MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - CIRCOLARE 8 maggio 2002, n.200: Regime di sostegno a favore dei coltivatori di canapa destinata alla produzione di fibre (cannabis sativa - NC 5302 | Architetto.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI – CIRCOLARE 8 maggio 2002, n.200: Regime di sostegno a favore dei coltivatori di canapa destinata alla produzione di fibre (cannabis sativa – NC 5302

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - CIRCOLARE 8 maggio 2002, n.200: Regime di sostegno a favore dei coltivatori di canapa destinata alla produzione di fibre (cannabis sativa - NC 5302 10 00). (GU n. 117 del 21-5-2002)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

CIRCOLARE 8 maggio 2002, n.200

Regime di sostegno a favore dei coltivatori di canapa destinata alla
produzione di fibre (cannabis sativa – NC 5302 10 00).

Al Ministero dell’interno –
Direzione centrale servizi
antidroga

Direzione centrale della Polizia
criminale – Servizio di Polizia
scientifica.

Al Ministero della giustizia –
Gabinetto del Ministro – D.G.
Affari penali

Al Ministero dell’economia e delle
finanze – Comando generale
Guardia di finanza III reparto
operazioni ufficio criminalita’
organizzata e altri servizi
extratributari

Al Ministero della salute –
Dipartimento di
farmacosorveglianza – Ufficio
centrale stupefacenti

Alle regioni e province autonome

All’Agenzia per le erogazioni in
agricoltura

Al comando Carabinieri tutela norme
comunitarie ed agroalimentari
(MiPAF)

All’Istituto sperimentale per le
colture industriali

Alla Confederazione generale
dell’agricoltura italiana
(Confagricoltura)

Alla Confederazione nazionale
coltivatori diretti (Coldiretti)

Alla Confederazione italiana
agricoltori (C.I.A.)

Alla Confederazione produttori
agricoli (Copagri)

Alla Fagri

All’Assocanapa

Al Consorzio CanapaItalia

Alla Federtessile

All’Associazione Fibranova

e per conoscenza:

Alla Direzione generale per le
politiche agroalimentari –
Ufficio materie grasse

Al Gabinetto dell’on. Ministro

A decorrere dalla campagna di commercializzazione 2001/2002, il
regime di sostegno comunitario per la canapa (cannabis sativa) ha
subito significativi cambiamenti in forza dei regolamenti del
Consiglio n. 1672/2000 e n. 1673/2000.
In particolare, il regolamento (CE) n. 1672/2000 ha inserito la
canapa nel regime di sostegno, a favore dei coltivatori di taluni
seminativi.
In attuazione dei predetti regolamenti, la Commissione CE ha
emanato le relative disposizioni per il regime dei seminativi con il
regolamento (CE) n. 2860/2000 del 27 dicembre 2000, che modifica il
regolamento (CE) n. 2316/99 del 29 ottobre 1999 e, per il regime
della trasformazione della paglia in fibre, con il regolamento (CE)
n. 245/2001 del 5 febbraio 2001.
A livello nazionale, per la parte strettamente legata al regime di
aiuto alla trasformazione, e’ stato emanato il decreto ministeriale
10 maggio 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana, n. 110 del 14 maggio 2001, mentre, per quanto riguarda il
regime di sostegno a favore dei coltivatori, e’ stato emanato il
decreto ministeriale 8 marzo 2001, pubblicato nel supplemento
ordinario alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, n. 94
del 26 aprile 2001 e il decreto ministeriale 7 marzo 2002, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, n. 71 del
25 marzo 2002.
Compatibilmente con le disposizioni della regolamentazione
comunitaria vigente in materia ed al fine di agevolare gli organi di
controllo operanti sul territorio nello svolgimento della
istituzionale attivita’ di controllo e repressione, l’amministrazione
ritiene utile precisare quanto segue.
1. Secondo quanto disposto dall’art. 5-bis del regolamento (CE) n.
1251/99 del 17 maggio 1999, il pagamento per superficie e’
subordinato all’utilizzazione di varieta’ di canapa aventi tenore in
THC non superiore allo 0,2%.
2. Secondo quanto disposto dall’art. 7-bis, comma 1, lettera b) del
regolamento (CE) n. 2316/99 del 29 ottobre 1999, modificato da ultimo
dal regolamento (CE) n. 327/2002 del 21 febbraio 2002, i pagamenti
per superficie per la canapa sono subordinati all’utilizzazione di
sementi certificate delle varieta’ menzionate nell’allegato XII del
medesimo regolamento.
3. Secondo quanto disposto dall’art. 7-ter, comma 1 del regolamento
(CE) n. 2316/99 del 29 ottobre 1999, il metodo che deve essere
impiegato dalle autorita’ competenti dello Stato membro per rilevare
il tasso di THC su una percentuale delle superfici coltivate a canapa
destinata alla produzione di fibre e’ descritto nell’allegato XIII
del medesimo regolamento. Le varieta’ di canapa destinate alla
produzione di fibre, che figurano al punto 2b) dell’allegato XII del
succitato regolamento, sono controllate applicando la procedura B del
metodo comunitario descritto nell’allegato XIII.
4. Ai fini della tutela degli agricoltori che ritengono di
usufruire delle misure comunitarie di cui trattasi e per consentire
agli organi di polizia l’effettuazione dei controlli dell’anzidetto
regime di aiuti, gli operatori interessati dovranno dare
comunicazione sull’impianto della coltura di cannabis sativa alla
piu’ vicina stazione di polizia (Polizia di Stato, Corpo dei
carabinieri, Guardia di finanza, ecc,)
5. Le circolari n. 734 del 2 dicembre 1997 e n. 4 del 20 aprile
1999 sono abrogate.
Nel raccomandare la massima diffusione della presente circolare
presso gli operatori ed organismi interessati, si sottolinea che la
ripresa della coltivazione della cannabis sativa in Italia sara’
tanto piu’ diffusa, serena e di sicura proiezione per il futuro,
quanto maggiore sara’ l’attenzione e l’impegno dei coltivatori e
delle organizzazioni di categoria nel puntuale adempimento di tutte
le attivita’ di competenza.

Il Sottosegretario delegato: Scarpa Bonazza Buora

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI – CIRCOLARE 8 maggio 2002, n.200: Regime di sostegno a favore dei coltivatori di canapa destinata alla produzione di fibre (cannabis sativa – NC 5302

Architetto.info