PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - DECRETO 10 novembre 2011 | Architetto.info

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – DECRETO 10 novembre 2011

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - DECRETO 10 novembre 2011 - Regole tecniche per la definizione del contenuto del Repertorio nazionale dei dati territoriali, nonche' delle modalita' di prima costituzione e di aggiornamento dello stesso. (12A01801) - (GU n. 48 del 27-2-2012 - Suppl. Ordinario n.37)

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

DECRETO 10 novembre 2011

Regole tecniche per la definizione del contenuto del Repertorio
nazionale dei dati territoriali, nonche’ delle modalita’ di prima
costituzione e di aggiornamento dello stesso. (12A01801)

IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L’INNOVAZIONE

di concerto con

IL MINISTRO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

Visto il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, recante Codice
dell’amministrazione digitale, cosi’ come modificato con il decreto
legislativo 30 dicembre 2010, n. 235;
Visti, in particolare, l’articolo 59, comma 5, del decreto
legislativo 7 marzo 2005, n. 82, concernente l’emanazione di un
decreto recante regole tecniche per la definizione del contenuto del
Repertorio nazionale dei dati territoriali, nonche’ delle modalita’
di prima costituzione e di aggiornamento dello stesso, e l’articolo
60;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive
modificazioni;
Visto il decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie in
data 2 maggio 2006, n. 237, regolamento recante composizione e
funzionamento del Comitato per le regole tecniche sui dati
territoriali delle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 59,
comma 2, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 30
agosto 2007 con il quale e’ stato costituito il suddetto Comitato per
le regole tecniche sui dati territoriali delle pubbliche
amministrazioni;
Visto il decreto legislativo 24 gennaio 2006, n. 36, recante
attuazione della direttiva 2003/98/CE relativa al riutilizzo di
documenti nel settore pubblico;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica in data 7 maggio
2008, con il quale l’on. prof. Renato Brunetta e’ stato nominato
Ministro senza portafoglio;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8
maggio 2008, con il quale al predetto Ministro senza portafoglio e’
stato conferito l’incarico per la pubblica amministrazione e
l’innovazione;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 13
giugno 2008, recante delega di funzioni del Presidente del Consiglio
dei Ministri in materia pubblica amministrazione ed innovazione al
Ministro senza portafoglio on. prof. Renato Brunetta;
Visto il Regolamento (CE) n. 1205/2008 della Commissione del 3
dicembre 2008 recante attuazione della direttiva 2007/2/CE del
Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i metadati;
Visto il decreto legislativo 1° dicembre 2009, n. 177 recante
riorganizzazione del Centro nazionale per l’informatica nella
pubblica amministrazione, a norma dell’articolo 24 della legge 18
giugno 2009, n. 69;
Visto il decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 32 recante
attuazione della direttiva 2007/2/CE, che istituisce
un’infrastruttura per l’informazione territoriale nella Comunita’
europea (INSPIRE);
Sentito il Comitato per le regole tecniche sui dati territoriali
delle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 59, comma 2, del
decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82;
Sentita la Conferenza Unificata di cui all’articolo 8 del decreto
legislativo 28 agosto 1997, n. 281, nella seduta del 29 ottobre 2009;
Espletata la procedura di notifica alla Commissione europea di cui
alla direttiva 98/34/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del
22 giugno 1998, modificata dalla direttiva 98/48/CE del Parlamento
europeo e del Consiglio, del 20 luglio 1998, attuata con decreto
legislativo 23 novembre 2000, n. 427;
Di concerto con il Ministro dell’ambiente e della tutela del
territorio e del mare per i profili relativi ai dati ambientali;

Decreta:

Art. 1

Oggetto e definizioni

1. Il presente decreto stabilisce le regole tecniche per la
definizione del contenuto del Repertorio nazionale dei dati
territoriali, nonche’ delle modalita’ di prima costituzione e di
successivo aggiornamento dello stesso.
2. Ai fini del presente decreto si intende per:
a) Comitato: il Comitato per le regole tecniche sui dati
territoriali delle pubbliche amministrazioni, istituito ai sensi
dell’articolo 59, comma 2, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n.
82;
b) dati territoriali: qualunque informazione geograficamente
localizzata, cosi’ come definito dall’articolo 59, comma 1, del
decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82;
c) dati territoriali di interesse generale: i dati territoriali
individuati come dati di interesse generale da parte del Comitato per
le finalita’ di pubblicazione nel Repertorio, previste dell’articolo
59, comma 3, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 e riportati
nell’allegato 1, che costituisce parte integrante del presente
decreto;
d) direttiva INSPIRE: la direttiva 2007/2/CE del Parlamento
europeo e del Consiglio del 14 marzo 2007, che istituisce
un’infrastruttura per l’informazione territoriale nella Comunita’
europea, cui si e’ data attuazione con il decreto legislativo 27
gennaio 2010, n. 32;
e) metadati: informazioni che descrivono i dati territoriali e i
servizi ad essi relativi e che consentono di registrare, ricercare e
utilizzare tali dati e servizi;
f) Repertorio: il Repertorio nazionale dei dati territoriali
istituito presso DigitPA (gia’ Centro nazionale per l’informatica
nella pubblica amministrazione – CNIPA), ai sensi dell’articolo 59,
comma 3, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82;
g) servizi relativi ai dati territoriali: le operazioni che
possono essere eseguite, con un’applicazione informatica, sui dati
territoriali in questione o sui metadati connessi;
h) Geoportale nazionale: un sito internet, o equivalente, che
fornisce accesso a livello nazionale ai servizi di cui all’articolo 7
del decreto legislativo n. 32 del 2010;
i) amministrazione titolare del dato: la pubblica
amministrazione, di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto
legislativo n. 165 del 2001, che produce e detiene il dato originale,
ovvero la versione di riferimento da cui derivano eventuali copie e
che ne puo’ disporre liberamente.

Art. 2

Principi generali e funzioni del Repertorio

1. Il Repertorio di cui all’articolo 59, comma 3, del decreto
legislativo n. 82 del 2005, costituisce il catalogo nazionale dei
metadati riguardanti i dati territoriali ed i servizi ad essi
relativi, disponibili presso le pubbliche amministrazioni.
2. Il Repertorio eroga i servizi di ricerca di cui all’articolo 7,
comma 1, lettera a) del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 32.
3. Il Repertorio costituisce parte integrante dell’infrastruttura
nazionale per l’informazione territoriale e del monitoraggio
ambientale di cui all’articolo 3, comma 1, del decreto legislativo 27
gennaio 2010, n. 32, relativamente alla raccolta dei metadati per i
dati territoriali ed i relativi servizi.

Art. 3

Contenuto del Repertorio

1. Il Repertorio contiene i metadati relativi ai dati territoriali
di interesse generale individuati dal Comitato ed elencati
nell’allegato 1 del presente decreto.
2. Il Repertorio contiene altresi’ i metadati relativi ai dati
territoriali che l’amministrazione titolare degli stessi reputi
opportuno documentare.

Art. 4

Efficacia della pubblicazione nel Repertorio

1. La pubblicazione dei metadati nel Repertorio certifica
l’esistenza del relativo dato e assicura il rispetto degli
adempimenti di cui al Regolamento (CE) n. 1205/2008 della Commissione
e al decreto legislativo n. 32 del 2010.
2. L’amministrazione titolare dei dati territoriali resta
responsabile della correttezza, della tenuta, della gestione e
dell’aggiornamento dei dati medesimi. E’ altresi’ responsabile della
correttezza e dell’aggiornamento dei relativi metadati pubblicati nel
Repertorio.

Art. 5

Prima costituzione del Repertorio

1. Entro il termine di dodici mesi dalla data di entrata in vigore
del presente decreto, le amministrazioni che sono titolari o che
gestiscono dati territoriali di interesse generale, e servizi ad essi
relativi, provvedono ad inserire nel Repertorio i relativi metadati
con le modalita’ di cui all’articolo 7.
2. Ai fini di cui all’articolo 10, entro il termine di sei mesi
dalla data di pubblicazione del presente decreto sulla Gazzetta
Ufficiale, le amministrazioni provvedono a inserire nel Repertorio i
metadati relativi ai dati territoriali di interesse generale che
prevedono di acquisire.

Art. 6

Aggiornamento del Repertorio

1. Entro tre mesi dall’acquisizione di nuovi dati territoriali di
interesse generale, e servizi ad essi relativi, le amministrazioni
titolari provvedono alla pubblicazione dei relativi metadati nel
Repertorio.
2. Ai fini di cui all’articolo 10, le amministrazioni provvedono,
altresi’, ad inserire nel Repertorio, almeno con cadenza annuale, i
metadati relativi ai dati che prevedono di acquisire.

Art. 7

Modalita’ di sviluppo del Repertorio

1. Le amministrazioni provvedono ad incrementare e aggiornare il
Repertorio in conformita’ alle specifiche tecniche per la formazione
e l’alimentazione del Repertorio di cui all’allegato 2, che
costituisce parte integrante del presente decreto.
2. Le specifiche tecniche di cui all’allegato 2 e l’elenco dei dati
di interesse generale di cui all’allegato 1 sono aggiornati
periodicamente con decisione del Comitato, anche su proposta delle
amministrazioni interessate e sono approvate con decreto del Ministro
delegato per la pubblica amministrazione e l’innovazione, di concerto
con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del
mare per i profili relativi ai dati ambientali e sono pubblicati sul
sito istituzionale di DigitPA e sul Geoportale nazionale.
3. Previa comunicazione a DigitPA e, ferma restando la
responsabilita’ diretta dell’amministrazione titolare, per tutte le
attivita’ di incremento e aggiornamento del Repertorio, le
amministrazioni titolari dei dati, e dei relativi servizi, possono
avvalersi di altra pubblica amministrazione ovvero di altro soggetto
individuato ai sensi della normativa vigente.

Art. 8

Gestione del Repertorio

1. Nel rispetto delle decisioni e degli indirizzi forniti dal
Comitato, DigitPA cura la progettazione, la realizzazione, lo
sviluppo e la gestione organizzativa e tecnologica del Repertorio in
coerenza con le disposizioni che disciplinano il sistema pubblico di
connettivita’.
2. Per tutte le attivita’ di realizzazione e gestione del
Repertorio, DigitPA puo’ avvalersi di soggetti terzi.
3. Agli oneri finanziari per la gestione del Repertorio si provvede
ai sensi dell’articolo 59, comma 7, del decreto legislativo n. 82 del
2005.

Art. 9

Accesso al Repertorio

1. L’accesso al Repertorio, limitatamente ai metadati di cui
all’articolo 3, e’ pubblico e gratuito.

Art. 10

Pianificazione

1. I metadati contenuti nel Repertorio costituiscono la base
informativa attraverso la quale le amministrazioni verificano
l’eventuale esistenza di esigenze comuni o analoghe e pianificano
l’attivita’ di acquisizione dei dati in maniera congiunta, con
l’obiettivo di minimizzare i costi sostenuti dalle singole
Amministrazioni, informandone il Comitato.
2. Nella relazione di cui all’articolo 4 del decreto del Presidente
del Consiglio dei Ministri del 30 agosto 2007 il Comitato espone i
risultati dell’attivita’ di cui al comma 1 evidenziando, in
particolare, le economie raggiunte.
3. Il Comitato concorda con le amministrazioni interessate la
definizione di proposte per un eventuale reinvestimento delle
economie realizzate con le attivita’ di cui al comma 1 in progetti di
interesse nel settore dell’informazione geografica.
Il presente decreto e’ inviato ai competenti organi di controllo ed
e’ pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 10 novembre 2011

Il Ministro per la pubblica
amministrazione e l’innovazione
Brunetta

Il Ministro dell’ambiente
e della tutela del territorio
e del mare
Prestigiacomo

Registrato alla Corte dei conti il 28 dicembre 2011
Registro n. 2, Presidenza del Consiglio dei Ministri, foglio n. 86

Allegato 1

Regole tecniche per la definizione del contenuto del Repertorio
nazionale dei dati territoriali, nonche’ delle modalita’ di prima
costituzione e di aggiornamento dello stesso.

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato 2

Regole tecniche per la definizione del contenuto del Repertorio
nazionale dei dati territoriali, nonche’ delle modalita’ di prima
costituzione e di aggiornamento dello stesso.

Parte di provvedimento in formato grafico

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI – DECRETO 10 novembre 2011

Architetto.info