Modificazione dell'ordinanza ministeriale 28 luglio 1994 | Architetto.info

Modificazione dell’ordinanza ministeriale 28 luglio 1994

Modificazione dell'ordinanza ministeriale 28 luglio 1994 concernente: "Misure di protezione per quanto riguarda l'encefalopatia spongiforme bovina e la somministrazione, con la dieta, di proteine derivate da mammiferi".

MINISTERO DELLA SANITA’
ORDINANZA 17 novembre 2000
Modificazione dell’ordinanza ministeriale 28 luglio 1994 concernente:
“Misure di
protezione per quanto riguarda l’encefalopatia spongiforme bovina e la
somministrazione, con la dieta, di proteine derivate da mammiferi”.
IL MINISTRO DELLA SANITA’
Visto l’art. 32 della legge 23 dicembre 1978, n. 833, e successive
modifiche, relativo
all’istituzione del Servizio sanitario nazionale;
Visto l’art. 117 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
Vista la legge 15 febbraio 1963, n. 281, e successive modificazioni,
che disciplina la
preparazione ed il commercio dei mangimi;
Visto il decreto legislativo 14 dicembre 1992, n. 508, relativo
all’attuazione della direttiva n.
90/667 del Consiglio del 27 novembre 1990, che stabilisce le norme
sanitarie per
l’eliminazione, la trasformazione e l’immissione in commercio di
rifiuti di origine animale e
la protezione degli agenti patogeni degli alimenti per animali di
origine animale o a base di
pesce e che modifica la direttiva n. 90/425/CEE;
Vista l’ordinanza ministeriale 28 luglio 1994, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana del 15 settembre 1994, n. 216, relativa alle
misure di protezione per
quanto riguarda l’encefalopatia spongiforme bovina e la
somministrazione, con la dieta, di
proteine derivate da mammiferi, e successive modificazioni da ultimo
modificata
dall’ordinanza ministeriale 16 luglio 1999, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della
Repubblica italiana del 2 ottobre 1999, n. 232;
Considerato che la somministrazione di determinate proteine di origine
animale ai
ruminanti comporta un potenziale rischio di trasmissione dell’agente
della encefalopatia
spongiforme bovina;
Considerato che l’assenza di questa malattia sul territorio italiano
non esclude la
necessita’ di predisporre misure atte a prevenire la sua eventuale
insorgenza;
Considerato il rischio derivante dall’aggiunta delle farine di pesce
alle farine di carne per
mascherare queste ultime;
Considerato che il metodo microscopico ufficiale utilizzato per
l’analisi degli alimenti per
animali, pur consentendo di distinguere nelle farine di carne i
vertebrati utilizzati per le
stesse, e’ di piu’ facile impiego se volto ad individuare l’intera
categoria di vertebrati
presenti nelle predette farine e quindi piu’ efficace ai fini dei
controlli;
Considerato che in tale situazione si rende indispensabile adottare
una posizione di
massima prudenza e in particolare fare in modo che ai ruminanti non
vengano
somministrate attraverso le farine ottenute da proteine di tessuti
animali anche le proteine
di mammiferi;
Ritenuto necessario modificare l’ordinanza citata per conformarsi alle
misure di maggiore
prudenza su esposte;ഊRitenuto necessario rispettare le naturali
abitudini alimentari degli animali erbivori quali i
bovini, i bufali, i bisonti, gli ovini, i caprini, gli equini e i
conigli, che fisiologicamente hanno
una dieta priva di proteine di origine animale;
Ritenuto necessario fornire elementi di rassicurazione ai consumatori,
attualmente
preoccupati che materiale non idoneo al consumo umano possa entrare
nella catena
alimentare;
Vista la legge 14 gennaio 1994, n. 20, contenente disposizioni in
materia di giurisdizione e
controllo della Corte dei conti;
Ordina:
Art. 1.
1. L’art. 1, comma 1, dell’ordinanza ministeriale 28 luglio 1994, e’
sostituito dal seguente:
“1. E’ vietata la somministrazione agli erbivori di mangimi contenenti
proteine derivanti da
tessuti animali”.
Art. 2.
1. E’ vietata la somministrazione a tutte le specie animali di
alimenti per animali ottenuti dai
rifiuti di origine animale di cui all’art. 3, comma 1, del decreto
legislativo 14 dicembre 1992,
n. 508.
La presente ordinanza e’ trasmessa alla Corte dei conti per la
registrazione ed entra in
vigore il giorno della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 17 novembre 2000
Il Ministro: Veronesi
Registrato alla Corte dei conti il 22 novembre 2000
Registro n. 2 Sanita’, foglio n. 219

Modificazione dell’ordinanza ministeriale 28 luglio 1994

Architetto.info