Modificazioni al decreto 22 febbraio 2001 | Architetto.info

Modificazioni al decreto 22 febbraio 2001

Modificazioni al decreto 22 febbraio 2001 concernente l'istituzione del registro di detenzione degli esemplari di specie animali e vegetali.

MINISTERO DELL’AMBIENTE
DECRETO 28 marzo 2001
Modificazioni al decreto
22 febbraio 2001 concernente l’istituzione del registro di detenzione
degli esemplari
di specie animali e vegetali.
IL MINISTRO
DELL’AMBIENTE
di concerto con IL MINISTRO PER LE POLITICHE AGRICOLE E
FORESTALI
Vista la convenzione sul commercio internazionale di specie
di fauna e flora selvatiche in pericolo di
estinzione (CITES), firmata
a Washington il 3 marzo 1973 e ratificata con legge 19 dicembre 1975,
n. 874;
Visto il regolamento (CE) 338/97 del Consiglio del 9 dicembre
1996, e successive attuazioni e modificazioni,
ed il regolamento (CE)
939/97 della Commissione del 26 maggio 1997, e successive attuazioni
e
modificazioni, relativi alla protezione di specie della flora e
della fauna selvatiche mediante il controllo del
loro commercio, ed in
particolare l’art. 3 relativo al campo di applicazione dello
stesso;
Visto l’art. 4, comma 1, lettera b), della legge 9 dicembre
1998, n. 426, che inserisce il comma 5-bis all’art. 5
della legge 7
febbraio 1992, n. 150, prevedendo che il Ministro dell’ambiente, di
concerto con il Ministero
delle politiche e forestali, emani il
presente decreto per istituire il registro di detenzione degli
esemplari di cui
agli articoli 1 e 2 della legge 7 febbraio 1992, n.
150;
Considerato che il Ministero dell’ambiente, ai sensi dell’art. 8
della legge 7 febbraio 1992, n. 150, cura
l’adempimento della
convenzione di Washington, potendosi avvalere delle esistenti
strutture del Corpo
forestale dello Stato;
Visto l’art. 8-quinquies,
comma 3-quinquies, della legge 7 febbraio 1992, n. 150, che demanda al
ministero
delle politiche agricole e forestali, tramite il Corpo
forestale dello Stato, l’effettuazione delle certificazioni e
dei
controlli;
Ritenuto che per il momento e’ necessario limitare
l’istituzione del registro ai soli esemplari vivi e alle parti di
essi
con l’esclusione dei prodotti derivati di specie animali e vegetali
incluse negli allegati A e E del
regolamento (CE) 338/97 del Consiglio
del 9 dicembre 1996, e successive attuazioni e modificazioni, e
che
successivamente si provvedera’ ad istituire un registro per i
prodotti derivati da esemplari di specie animali e
vegetali incluse
negli allegati A e B del succitato regolamento CE 338/97;
Sentito il
parere della Commissione scientifica di cui all’art. 4, comma 2, della
legge 7 febbraio 1992, n. 150;
Visto il decreto 22 febbraio 2001 del
Ministro dell’ambiente, di concerto con il Ministro delle politiche
agricole
e forestali, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 59 del 12 marzo 2001, concernente
l’istituzione del
registro di detenzione degli esemplari di specie animali e
vegetali;
Ritenuto necessario integrare la prescrizione del comma 4
dell’art. 1 del decreto da ultimo menzionato, in
tema di obblighi in
capo ai detentori di esemplari di specie animali e vegetali incluse
negli allegati A e B del
regolamento (CE) 338/97 del Consiglio del 9
dicembre 1996, e successive attuazioni e modificazioni, ai
fini
dell’iscrizione nel registro di detenzione previsto da detto
ultimo decreto;
Decreta:
Art. 1.
Il comma 4 dell’ art. 1 del decreto
22 febbraio 2001 del Ministro dell’ambiente, di concerto con il
Ministro
delle politiche agricole e forestali, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 59 del 12 marzo
2001, e’
sostituito dal seguente:
“4. gli esemplari detenuti alla data di
pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale,
devono
essere iscritti nel registro di cui al comma 1 entro venti
giorni dalla data di consegna del registro, che deve
essere richiesto
entro il 30 giugno 2001. Per gli esemplari acquisiti a qualsiasi
titolo dopo la data di
pubblicazione del presente decreto l’iscrizione
nel registro dovra’ avvenire entro dieci giorni
dall’acquisizione
stessa. Sono fatte salve le disposizioni previste
dall’art. 5 della legge 7 febbraio 1992, n. 150”.
Il presente decreto
sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.
Roma, 28 marzo 2001
Il Ministro dell’ambiente Bordon
Il
Ministro per le politiche agricole e forestali Pecoraro Scanio

Modificazioni al decreto 22 febbraio 2001

Architetto.info