PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE | Architetto.info

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE - DECRETO 2 marzo 2002: Costituzione del Comitato operativo della protezione civile. (GU n. 66 del 19-3-2002)

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE

DECRETO 2 marzo 2002

Costituzione del Comitato operativo della protezione civile.

IL MINISTRO DELL’INTERNO
delegato per il coordinamento
della protezione civile

Vista la legge 24 febbraio 1992, n. 225, concernente l’istituzione
del Servizio nazionale della protezione civile;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, e successive
modificazioni, recante ordinamento della Presidenza del Consiglio dei
Ministri, a norma dell’art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401, recante
disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle
strutture preposte alle attivita’ di protezione civile;
Viste, in particolare, le disposizioni di cui all’art. 5, commi 3,
3-ter e 3-quater della predetta legge n. 401/2001 concernenti il
Comitato operativo della protezione civile, che rinviano ad apposito
decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, ovvero del
Ministro dell’interno da lui delegato, per la relativa costituzione,
organizzazione e funzionamento;
Vista la legge 28 dicembre 2001, n. 448, contenente disposizioni
per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato
(legge finanziaria 2002) ed in particolare l’art. 18, concernente il
riordino degli organismi collegiali, e ritenuto che il Comitato in
questione rivesta il richiesto carattere tecnico e ad elevata
specializzazione indispensabile per la realizzazione degli obiettivi
istituzionali;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
21 settembre 2001, che delega le funzioni di coordinamento della
protezione civile al Ministro dell’interno;
Ritenuto di dover provvedere alla costituzione del Comitato in
questione e alla disciplina delle relative modalita’ organizzative e
di funzionamento;
Decreta:
Art. 1.
Costituzione

1. E’ costituito il Comitato operativo della protezione civile, di
seguito denominato Comitato, che opera presso il Dipartimento della
protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri ai fini
della direzione unitaria e del coordinamento delle attivita’ di
emergenza.

Art. 2.
Composizione

1. Il Comitato e’ presieduto dal Capo Dipartimento della protezione
civile ed e’ composto:
a) da tre rappresentanti del Dipartimento stesso;
b) da un rappresentante del Corpo nazionale dei vigili del fuoco;
c) da un rappresentante delle Forze armate;
d) da un rappresentante delle Forze di polizia;
e) da un rappresentante del Corpo forestale dello Stato;
f) da un rappresentante della Croce rossa italiana;
g) da un rappresentante del Ministero della salute;
h) da un rappresentante del Comitato nazionale di volontariato di
protezione civile, nominato con decreto del Presidente del Consiglio
dei Ministri;
i) da un rappresentante del Corpo nazionale del soccorso alpino;
j) da un rappresentante dell’Agenzia per la protezione
dell’ambiente e per i servizi tecnici;
k) da un rappresentante dei gruppi nazionali di ricerca
scientifica di cui all’art. 17 della legge n. 225/1992, designato dal
Presidente della Commissione nazionale grandi rischi;
l) da un rappresentante del CNR;
m) da un rappresentante dell’ENEA;
n) da due rappresentanti designati dalla Conferenza unificata
Stato-regioni-citta’ ed autonomie locali.
2. Per ciascuno dei componenti effettivi viene designato un
componente supplente.
3. In caso di impedimento o assenza del Capo Dipartimento il
Comitato e’ presieduto dal Vice capo Dipartimento della protezione
civile.
4. Alla nomina dei componenti il Comitato si provvede con decreto
del Presidente del Consiglio dei Ministri ovvero del Ministro
dell’interno da lui delegato.
5. Alle riunioni del Comitato possono essere invitate autorita’
regionali e locali di protezione civile interessate a specifiche
emergenze nonche’ rappresentanti di altri enti o amministrazioni.

Art. 3.
Funzionamento

1. Il Comitato si riunisce di norma presso il Dipartimento della
protezione civile e opera con la presenza di almeno la meta’ piu’ uno
dei componenti. Nei casi di urgenza o emergenza il comitato puo’
operare anche con la presenza dei soli componenti di cui all’art. 2,
comma 1, lettere a), b), c), d), e), f), h), e n).
2. Salvo i casi di urgenza o emergenza, le convocazioni del
Comitato sono disposte dal presidente con preavviso di almeno tre
giorni e con indicazione degli argomenti posti all’ordine del giorno;
negli stessi termini e’ resa disponibile la relativa documentazione.
Nei casi di urgenza o emergenza la convocazione puo’ essere
effettuata anche via fax o telefonicamente.
3. Il Comitato dura in carica tre anni.
4. Il servizio di segreteria, relazioni con il pubblico e organi
collegiali del Dipartimento della protezione civile assicura i
compiti di segreteria per il funzionamento del Comitato.
5. Eventuali oneri di missione dei componenti per le riunioni del
Comitato sono a totale carico delle amministrazioni di appartenenza.

Art. 4.
Abrogazione

1. Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del
22 ottobre 1992, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana del 3 novembre 1992, n. 259, e’ abrogato.
Il presente decreto entra in vigore alla data di pubblicazione
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 2 marzo 2002
Il Ministro: Scajola

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE

Architetto.info