MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 30 novembre 2011 | Architetto.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 30 novembre 2011

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 30 novembre 2011 - Approvazione dei disciplinari di produzione dei vini DOP e IGP consolidati con le modifiche introdotte per conformare gli stessi alla previsione degli elementi di cui all'articolo 118-quater, par. 2, del Reg. CE n. 1234/2007 e approvazione dei relativi fascicoli tecnici ai fini dell'inoltro alla Commissione U.E. ai sensi dell'articolo 118-vicies, par. 2 e 3, del Reg. CE n. 1234/2007. (11A16146) - (GU n. 295 del 20-12-2011 )

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 30 novembre 2011

Approvazione dei disciplinari di produzione dei vini DOP e IGP
consolidati con le modifiche introdotte per conformare gli stessi
alla previsione degli elementi di cui all’articolo 118-quater, par.
2, del Reg. CE n. 1234/2007 e approvazione dei relativi fascicoli
tecnici ai fini dell’inoltro alla Commissione U.E. ai sensi
dell’articolo 118-vicies, par. 2 e 3, del Reg. CE n. 1234/2007.
(11A16146)

IL DIRETTORE GENERALE
dello sviluppo agroalimentare e della qualita’

Visto il regolamento (CE) n. 1234/2007 del Consiglio, cosi’ come
modificato con il regolamento (CE) n. 491/2009 del Consiglio, recante
organizzazione comune dei mercati agricoli e disposizioni specifiche
per taluni prodotti agricoli, nel cui ambito e’ stato inserito il
regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio, relativo
all’organizzazione comune del mercato vitivinicolo (OCM vino), che
contempla, a decorrere dal 1° agosto 2009, il nuovo sistema
comunitario per la protezione delle denominazioni di origine, delle
indicazioni geografiche e delle menzioni tradizionali di taluni
prodotti vitivinicoli, in particolare gli articoli 38 e 49 relativi
alla nuova procedura per il conferimento della protezione comunitaria
e per la modifica dei disciplinari delle denominazioni di origine e
delle indicazioni geografiche dei prodotti in questione;
Visto il regolamento (CE) n. 607/09 della Commissione, recante
modalita’ di applicazione del regolamento (CE) n. 479/2008 del
Consiglio per quanto riguarda le denominazioni di origine protette e
le indicazioni geografiche protette, le menzioni tradizionali,
l’etichettatura e la presentazione di determinati prodotti
vitivinicoli, ed in particolare l’art. 73, ai sensi del quale, in via
transitoria e con scadenza al 31 dicembre 2011, per l’esame delle
domande, relative al conferimento della protezione ed alla modifica
dei disciplinari dei vini a denominazione di origine e ad indicazione
geografica, presentate allo Stato membro entro il 1° agosto 2009, si
applica la procedura prevista dalla preesistente normativa nazionale
e comunitaria in materia;
Visto il regolamento (CE) n. 670/2011 della Commissione con il
quale sono state apportate modifiche al citato reg. (CE) n. 607/2009,
ed in particolare l’art. 70-bis relativo al metodo informatico da
seguire nelle comunicazioni tra la Commissione, gli Stati membri e
gli altri operatori, nonche’ l’art. 73, per quanto concerne le
disposizioni transitorie per l’inoltro alla Commissione dei fascicoli
tecnici relativi alle denominazioni di origine ed alle indicazioni
geografiche riconosciute dallo Stato membro anteriormente al 1°
agosto 2009 ed alle denominazioni di origine ed alle indicazioni
geografiche le cui domande di riconoscimento o di modifica dei
disciplinari sono state presentate allo Stato membro entro il 1°
agosto 2009 ed approvate e trasmesse alla Commissione entro il 31
dicembre 2011, nonche’ per la definizione delle modifiche minori
presentate successivamente al 1° agosto 2009;
Vista la legge 10 febbraio 1992, n. 164, recante nuova disciplina
delle denominazioni di origine dei vini;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 20 aprile 1994, n.
348, con il quale e’ stato emanato il regolamento recante la
disciplina del procedimento di riconoscimento di denominazione di
origine dei vini;
Visto il decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, recante tutela
delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche dei
vini, in attuazione dell’art. 15 della legge 7 luglio 2009, n. 88;
Visti i decreti applicativi, finora emanati, del predetto decreto
legislativo 8 aprile 2010, n. 61;
Visti i decreti con i quali in conformita’ alla predetta normativa
nazionale e comunitaria sono state finora riconosciute le
denominazioni di origine controllata, le denominazioni di origine
controllata e garantita e le indicazioni geografiche tipiche dei vini
italiani ed approvati o modificati i relativi disciplinari di
produzione;
Visto il decreto 2 agosto 1996, recante disposizioni integrative
dei disciplinari di produzione ad indicazione geografica tipica
prodotti nelle Regioni e Province autonome del territorio nazionale,
con il quale e’ stata rispettivamente innalzata del 20% la resa
uva/ha ed all’80% la resa vino/uva prevista dai disciplinari di
produzione dei vini IGT italiani;
Considerato che ai fini della protezione dei vini italiani DOP e
IGP necessita trasmettere alla Commissione UE entro il 31 dicembre
2011 i fascicoli tecnici delle stesse denominazioni di origine e
indicazione geografiche, conformemente alle disposizioni di cui
all’art. 118-vicies del reg. CE n. 1234/2007 e all’art. 73 del reg.
(CE) n. 607/2009, usufruendo del sistema informatico messo a
disposizione dalla Commissione UE, nel rispetto delle modalita’
procedurali di cui agli articoli 70-bis, 70-ter, 71 e 73 del citato
reg. (CE) n. 607/2009;
Viste le circolari ministeriali n. 3378 del 22 febbraio 2011 e n.
7796 del 21 aprile 2011 con le quali sono state impartite le
disposizioni in merito ai criteri operativi ed ai termini procedurali
da seguire da parte dei soggetti legittimati e dalle competenti
Regioni e Province autonome per la predisposizione dei richiamati
fascicoli tecnici dei vini DOP e IGP italiani ed in particolare per
l’adeguamento dei relativi disciplinari di produzione mediante la
descrizione di tutti gli elementi prescritti dall’articolo
118-quater, paragrafo 2, del reg. CE n. 1234/2007, al fine di
apportare alcune integrazioni, intese ad esplicitare taluni elementi
e requisiti che di fatto sussistevano anteriormente al 1° agosto
2009, in conformita’ sia alla preesistente normativa comunitaria e
nazionale, sia alle innovazioni introdotte con la citata nuova
normativa comunitaria, tenendo conto delle informazioni contenute
nelle linee guida diramate dalla Commissione UE nell’ambito del
Comitato di gestione OCM mercati agricoli – Settore vino ed alcoli;
Visti i fascicoli tecnici delle DOP e IGP dei vini italiani
pervenuti, cosi’ come predisposti da parte dei soggetti legittimati e
trasmessi al Ministero dalle competenti Regioni e Province autonome,
comprensivi del disciplinare consolidato e del relativo documento
unico riepilogativo del disciplinare;
Considerato che ai fini della predisposizione dei disciplinari
consolidati dei vini IGT italiani si rende necessario indicare negli
specifici disciplinari le rese effettive di uva e di vino per ettaro,
senza fare riferimento agli innalzamenti di cui al citato decreto
ministeriale 2 agosto 1996, che conseguentemente e’ da ritenere
abrogato;
Ritenuto che, conformemente alle disposizioni di cui alle
richiamate circolari e norme comunitarie, si rende necessario
approvare da parte di questo Ministero, preliminarmente all’inoltro
alla Commissione entro il 31 dicembre 2011, i predetti fascicoli
tecnici, previa congiunta valutazione degli stessi con le competenti
Regioni e Province autonome, in apposite riunioni, e successiva
pubblicazione sul sito internet del Ministero – Sezione Qualita’ e
Sicurezza – Vini DOP e IGP;
Tenuto conto del parere favorevole espresso dalle Regioni e
Province autonome in merito alla procedura prevista dal presente
decreto nell’apposita riunione tecnica tenutasi presso questo
Ministero in data 7 settembre 2011;

Decreta:

Art. 1

Approvazione disciplinari consolidati
e relativi fascicoli tecnici vini DOP e IGP italiani

1. Conformemente alle disposizioni di cui all’art. 118-vicies del
reg. CE n. 1234/2007 e all’art. 73 del reg. (CE) n. 607/2009 ed alle
disposizioni di cui alle circolari ministeriali n. 3378 del 22
febbraio 2011 e n. 7796 del 21 aprile 2011 richiamate in premessa, i
disciplinari consolidati e i relativi fascicoli tecnici dei vini DOP
e IGP italiani elencati nell’allegato al presente decreto, presentati
al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali dalle
competenti Regioni e Province autonome, sono approvati dal Ministero,
previa congiunta valutazione degli stessi con le competenti Regioni e
Province autonome, in apposite riunioni.
2. I disciplinari consolidati ed i relativi fascicoli tecnici di
cui al comma 1 sono inoltrati alla Commissione U.E., entro il 31
dicembre 2011, conformemente alla procedura di cui all’art. 70-bis
del reg. CE n. 607/2009, e sono pubblicati sul sito internet del
Ministero – Sezione qualita’ e sicurezza – Vini DOP e IGP.

Art. 2

Disposizioni particolari.
Abrogazione norme preesistenti

1. Nei disciplinari consolidati di cui all’art. 1, limitatamente ai
termini temporali concernenti l’applicazione della o delle
disposizioni derogatorie relative ai seguenti aspetti:
a) vinificazione o elaborazione al di fuori della zona di
produzione delle uve;
b) adeguamento della base ampelografica e della densita’ di
impianto dei vigneti.
Resta valido il termine di entrata in vigore di cui ai preesistenti
decreti con i quali sono stati inseriti nello specifico disciplinare
DOP o IGP le previsioni derogatorie in questione.
2. E’ abrogato il decreto ministeriale 2 agosto 1996 richiamato in
premessa.
Il presente decreto sara’ pubblicato sul sito internet del
Ministero – Sezione qualita’ e sicurezza – Vini DOP e IGP e sulla
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 30 novembre 2011

Il direttore generale ad interim: Vaccari

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 30 novembre 2011

Architetto.info