Modificazioni al decreto 2 febbraio 2001 | Architetto.info

Modificazioni al decreto 2 febbraio 2001

Modificazioni al decreto 2 febbraio 2001 recante fissazione dei termini di presentazione delle domande per l'accesso alle agevolazioni previste dal decreto del Presidente della Repubblica 28 luglio 2000, n. 314, a favore dell'imprenditoria femminile. (Bando 2001)

DECRETO MINISTERIALE 28 marzo 2001
Modificazioni al decreto 2
febbraio 2001 recante fissazione dei termini di presentazione delle
domande per l’accesso alle agevolazioni previste dal decreto del
Presidente della Repubblica 28 luglio 2000, n. 314, a favore
dell’imprenditoria femminile. (Bando 2001)
(G.U. n. 83, 9 aprile 2001,
Serie Generale)
IL MINISTRO DELL’INDUSTRIA
DEL COMMERCIO E
DELL’ARTIGIANATO
Vista la legge 25 febbraio 1992, n. 215, recante
“Azioni positive per l’imprenditoria femminile”;
Visto il decreto del
Presidente della Repubblica 28 luglio 2000, n. 314, concernente il
“Regolamento per la semplificazione del procedimento recante la
disciplina del procedimento relativo agli interventi a favore
dell’imprenditoria femminile” (n. 54, allegato 1, della legge n.
59/1997);
Visto il decreto del Ministro dell’industria, del commercio
e dell’artigianato del 2 febbraio 2001 concernente la fissazione dei
termini di presentazione delle domande per l’accesso alle agevolazioni
a favore dell’imprenditoria femminile per il bando 2001;
Visto in
particolare l’art. 2 del citato decreto 2 febbraio 2001 che disciplina
le modalità per la trasmissione delle domande relative alle iniziative
da realizzare nelle regioni che hanno integrato le risorse statali e
l’allegato 2 del medesimo decreto che riporta l’elenco degli uffici
regionali competenti a ricevere le domande;
Vista la nota della
Regione siciliana n. 5090/698 del 23 febbraio 2001 con la quale viene
comunicato che, a seguito della legge regionale n. 31 del 13 febbraio
2001, è variato l’ufficio competente alla gestione degli interventi di
cui alla legge n. 215/1992;
Vista la nota della regione Liguria n.
26592/896 del 21 febbraio 2001 con la quale viene rettificata
l’indicazione dell’ufficio competente alla gestione degli interventi
di cui alla legge n. 215/1992 riportata nel citato decreto 20 febbraio
2001;
Considerato che per un errore materiale l’importo del totale
delle risorse assegnate alla regione Sardegna indicato all’art. 2,
comma 5 del citato decreto 2 febbraio 2001 è stato indicato in L/mld
14,830 anziché in L/mld 14,580;
Decreta:
Art. 1.
Gli uffici competenti
a ricevere le domande delle imprese per l’accesso alle agevolazioni a
favore dell’imprenditoria femminile per le iniziative da realizzare
nel territorio delle regioni Sicilia e Liguria sono i seguenti:

regione Sicilia, assessorato regionale per l’industria, dipartimento
regionale industria, viale Regione Siciliana n. 4580 – 90145 Palermo;

regione Liguria, Dipartimento sviluppo economico, settore politiche
di sviluppo industria e artigianato, via Gabriele d’Annunzio, 113 –
16121 Genova.
Art. 2.
L’importo totale relativo alla regione
Sardegna, derivante dalla somma della quota statale e di quella
regionale, riportato nell’art. 1, comma 5, del decreto 20 febbraio
2001, è rettificato in L/mld 14,580.Il presente decreto è pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Modificazioni al decreto 2 febbraio 2001

Architetto.info