MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 28 giugno 2011 | Architetto.info

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – DECRETO 28 giugno 2011

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 28 giugno 2011 - Equiparazione delle lauree specialistiche e magistrali della classe 9/S - LM-9 Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche, alle lauree specialistiche e magistrali della classe 6/S - LM-6 Biologia, ai fini della partecipazione ai concorsi pubblici in ambito medico-sanitario. (11A15256) - (GU n. 283 del 5-12-2011 )

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

DECRETO 28 giugno 2011

Equiparazione delle lauree specialistiche e magistrali della classe
9/S – LM-9 Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche, alle
lauree specialistiche e magistrali della classe 6/S – LM-6 Biologia,
ai fini della partecipazione ai concorsi pubblici in ambito
medico-sanitario. (11A15256)

IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE,
DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

di concerto con

IL MINISTRO PER LA PUBBLICA
AMMINISTRAZIONE E L’INNOVAZIONE

Vista la legge 14 luglio 2008, n. 121 «Conversione in legge, con
modificazioni, del decreto-legge 16 maggio 2008, n. 85, recante
disposizioni urgenti per l’adeguamento delle strutture di Governo in
applicazione dell’art. 1, commi 376 e 377, della legge 24 dicembre
2007, n. 244»;
Visto il testo unico delle leggi sull’istruzione superiore,
approvato con regio decreto 31 agosto 1933, n. 1592;
Vista la legge 21 febbraio 1980, n. 28 «Delega al Governo per il
riordinamento della docenza universitaria e relativa fascia di
formazione, e per la sperimentazione organizzativa e didattica.»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n.
382 «Riordinamento della docenza universitaria, relativa fascia di
formazione nonche’ sperimentazione organizzativa e didattica»;
Vista la legge 19 novembre 1990, n. 341 «Riforma degli ordinamenti
didattici universitari» ed in particolare l’art. 9, comma 6,
concernente le equipollenze dei titoli di studio ai fini della
partecipazione a pubblici concorsi;
Vista la legge 12 gennaio 1991, n. 13 «Determinazione degli atti
amministrativi da adottarsi nella forma del decreto del Presidente
della Repubblica», con riguardo all’art. 2;
Visto il decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509 «Regolamento
recante norme concernenti l’autonomia didattica degli atenei»;
Visti i decreti ministeriali 4 agosto 2000 e 28 novembre 2000
relativi alla determinazione delle classi delle lauree universitarie
e delle lauree universitarie specialistiche;
Visto il decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270, recante
modifiche al predetto decreto ministeriale n. 509/99, ed in
particolare l’art. 4, comma 4, concernente le equipollenze fra titoli
accademici dello stesso livello afferenti a piu’ classi ai soli fini
dell’accesso a specifiche posizioni funzionali del pubblico impiego;
Visti i decreti ministeriali 16 marzo 2007 relativi alla
determinazione delle classi di laurea e di laurea magistrale;
Vista la richiesta del Presidente Nazionale e del Segretario
Nazionale della Federazione Italiana Biotecnologi – F.I.Bio, datata 8
ottobre 2009, prot. S 004/09, di equipollenza delle lauree
specialistiche e magistrali in Biotecnologie (classi 7/S, 8/S e 9/S –
ora LM-7, LM-8 e LM-9) con la laurea specialistica della classe 6/S e
magistrale della classe LM-6, ai fini della partecipazione ai
pubblici concorsi;
Visto il parere espresso dal Consiglio Universitario Nazionale
nell’adunanza del 12 gennaio 2011;

Decreta:

Art. 1

Le lauree specialistiche afferenti alla classe 9/S Biotecnologie
mediche, veterinarie e farmaceutiche e le lauree magistrali afferenti
alla classe LM-9 Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche,
conferite dalle Universita’ statali e non statali abilitate a
rilasciare titoli aventi valore legale, sono equipollenti,
rispettivamente, alle lauree specialistiche afferenti alla classe 6/S
Biologia e alle lauree magistrali afferenti alla classe LM-6
Biologia, rilasciate dalle predette istituzioni, limitatamente ai
concorsi pubblici in ambito medico-sanitario, in base ai requisiti
stabiliti dall’art. 2.

Art. 2

1. La suddetta equipollenza e’ possibile solo nei casi in cui il
soggetto richiedente abbia conseguito complessivamente nella sua
carriera universitaria (laurea e laurea specialistica/magistrale):
1) almeno 60 CFU nei settori scientifico-disciplinari da BIO/01 a
BIO/09;
2) un minimo di 24 CFU conseguiti in almeno quattro dei seguenti
settori scientifico-disciplinari: BIO/09, BIO/12, BIO/14, BIO/16,
MED/04, MED/07, MED/42.
2. I CFU acquisiti al punto 2) possono essere compresi tra quelli
previsti al punto 1).
3. E’ compito dell’Ateneo che ha conferito la laurea
specialistica/magistrale rilasciare, a chi ne fa richiesta, un
certificato attestante che il titolo posseduto ha i requisiti
curriculari sopracitati, da allegare alle domande di partecipazione
ai concorsi insieme con il certificato di laurea
specialistica/magistrale.
Il presente decreto sara’ inviato ai competenti organi di controllo
e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 28 giugno 2011

Il Ministro dell’istruzione,
dell’universita’ e della ricerca
Gelmini

Il Ministro per la pubblica
amministrazione e l’innovazione
Brunetta

Registrato alla Corte dei conti il 9 settembre 2011
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 11, foglio n. 357

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – DECRETO 28 giugno 2011

Architetto.info