MINISTERO DELL'INTERNO - DECRETO 25 ottobre 2010 | Architetto.info

MINISTERO DELL’INTERNO – DECRETO 25 ottobre 2010

MINISTERO DELL'INTERNO - DECRETO 25 ottobre 2010 - Modalita' di attribuzione della misura agevolativa, corrispondente all'esclusione dal saldo del patto di stabilita' interno 2010, per i comuni di cui all'articolo 1 del decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39. (10A13122) - (GU n. 256 del 2-11-2010 )

MINISTERO DELL’INTERNO

DECRETO 25 ottobre 2010

Modalita’ di attribuzione della misura agevolativa, corrispondente
all’esclusione dal saldo del patto di stabilita’ interno 2010, per i
comuni di cui all’articolo 1 del decreto-legge 28 aprile 2009, n. 39.
(10A13122)

IL MINISTRO DELL’INTERNO

di concerto con

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA
E DELLE FINANZE

e con

IL MINISTRO DEL LAVORO
E DELLE POLITICHE SOCIALI

Visto l’art. 2, comma 42 della legge 23 dicembre 2009, n. 191, in
base al quale per i comuni di cui all’art. 1 del decreto-legge 28
aprile 2009, n. 39, convertito, con modificazioni, dalla legge 24
giugno 2009, n. 77, sono esclusi dal saldo del patto di stabilita’
interno per l’anno 2010, per un importo complessivo non superiore a
15 milioni di euro, i pagamenti per le spese relative agli
investimenti degli enti locali per la tutela della sicurezza pubblica
nonche’ per gli interventi temporanei e straordinari di carattere
sociale immediatamente diretti ad alleviare gli effetti negativi del
sisma dell’aprile 2009, a valere sulle risorse di cui all’art. 14,
comma 1, del predetto decreto-legge n. 39 del 2009;
Considerato che il citato art. 2, comma 42, dispone che con decreto
del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro dell’economia
e delle finanze e con il Ministro del lavoro e delle politiche
sociali, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in
vigore della stessa legge, sentita la Conferenza unificata di cui
all’art. 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, e
successive modificazioni, sono dettate le modalita’ di attuazione
delle disposizioni di cui allo stesso comma;
Considerato altresi’ che la misura agevolativa si applica nei
confronti dei comuni di cui sopra con popolazione superiore a 5.000
abitanti, in quanto soggetti al patto di stabilita’ interno;
Vista la tabella A allegata al presente decreto, e che ne
costituisce parte integrante, dalla quale risulta la distribuzione
tra gli enti interessati della misura agevolativa;
Sentita la Conferenza unificata;

Decreta:

Art. 1

Oggetto del provvedimento ed enti destinatari

1. Con il presente decreto sono individuate le modalita’ di
attribuzione della misura agevolativa, corrispondente all’esclusione
dal saldo del patto di stabilita’ interno per l’anno 2010 dei
pagamenti per le spese relative agli investimenti per la tutela della
sicurezza pubblica nonche’ per gli interventi temporanei e
straordinari di carattere sociale immediatamente diretti ad alleviare
gli effetti negativi del sisma dell’aprile 2009 per un ammontare pari
a 15 milioni di euro, riconosciuta ai comuni con popolazione
superiore a 5.000 abitanti, ai sensi dell’art. 2, comma 42, della
legge 23 dicembre 2009, n. 191.
2. La misura agevolativa di cui al comma 1 e’ attribuita
esclusivamente ai comuni in possesso dei requisiti di cui al comma 42
del citato art. 2.

Art. 2

Individuazione dei criteri di riparto

1. Nell’ambito delle somme come individuate ai sensi del precedente
art. 1, ad ogni ente locale e’ riconosciuta una misura agevolativa
cosi’ ripartita:
a) una quota, pari al 75 per cento, e’ attribuita in proporzione al
numero di abitanti, secondo i dati ISTAT riferiti al 31 dicembre
2008;
b) una quota, pari al 25 per cento, e’ attribuita in rapporto alle
spese di investimento sostenute, come risultanti dal rendiconto
presentato per l’anno 2008.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 25 ottobre 2010

Il Ministro dell’interno
Maroni

Il Ministro dell’economia
e delle finanze
Tremonti

Il Ministro del lavoro
e delle politiche sociali
Sacconi

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

MINISTERO DELL’INTERNO – DECRETO 25 ottobre 2010

Architetto.info