Modificazioni al decreto ministeriale 27 maggio 1998 | Architetto.info

Modificazioni al decreto ministeriale 27 maggio 1998

Modificazioni al decreto ministeriale 27 maggio 1998 concernente i certificati d'iscrizione nel registro delle imprese recanti la dicitura antimafia.

IL DIRETTORE GENERALE del commercio, assicurazioni e servizi
Vista la legge 31 maggio 1965, n. 575, e successive modificazioni
recante “Disposizioni contro la mafia”;
Visto il decreto legislativo 8 agosto 1994, n. 490, recante
disposizioni di attuazione della legge 17 gennaio 1994, n. 47, in
materia di comunicazioni o certificazioni antimafia;
Visto il decreto-legge 25 marzo 1997, n. 67, convertito, con
modificazioni, dalla legge 23 maggio 1997, n. 135, ed in
particolare l’art.15 concernente lo snellimento delle procedure in
materia di informazioni e comunicazioni antimafia;
Visto il decreto dirigenziale 27 maggio 1998, emanato in attuazione
dell’art. 5 del decreto ministeriale 16 dicembre 1997, n. 486, con
il quale sono stati individuati i certificati che, ai fini
dell’equiparazione alle comunicazioni antimafia, possono recare la
dicitura antimafia di cui al medesimo art. 5, comma 1, tra i
diversi certificati del registro delle imprese rilasciati dalle
camere di commercio in conformità al decreto ministeriale 7
febbraio 1996;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 giugno 1998, n.
252, regolamento recante norme per la semplificazione dei
procedimenti relativi al rilascio delle comunicazioni e delle
informazioni antimafia, che ha abrogato l’intero decreto
ministeriale 16 dicembre 1997, n. 486, gli articoli 2, 3 e 5 (ed il
relativo allegato 5) del decreto legislativo 8 agosto 1994, n. 490,
nonché l’art.5 della legge 17 gennaio 1994, n. 47; Visto in
particolare l’art.9 del decreto del Presidente della Repubblica 3
giugno 1998, n. 252, che ha riprodotto la norma di cui all’art. 5
del decreto ministeriale 16 dicembre 1997, n. 486, ma ha introdotto
una nuova dicitura antimafia da riportare in calce alle
certificazioni delle camere di commercio ed, inoltre, l’art.2,
comma 3, che ha elencato i soggetti controllati riportando i
soggetti di cui al predetto allegato 5;
Considerato che in conformità alle disposizioni sopra descritte
occorre modificare il decreto 27 maggio 1998 per la parte
concernente la predetta dicitura antimafia e per il riferimento
all’elenco dei soggetti controllati indicati nel predetto allegato
5 all’art. 5 abrogato del decreto legislativo n. 490 del 1994;
Decreta:
Art. 1.
1. A decorrere dall’entrata in vigore del regolamento emanato con
decreto del Presidente della Repubblica 3 giugno 1998, n. 252, i
certificati d’iscrizione nel registro delle imprese rilasciati a
norma del decreto 27 maggio 1998 recano la dicitura antimafia di
cui all’art. 9 del regolamento stesso.
2. Al comma 3 dell’art. 1 del decreto 27 maggio 1998 e’ sostituito
dal seguente: ” 3. Nei certificati di cui ai commi 1 e 2 e’
riportato l’elenco dei soggetti verificati indicati nell’art.2,
comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 3 giugno 1998,
n. 252, completo dei relativi dati anagrafici”.
3. Ai sensi della normativa vigente, i certificati rilasciati prima
dell’entrata in vigore del predetto decreto, recanti la dicitura
antimafia di cui all’art. 5, comma 1, del decreto ministeriale 16
dicembre 1997, n. 486, sono utilizzabili per un periodo di sei mesi
dalla data del rilascio.
4. I richiami normativi contenuti nell’allegato B al decreto 27
maggio 1998 s’intendono riferiti alle corrispondenti disposizioni
introdotte dal decreto del Presidente della Repubblica 3 giugno
1998, n. 252.
Il presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale delle
Repubblica italiana.

Modificazioni al decreto ministeriale 27 maggio 1998

Architetto.info