MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 12 febbraio 2010 | Architetto.info

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 12 febbraio 2010

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 12 febbraio 2010 - Attuazione della delibera CIPE n. 116/2009 di integrazione del cofinanziamento statale a carico del Fondo di rotazione, in favore del DOCUP obiettivo 2 della regione Abruzzo. Programmazione 2000-2006, annualita' 2006. (Decreto n. 1/2010). (10A03176) (GU n. 67 del 22-3-2010 )

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 12 febbraio 2010

Attuazione della delibera CIPE n. 116/2009 di integrazione del
cofinanziamento statale a carico del Fondo di rotazione, in favore
del DOCUP obiettivo 2 della regione Abruzzo. Programmazione
2000-2006, annualita’ 2006. (Decreto n. 1/2010). (10A03176)

L’ISPETTORE GENERALE CAPO
per i rapporti finanziari con l’Unione europea

Vista la legge 16 aprile 1987, n. 183, concernente il coordinamento
delle politiche riguardanti l’appartenenza dell’Italia alle Comunita’
europee e l’adeguamento dell’ordinamento interno agli atti normativi
comunitari;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1988,
n. 568 e successive modificazioni ed integrazioni, recante il
regolamento sulla organizzazione e sulle procedure amministrative del
Fondo di rotazione per l’attuazione delle politiche comunitarie, di
cui all’art. 5 della predetta legge n. 183/1987;
Vista la legge 6 febbraio 1996, n. 52, concernente disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia
alle Comunita’ europee (legge comunitaria 1994);
Vista la legge 17 maggio 1999, n. 144, che, all’art. 3, ha previsto
il trasferimento dei compiti di gestione tecnica e finanziaria, gia’
attribuiti al CIPE, alle Amministrazioni competenti per materia;
Vista la delibera CIPE n. 141 del 6 agosto 1999, concernente il
riordino delle competenze del CIPE, che trasferisce al Ministero del
tesoro, del bilancio e della programmazione economica la
determinazione, d’intesa con le Amministrazioni competenti, della
quota nazionale pubblica dei programmi, progetti ed altre iniziative
cofinanziate dall’Unione europea;
Vista la delibera CIPE n. 95 del 4 agosto 2000, concernente
l’approvazione del quadro finanziario programmatico relativo alle
aree del centro-nord (obiettivo 2), periodo 2000-2006, la quale
prevede, tra l’altro che, per le misure a gestione regionale
nell’ambito dei DOCUP, la copertura della quota nazionale pubblica di
cofinanziamento sia assicurata, per il 70 per cento a carico del
Fondo di rotazione di cui alla legge n. 183/1987 mentre, per il
restante 30 per cento, sia posta a carico delle disponibilita’ delle
Regioni e Province autonome, e/o degli Enti locali titolari delle
azioni in esse previste;
Vista la decisione della Commissione delle Comunita’ europee
C(2004) 3960 dell’8 ottobre 2004 che modifica la decisione C(2001)
2120 del 12 settembre 2001 recante approvazione del DOCUP per gli
interventi strutturali comunitari nella regione Abruzzo interessata
dall’obiettivo 2 per il periodo 2000-2006 in Italia;
Visto il proprio decreto n. 9 del 16 marzo 2007 concernente il
cofinanziamento statale a carico del Fondo di rotazione ex lege n.
183/1987 dei DOCUP delle Regioni e Province autonome dell’obiettivo
2, periodo 2000-2006, che per l’annualita’ 2006 assegna all’Abruzzo
23,6 milioni di euro;
Vista la delibera CIPE n. 116 del 6 novembre 2009, concernente
l’integrazione del cofinanziamento statale ai sensi della legge 16
aprile 1987, n. 183, in favore del DOCUP obiettivo 2 della regione
Abruzzo, programmazione 2000-2006 la quale, al fine di sostenere
l’economia del territorio regionale gravemente colpita dagli eventi
sismici del mese di aprile 2009, prevede che il Fondo di rotazione
medesimo assuma a proprio carico il cofinanziamento regionale
dell’ultima annualita’, relativa al 2006;

Decreta:

1. Il Fondo di rotazione ex lege n. 183/1987 assume a proprio
carico il cofinanziamento di competenza della regione Abruzzo
relativo all’annualita’ 2006 del DOCUP obiettivo 2, programmazione
2000-2006, pari a 16,1 milioni di euro, per le motivazioni richiamate
in premessa.
2. Il Fondo di rotazione e’ autorizzato ad erogare il suddetto
importo secondo la normativa vigente.
3. Il presente decreto viene trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e successivamente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 12 febbraio 2010

L’ispettore generale capo
Amadori
Il ragioniere generale dello Stato
Canzio

Registrato alla Corte dei conti il 23 febbraio 2010
Ufficio controllo Ministeri economico-finanziari, registro n. 1
Economia e finanze, foglio n. 150

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 12 febbraio 2010

Architetto.info