MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 6 marzo 2009 | Architetto.info

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 6 marzo 2009

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 6 marzo 2009 - Modificazione del termine di comunicazione alle Agenzie fiscali dell'impronta dell'archivio informatico relativa ai documenti rilevanti ai fini tributari. (09A03783) (GU n. 80 del 6-4-2009 )

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 6 marzo 2009

Modificazione del termine di comunicazione alle Agenzie fiscali
dell’impronta dell’archivio informatico relativa ai
documenti rilevanti ai fini tributari. (09A03783)

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA
E DELLE FINANZE
Visto l’art. 5 del decreto del Ministro dell’economia e delle
finanze 23 gennaio 2004 che, in materia di comunicazione alle Agenzie
fiscali dell’impronta relativa ai documenti informatici rilevanti a
fini tributari, stabilisce che l’impronta dell’archivio informatico
oggetto della conservazione debba essere trasmessa, assieme alla
relativa sottoscrizione ed alla marca temporale, entro il mese
successivo alla scadenza dei termini previsti per la presentazione
delle dichiarazioni relative alle imposte sui redditi, all’imposta
regionale sulle attivita’ produttive e all’imposta sul valore
aggiunto, al fine di estendere la validita’ dei documenti
informatici;
Visto il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, recante «Codice
dell’amministrazione digitale», ed in particolare l’art. 21 in
materia di valore probatorio del documento informatico sottoscritto
che, al comma 5, prevede che gli obblighi fiscali relativi ai
documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di
supporto siano assolti secondo le modalita’ definite con decreti del
Ministro dell’economia e delle finanze, sentito il Ministro delegato
per l’innovazione e le tecnologie;
Visto l’art. 1, comma 161, della legge 24 dicembre 2007, n. 244,
che ha apportato modifiche all’art. 7, comma 4-ter, del decreto-legge
10 giugno 1994, n. 357, convertito, con modificazioni, dalla legge 8
agosto 1994, n. 489, nel senso di estendere a tre mesi, successivi
alla scadenza del termine per la presentazione delle dichiarazioni
annuali, il periodo in cui la tenuta dei registri contabili con
sistemi meccanografici e’ considerata regolare anche senza
trascrizione su carta;
Ritenuto che l’approvazione da parte dei direttori delle Agenzie
fiscali del provvedimento che disciplina le modalita’ di invio
dell’impronta dell’archivio informatico potrebbe comportare problemi
applicativi per i contribuenti che adottano sistemi informatici per
la formazione e la conservazione dei documenti rilevanti ai fini
delle disposizioni tributarie. Detti contribuenti, infatti, in base
all’attuale art. 5, comma 1, del decreto ministeriale 23 gennaio
2004, dovrebbero completare il procedimento di conservazione ed
inviare l’impronta dell’archivio informatico entro il mese successivo
alla scadenza del termine stabilito per la presentazione delle
dichiarazioni dei redditi, IRAP ed IVA, mentre i contribuenti che
adottano sistemi meccanografici di tenuta della contabilita’ in base
all’art. 7, comma 4-ter, del decreto-legge 10 giugno 1994, n. 357,
convertito dalla legge 8 agosto 1994, n. 489, come modificato
dall’art.1, comma 161, della legge 24 dicembre 2007, n. 244,
potrebbero provvedere alla stampa dei medesimi documenti entro tre
mesi dalla scadenza del medesimo termine;
Sentito il Ministro per la pubblica amministrazione e
l’innovazione,
Decreta:
Art. 1.
1. All’art. 5, comma 1, del decreto del Ministro dell’economia e
delle finanze 23 gennaio 2004, recante modalita’ di assolvimento
degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro
riproduzione in diversi tipi di supporto, le parole «Entro il mese
successivo» sono sostituite dalle seguenti: «Entro il quarto mese
successivo».
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 6 marzo 2009
Il Ministro : Tremonti
Registrato alla Corte dei conti il 19 marzo 2009 Ufficio di controllo
Ministeri economico-finanziari, registro n. 1 Economia e finanze,
foglio n. 325

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 6 marzo 2009

Architetto.info