MINISTERO DELL'INTERNO - DECRETO 9 gennaio 2008 | Architetto.info

MINISTERO DELL’INTERNO – DECRETO 9 gennaio 2008

MINISTERO DELL'INTERNO - DECRETO 9 gennaio 2008 - Individuazione delle infrastrutture critiche informatiche di interesse nazionale. (GU n. 101 del 30-4-2008 )

MINISTERO DELL’INTERNO

DECRETO 9 gennaio 2008

Individuazione delle infrastrutture critiche informatiche di
interesse nazionale.

IL MINISTRO DELL’INTERNO

Visto il decreto-legge 27 luglio 2005, n. 144, recante misure
urgenti per il contrasto del terrorismo internazionale, convertito,
con modificazioni, dalla legge 31 luglio 2005, n. 155 ed in
particolare l’art. 7-bis, con il quale e’, tra l’altro, disposto che,
con decreto del Ministro dell’interno, siano individuate le
infrastrutture critiche informatizzate di interesse nazionale alla
cui protezione informatica provvede l’organo del Ministero
dell’interno per la sicurezza e per la regolarita’ dei servizi di
telecomunicazione, operando mediante collegamenti telematici definiti
con apposite convenzioni con i responsabili delle strutture
interessate;
Visto l’art. 15 della legge 7 agosto 1990, n. 241, nonche’ l’art.
39 della legge 16 gennaio 2003, n. 3;
Visto il decreto del Ministro dell’interno, di concerto con il
Ministro delle comunicazioni e con il Ministro del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica, in data 19 gennaio 1999,
con il quale il Servizio polizia postale e delle comunicazioni del
Dipartimento della pubblica sicurezza e’ individuato quale organo
centrale del Ministero dell’interno per la sicurezza e la regolarita’
dei servizi delle telecomunicazioni;
Decreta:

Art. 1.
Individuazione delle infrastrutture critiche informatizzate di
interesse nazionale

1. Ai sensi e per gli effetti dell’art. 7-bis del decreto-legge
27 luglio 2005, n. 144, convertito, con modificazioni, dalla legge
31 luglio 2005, n. 155, sono da considerare infrastrutture critiche
informatizzate di interesse nazionale i sistemi ed i servizi
informatici di supporto alle funzioni istituzionali di:
a) Ministeri, agenzie ed enti da essi vigilati, operanti nei
settori dei rapporti internazionali, della sicurezza, della
giustizia, della difesa, della finanza, delle comunicazioni, dei
trasporti, dell’energia, dell’ambiente, della salute;
b) Banca d’Italia ed autorita’ indipendenti;
c) societa’ partecipate dallo Stato, dalle regioni e dai comuni
interessanti aree metropolitane non inferiori a 500.000 abitanti,
operanti nei settori delle comunicazioni, dei trasporti,
dell’energia, della salute e delle acque;
d) ogni altra istituzione, amministrazione, ente, persona
giuridica pubblica o privata la cui attivita’, per ragioni di tutela
dell’ordine e della sicurezza pubblica, sia riconosciuta di interesse
nazionale dal Ministro dell’interno, anche su proposta dei prefetti –
autorita’ provinciali di pubblica sicurezza.
2. I collegamenti telematici necessari per assicurare i servizi di
protezione informatica delle infrastrutture critiche informatizzate
di cui al comma 1 sono definiti sulla base dell’individuazione delle
strutture medesime da parte delle istituzioni, amministrazioni,
autorita’, societa’, enti, persone giuridiche pubbliche o private di
cui al medesimo comma 1, mediante apposite convenzioni ai sensi
dell’art. 15 della legge 7 agosto 1990, n. 241 e dell’art. 39 della
legge 16 gennaio 2003, n. 3, stipulate, per il Ministero
dell’interno, dal Capo della polizia direttore generale della
pubblica sicurezza e, per le istituzioni ed altri soggetti
interessati, dai competenti organi amministrativi di vertice.

Art. 2.
1. Il Ministero dell’interno collabora alla protezione informatica
delle infrastrutture informatizzate degli organi costituzionali,
secondo forme e modalita’ da concordare con gli organi medesimi.

Art. 3.
Istituzione del C.N.A.I.P.I.C.

1. Per l’attuazione dell’art. 7-bis del citato decreto-legge n. 144
del 2005, convertito con modificazioni dalla legge n. 155 del 2005,
il Capo della polizia – direttore generale della pubblica sicurezza
provvede con proprio decreto, nell’ambito delle risorse umane,
strumentali e finanziarie assegnate al Dipartimento della pubblica
sicurezza, all’istituzione ed alla definizione dell’assetto
organizzativo e funzionale del Centro nazionale anticrimine
informatico per la protezione delle infrastrutture critiche
(C.N.A.I.P.I.C.), quale unita’ organizzativa di livello non
dirigenziale, incardinata nel Servizio polizia postale e delle
comunicazioni del medesimo Dipartimento.
Il Capo della polizia – direttore generale della pubblica sicurezza
e’ incaricato della esecuzione del presente decreto, che sara’
inviato ai competenti organi di controllo.
Roma, 9 gennaio 2008
Il Ministro: Amato
Registrato alla Corte dei conti l’11 febbraio 2008 Ministeri
istituzionali – Interno, registro n. 2, foglio n. 27

MINISTERO DELL’INTERNO – DECRETO 9 gennaio 2008

Architetto.info