acquacoltura, a norma
dell’art. 1, comma 2, della legge 7 marzo 2003, n. 38;
Visto il decreto legislativo del 26 maggio 2004, n. 153, recante
Attuazione della legge 7 marzo 2003, n. 38, in materia di pesca
marittima;
Vista la legge 6 giugno 2008, n. 101 che ha convertito in legge.
con modificazioni, il decreto-legge 8 aprile 2008, n. 59, recante
disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e
l’esecuzione di sentenze della Corte di giustizia delle Comunita’
europee;
Visto il regolamento 302/2009 del Consiglio del 6 aprile 2009,
concernente un piano di ricostituzione del tonno rosso nell’Atlantico
orientale e nel Mediterraneo che modifica il regolamento (CE) n.
43/2009 e che abroga il regolamento (CE) n. 1559/2007, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea L 96/1 del 14 aprile
2009;
Ritenuto necessario impedire un superamento della quota di tonno
assegnata a ciascuna unita’ autorizzata alla pesca del tonno rosso;
Considerato che il superamento della quota prelevabile di tonno
rosso da parte della flotta italiana potrebbe comportare
l’interruzione della campagna di pesca del tonno rosso;

Decreta:

Art. 1.

1. Le unita’ autorizzate alla pesca del tonno rosso di cui al
comma 1 dell’art. 20 del regolamento (CE) 302/2009 devono trasmettere
alla Direzione generale della pesca marittima e dell’acquacoltura una
dichiarazione di cattura giornaliera secondo le modalita’ previste
nello stesso articolo.

Art. 2.

1. In caso di mancata osservanza delle disposizioni di cui
all’articolo i verra’ attivata la procedura per L’irrogazione di una
sanzione amministrativa pecuniaria da € 2.000 a € 12.000
contemplata per chiunque violi le norme relative ai piani di
ricostituzione di specie ittiche previste da normative nazionali e
comunitarie, secondo il disposto dell’art. 8 decreto-legge 8 aprile
2008, n. 59.
2. In aggiunta alla sanzione pecuniaria di cui al comma precedente
saranno adottate le seguenti misure di esecuzione di cui all’art. 33
del regolamento (CE) 302/2009:
sospensione o revoca dell’ autorizzazione di pesca;
sequestro della nave.
Il presente decreto sara’ sottoposto alla registrazione dei
competenti organi di controllo e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 28 maggio 2009
Il direttore generale: Abate

Registrato alla Corte dei conti il 26 giugno 2009
Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 3, foglio n. 23

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 28 maggio 2009

Architetto.info