MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 27 aprile 2010 | Architetto.info

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – DECRETO 27 aprile 2010

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 27 aprile 2010 - Ammissione di progetti al Fondo per le agevolazionialla ricerca. (Decreto n. 112/Ric.). (10A13076) (GU n. 256 del 2-11-2010 )

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

DECRETO 27 aprile 2010

Ammissione di progetti al Fondo per le agevolazionialla ricerca.
(Decreto n. 112/Ric.). (10A13076)

IL DIRETTORE GENERALE
per il coordinamento e lo sviluppo della ricerca

Visto il decreto-legge 16 maggio 2008, n. 85, recante:
«Disposizioni urgenti per l’adeguamento delle strutture di Governo in
applicazione dell’art. 1, commi 376 e 377, della legge 24 dicembre
2007, n. 244», pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 114 del 16
maggio 2008, convertito, con modificazioni nella legge 14 luglio
2008, n. 121, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 164 del 15
luglio 2008;
Visto il decreto legislativo del 27 luglio 1999, n. 297: «Riordino
della disciplina e snellimento delle procedure per il sostegno delle
ricerca scientifica e tecnologica, per la diffusione delle
tecnologie, per la mobilita’ dei ricercatori»;
Visto il decreto ministeriale 8 agosto 2000, n. 593, recante:
«Modalita’ procedurali per la concessione delle agevolazioni previste
dal decreto legislativo del 27 luglio 1999, n. 297» e, in
particolare, l’art.11 che disciplina la concessione delle
agevolazioni a progetti autonomamente presentati per attivita’ di
ricerca proposte da costituende societa’;
Visto il decreto ministeriale n. 98 del 2 maggio 2002 istitutivo
della commissione di cui al comma 9 del richiamato art. 11;
Viste le risultanze delle attivita’ istruttorie effettuate, a
fronte dei progetti pervenuti, dalla suddetta commissione;
Visto il parere espresso dal Comitato di cui all’art. 7, comma 1,
del decreto legislativo n. 297/1999, nelle sedute del 3 e del 17
febbraio 2010;
Visto il decreto del Ministero dell’economia e delle finanze n.
90402 del 10 ottobre 2003, d’intesa con il Ministero dell’istruzione,
dell’universita’ e della ricerca, registrato dalla Corte dei conti il
15 ottobre 2003 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 274 del 25
novembre 2003;
Visto il D.D. n. 560/Ric del 2 ottobre 2009 di ripartizione delle
risorse del Fondo per le agevolazioni alla ricerca per l’anno
2007-2008;
Ritenuta la necessita’ di adottare, per i progetti ammissibili alla
agevolazione, il relativo provvedimento ministeriale stabilendo, per
ciascuno, forme, misure, modalita’ e condizioni delle agevolazioni
stesse;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 giugno 1998, n.
252 «Regolamento recante norme per la semplificazione dei
procedimenti relativi al rilascio delle comunicazioni e delle
informazioni antimafia»;
Visto il decreto legislativo n. 165 del 30 marzo 2001, recante
«Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche e successive modifiche e integrazioni»;

Decreta:

Art. 1

I seguenti progetti di ricerca sono ammessi agli interventi
previsti all’art. 11 del decreto ministeriale 8 agosto 2000, n. 593,
di cui alle premesse, nella forma, nella misura e con le modalita’ e
le condizioni di seguito indicate:

Parte di provvedimento in formato grafico

Art. 2

La maggiorazione prevista all’art. 11, comma 14, lettera c),
modificata con decreto ministeriale del 2 gennaio 2008, prot. Gab/4,
comma 4, lettera a), e’ subordinata alla verifica, prima della
stipula del contratto di finanziamento, del requisito di piccola e
media impresa da parte del soggetto convenzionato.

Art. 3

I predetti interventi sono subordinati all’acquisizione della
certificazione antimafia di cui al decreto del Presidente della
Repubblica del 3 giugno 1998, n. 252.
L’esecutivita’ del presente decreto e’ subordinata alla
attestazione della effettiva costituzione delle societa’ nei tre mesi
successivi la data del decreto stesso.
Ai sensi del comma 17, dell’art. 11, del decreto ministeriale n.
593 dell’8 agosto 2000, i soggetti beneficiari della agevolazione
sono tenuti a:
impegnarsi personalmente in modo fattivo nella realizzazione del
loro progetto in vista della costituzione della societa’ sul
territorio nazionale;
assumere le disposizioni piu’ adeguate in materia di tutela dei
diritti di proprieta’ intellettuale: in particolare mantenere i
brevetti ottenuti con i finanziamenti pubblici, e, in caso contrario,
informare tempestivamente il MIUR delle proprie intenzioni;
partecipare a manifestazioni a richiesta del MIUR e fornire allo
stesso tutte le informazioni sullo sviluppo del progetto nei tre anni
seguenti la fine del periodo di sostegno, attraverso relazioni
annuali, al fine di permetterne la valutazione;
indirizzare, in caso di abbandono del progetto, una informativa
motivata al MIUR in cui dichiarano esplicitamente di rinunciare al
sostegno finanziario ottenuto.
La durata dei progetti potra’ essere maggiorata di 12 mesi per
compensare eventuali slittamenti temporali nell’esecuzione delle
attivita’ poste in essere dal contratto.

Art. 4

La relativa spesa di € 3.500.047,99 di cui all’art. 1 del presente
decreto, grava sulle disponibilita’ del FAR per l’anno 2007-2008 di
cui alle premesse, come di seguito indicato:
€ 3.217.937,41 alla sezione Area nazionale;
€ 282.110,58 alla sezione Area depressa.
Il presente decreto sara’ trasmesso agli organi competenti per le
necessarie attivita’ di controllo.
Il presente decreto sara’ pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma , 27 aprile 2010

Il direttore generale: Agostini

Registrato alla Corte dei conti il 4 agosto 2010
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 13, foglio n. 218.

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – DECRETO 27 aprile 2010

Architetto.info