MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 28 aprile 2011 | Architetto.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 28 aprile 2011

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 28 aprile 2011 - Modalita' di comunicazione delle notizie di bilancio, ai fini della verifica del permanere dei requisiti di mutualita', da parte delle banche di credito cooperativo. (11A07649) - (GU n. 140 del 18-6-2011 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 28 aprile 2011

Modalita’ di comunicazione delle notizie di bilancio, ai fini della
verifica del permanere dei requisiti di mutualita’, da parte delle
banche di credito cooperativo. (11A07649)

IL DIRETTORE GENERALE
per le piccole e medie imprese e gli enti cooperativi

Visto l’art. 2513 del codice civile;
Visto l’art. 223-sexiesdecies delle disposizioni di attuazione del
codice civile, come modificato dall’art. 9 del decreto legislativo n.
6/2003;
Visto il comma 4 dell’art. 10 della legge 23 luglio 2009, n. 99;
Visto l’art. 21, comma 3, della legge 31 gennaio 1992, n. 59;
Visto l’art. 18 del decreto legislativo n. 2 agosto 2002, n. 220;
Visto il comma 2-bis – introdotto dall’art. 38 del decreto
legislativo n. 310/2004 – dell’art. 28 del decreto legislativo 1°
settembre 1993, n. 385 (T.U.B.);
Visto l’art. 33 del decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385
(T.U.B.);
Visti gli articoli 35 e 51 – primo comma – del decreto legislativo
1° settembre 1993, n. 385 (T.U.B.);
Viste le circolari della Banca d’Italia n. 154 del 22 novembre
1991, «Segnalazioni di vigilanza delle istituzioni creditizie e
finanziarie. Schemi di rilevazione e istruzioni per l’inoltro dei
flussi informativi» e n. 272 del 30 luglio 2008 «Matrice dei conti» e
successive integrazioni e aggiornamenti;
Visto il decreto ministeriale 23 giugno 2004 di istituzione
dell’Albo delle societa’ cooperative;
Tenuto conto delle peculiarita’ di redazione del bilancio di
esercizio delle banche di credito cooperativo, le quali non
consentono di utilizzare gli attuali strumenti telematici di
comunicazione delle notizie di bilancio al fine della verifica del
permanere delle condizioni di mutualita’ prevalente;
Viste le precedenti circolari di questa direzione generale, con le
quali le banche di credito cooperativo, in considerazione di tali
problematiche, sono state sinora temporaneamente esonerate
dall’obbligo di compilazione ed inoltro del modello C17 Bilancio;
Tenuto conto del positivo esito delle trattative in tal senso
intercorse con la Banca d’Italia, nonche’ della definizione delle
rispettive aree di competenza in materia;
Ritenuto di dover dare definitiva ed efficace soluzione al
problema, in base alla tipologia dei controlli contabili
periodicamente effettuati dalla Banca d’Italia;

Decreta:

Art. 1

A decorrere dalla sessione di bilancio dell’esercizio finanziario
2010, l’obbligo di cui al combinato disposto dell’art.
223-sexiesdecies disp. att. c.c. e del comma 4 dell’art. 10 della
legge 23 luglio 2009, n. 99, per le banche di credito cooperativo, e’
assolto mediante l’inoltro, nei termini di legge, della dichiarazione
a firma del legale rappresentante dell’istituto di credito,
autenticata ai sensi degli articoli 21 e 47 del decreto del
Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, riportata
nell’allegato, il quale forma parte integrante e sostanziale del
presente decreto.

Art. 2

Il presente decreto non implica oneri a carico dell’erario.

Art. 3

Il presente decreto verra’ inviato per la pubblicazione nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 28 aprile 2011

Il direttore generale: Esposito

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 28 aprile 2011

Architetto.info