MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE | Architetto.info

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 19 aprile 2002: Riduzione dei tassi di interesse sui mutui della Cassa depositi e prestiti per il finanziamento di investimenti connessi allo svolgimento coordinato, associato o congiunto di funzioni o servizi tra enti locali. (GU n. 100 del 30-4-2002)

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 19 aprile 2002

Riduzione dei tassi di interesse sui mutui della Cassa depositi e
prestiti per il finanziamento di investimenti connessi allo
svolgimento coordinato, associato o congiunto di funzioni o servizi
tra enti locali.

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visti gli articoli 3, comma 1 e 6 del decreto legislativo 30 luglio
1999, n. 284, recante “Riordino della Cassa depositi e prestiti, a
norma dell’art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59”;
Visto il titolo II, capo V, del decreto legislativo 18 agosto 2000,
n. 267, recante “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti
locali”;
Visto il decreto del Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica del 7 gennaio 1998 e successive modifiche ed
integrazioni, recante “Nuove norme relative alla concessione,
garanzia ed erogazione dei mutui della Cassa depositi e prestiti”;
Visto il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del
27 marzo 2002, recante “Modifica dei tassi di interesse sui mutui
della Cassa depositi e prestiti”;
Su proposta del direttore generale della Cassa depositi e prestiti;

E m a n a

il seguente decreto:

Art. 1.
1. Con effetto dal giorno successivo alla data di pubblicazione del
presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana,
all’art. 1 del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del
27 marzo 2002, recante “Modifica dei tassi di interesse sui mutui
della Cassa depositi e prestiti”, e’ aggiunto il seguente comma:
“2-bis. I tassi di cui al comma 1 sono ridotti di 15 centesimi di
punto per il finanziamento:
a) delle spese di investimento dei comuni con popolazione fino
a 5.000 abitanti destinate all’esercizio coordinato, tramite
convenzione ex art. 30 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n.
267, di funzioni o servizi;
b) delle spese di investimento destinate all’esercizio
associato o congiunto di funzioni o servizi, tramite comunita’
montane, isolane o di arcipelago, unioni di comuni o associazioni
intercomunali costituite in attuazione dei programmi regionali di
riordino territoriale di cui all’art. 33, comma 3 del decreto
legislativo 18 agosto 2000, n. 267.”.
2. Il presente decreto verra’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 19 aprile 2002
Il Ministro: Tremonti

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

Architetto.info