MINISTERO DELL'INTERNO - DECRETO 22 Ottobre 2007 | Architetto.info

MINISTERO DELL’INTERNO – DECRETO 22 Ottobre 2007

MINISTERO DELL'INTERNO - DECRETO 22 Ottobre 2007 - Approvazione dei nuovi distintivi di qualifica e dei distintivi metallici di riconoscimento per il personale dei ruoli dei Vigili del fuoco, dei capi squadra e dei capi reparto del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. (GU n. 257 del 5-11-2007 )

MINISTERO DELL’INTERNO

DECRETO 22 Ottobre 2007

Approvazione dei nuovi distintivi di qualifica e dei distintivi
metallici di riconoscimento per il personale dei ruoli dei Vigili del
fuoco, dei capi squadra e dei capi reparto del Corpo nazionale dei
vigili del fuoco.

IL MINISTRO DELL’INTERNO

Visto il decreto legislativo 13 ottobre 2005, n. 217, che reca
l’ordinamento del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco
ed in particolare le disposizioni concernenti i ruoli dei vigili del
fuoco, dei capi squadra e dei capi reparto;
Visto l’art. 31 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139, che
demanda a un decreto del Ministro dell’interno la determinazione
delle caratteristiche e delle modalita’ di uso delle uniformi, degli
equipaggiamenti individuali, dei distintivi di qualifica e dei
distintivi metallici di riconoscimento del personale appartenente al
ruolo operativo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco;
Visto l’art. 3 del decreto del Presidente della Repubblica
6 febbraio 2004, n. 76, “Regolamento concernente disciplina delle
procedure per il reclutamento, l’avanzamento e l’impiego del
personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco” che
individua e disciplina le qualifiche del personale volontario;
Visto il decreto del Ministro dell’interno del 12 aprile 2006
recante “Distintivi di qualifica del personale del Corpo nazionale
dei vigili del fuoco” per i ruoli dei direttivi e dei dirigenti e per
il ruolo degli ispettori e dei sostituti direttori antincendi;
Visto il decreto del Ministro dell’interno del 6 maggio 2002,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 111
del 14 maggio 2002, concernente l’individuazione dello stemma in uso
al Corpo nazionale dei vigili del fuoco;
Considerato di dover tenere conto delle innovazioni ordinamentali
ed organizzative che hanno interessato il personale del Corpo
nazionale dei vigili del fuoco, di cui ai citati decreti legislativi;
Considerato di dover integrare il decreto del Ministro dell’interno
del 12 aprile 2006 recante “Distintivi di qualifica del personale del
Corpo nazionale dei vigili del fuoco” con l’introduzione dei
distintivi di qualifica per il personale appartenente al ruolo dei
vigili del fuoco, al ruolo dei capi squadra e dei capi reparto,
nonche’ per il personale volontario di cui all’art. 3 del
summenzionato decreto del Presidente della Repubblica 6 febbraio
2004, n. 76;
Ritenuto, pertanto, di individuare i nuovi distintivi di qualifica
del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco da apporre
sulle uniformi, in modo da istituirne di nuovi, modificarne quelli
gia’ in uso in relazione alle funzioni esercitate e alle nuove
denominazioni delle qualifiche;
Ritenuto, tra l’altro, di individuare un distintivo metallico di
riconoscimento per tutto il personale operativo del Corpo nazionale
dei vigili del fuoco, da utilizzare in occasione dello svolgimento
del servizio di istituto in abito civile;

Decreta:

Art. 1.
1. I distintivi di qualifica del ruolo dei vigili del fuoco, dei
capi squadra e dei capi reparto con riferimento rispettivamente alle
qualifiche di vigile del fuoco, vigile del fuoco qualificato, vigile
del fuoco esperto, vigile del fuoco coordinatore, capo squadra, capo
squadra esperto, capo reparto e capo reparto esperto, sono
determinati nelle fogge e nelle caratteristiche riportate
nell’allegato A, che costituisce parte integrante e sostanziale del
presente decreto.
2. Il personale volontario ha i distintivi, riferiti alle
qualifiche di vigile del fuoco volontario, capo squadra volontario e
capo reparto volontario, similari a quelli del personale permanente,
integrati dalla scritta “VOLONTARIO”, come riportato nell’allegato A.

Art. 2.
1. I fregi da braccio, da apporre sull’uniforme da intervento, sono
previsti per tutti i ruoli e le qualifiche del personale operativo
del Corpo nazionale dei vigili del fuoco ed hanno forma semiellittica
conformemente ai modelli ed ai colori riportati nell’allegato B, che
costituisce parte integrante e sostanziale del presente decreto.

Art. 3.
1. Il distintivo metallico di riconoscimento per tutto il personale
operativo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, da utilizzare in
occasione dello svolgimento del servizio di istituto in abito civile,
e’ determinato nella foggia e nelle caratteristiche riportate
nell’allegato C, che costituisce parte integrante e sostanziale del
presente decreto.

Art. 4.
1. L’uso, le specifiche tecniche, le dimensioni dei distintivi di
qualifica e dei fregi, di appartenenza e di specialita’, nonche’
l’uso dei segni onorifici sono regolati con decreto del capo del
Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della
difesa civile.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 22 ottobre 2007

Il Ministro: Amato

Allegato A – B – C

—-> Vedere immagini da pag. 21 a pag. 27 in formato zip/pdf

MINISTERO DELL’INTERNO – DECRETO 22 Ottobre 2007

Architetto.info