PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE - DECRETO 20 dicembre 2001: Rimodulazione del programma di cui all'ordinanza n. 2621 | Architetto.info

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE – DECRETO 20 dicembre 2001: Rimodulazione del programma di cui all’ordinanza n. 2621

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE - DECRETO 20 dicembre 2001: Rimodulazione del programma di cui all'ordinanza n. 2621 del 1 luglio 1997 "Interventi per fronteggiare situazioni di emergenza e risanamento del suolo connessi a dissesti idrogeologici ed alla salvaguardia delle regioni Basilicata, Molise, Sardegna e Sicilia". (GU n. 300 del 28-12-2001)

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE

DECRETO 20 dicembre 2001

Rimodulazione del programma di cui all’ordinanza n. 2621 del 1 luglio
1997 “Interventi per fronteggiare situazioni di emergenza e
risanamento del suolo connessi a dissesti idrogeologici ed alla
salvaguardia delle regioni Basilicata, Molise, Sardegna e Sicilia”.

IL MINISTRO DELL’INTERNO
delegato per il coordinamento della protezione civile

Visto l’art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, recante
“Disposizioni urgenti per il coordinamento operativo delle strutture
preposte alle attivita’ di protezione civile” convertito, con
modificazioni, dalla legge n. 401 del 9 novembre 2001;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21
settembre 2001 recante la delega di funzionamento del Presidente del
Consiglio dei Ministri in materia civile al Ministro dell’interno on.
dott. Claudio Scajola;
Visto il decreto-legge 26 luglio 1996, n. 393, convertito, con
modificazioni, dalla legge 25 settembre 1996, n. 496;
Viste le ordinanze del Ministro dell’interno delegato per il
coordinamento della protezione civile n. 2621 del 1 luglio 1997
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 159
del 10 luglio 1997, n. 2630 del 24 luglio 1997 pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 175 del 29 luglio
1997, n. 2637 del 12 agosto 1997 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 195 del 22 agosto 1997, n. 2769 del 25
marzo 1998 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana, n. 73 del 28 marzo 1998, n. 2878 del 20 ottobre 1998
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 254
del 30 ottobre 1998 concernenti dissesti idrogelogici e salvaguardia
delle coste nelle regioni Basilicata, Molise, Sardegna e Sicilia;
Visto il decreto del Sottosegretario di Stato all’Interno delegato
per il coordinamento della protezione civile del 2 agosto 1999,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 184
del 7 agosto 1999, “Rimodulazione del programma di cui all’ordinanza
n. 2621 del 1 luglio 1997 “Interventi per fronteggiare situazioni di
emergenza e risanamento del suolo connessi a dissesti idrogelogici ed
alla salvaguardia delle coste nelle regioni Basilicata, Molise,
Sardegna e Sicilia”;
Visto il decreto del Sottosegretario di Stato all’Interno delegato
per il coordinamento della protezione civile del 13 agosto 1999,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 197
del 23 agosto 1999, “Integrazioni al decreto 2 agosto 1999
concernente: rimodulazione del programma di cui all’ordinanza n. 2621
del 1 luglio 1997 – Interventi per fronteggiare situazioni di
emergenza e risanamento del suolo connessi a dissesti idrogelogici ed
alla salvaguardia delle coste nelle regioni Basilicata, Molise,
Sardegna e Sicilia”;
Visto il decreto del Ministro dell’Interno delegato per il
coordinamento della protezione civile 12 marzo 2001 di rimodulazione
del programma di cui all’ordinanza n. 2621 del 1 luglio 1997
“Interventi per fronteggiare situazioni di emergenza e risanamento
del suolo connessi a dissesti idrogeologici ed alla salvaguardia
delle coste nelle regioni Basilicata, Molise, Sardegna e Sicilia”;
Visto il voto n. 135 del 7 aprile 2000 dal consiglio tecnico
amministrativo, di cui all’art. 3 dell’ordinanza n. 2621 del 1 luglio
1997, con cui si approva la perizia di variante al progetto “lavori
d’urgenza per il consolidamento delle pendici fra le vie Lazio e
Licciardi e di quelle a monte della via Nociare, nell’abitato del
comune di Troina” ed il relativo maggior onere;
Vista la nota n. OP/24610/ML.02.4 del 25 luglio 2000, col la quale
il capo del Dipartimento della protezione civile approva la perizia
di variante al progetto “Lavori di consolidamento del muro di
contenimento a nord-ovest del centro abitato, lungo la via Guglielmo
Marconi, nel comune di Carpinone (Isernia)” ed relativo maggior
onore;
Considerato che, per mero errore materiale, nel programma
dell’ordinanza n. 2621/1997, rimodualato con decreto del
Sottosegretario di Stato all’Interno delegato per il coordinamento
della protezione civile del 2 agosto 1999, le somme assegnate agli
interventi nei comuni di Catenanuova (Enna) e Castelverrino (Isernia)
sono inferiori a quelle effettivamente necessarie;
Ravvisata, nell’ambito del “Fondo di riserva per eventuali maggiori
oneri”, la disponibilita’ dei fondi necessari per i comuni di
Catenanuova (Enna) e Troina (Enna), rispettivamente pari a lire 51
milioni e lire 24 milioni, per un totale di lire 75 milioni;
Ravvisata nell’ambito delle economie definitivamente accertate
sull’intervento “Consolidamento pareti rocciose nel centro abitato”
del comune di Bagnoli del Trigno (Isernia), la disponibilita’ dei
fondi necessari per i comuni di Carpinone (Isernia) e Castelverrino
(Isernia), rispettivamente pari a lire 35 milioni e 20 milioni, per
un totale di lire 55 milioni;
Decreta:
Art. 1.

Il programma di interventi dell’ordinanza n. 2621/1997 e successive
modifiche e integrazioni e’ parzialmente rimodulato secondo le
seguenti tabelle:

Regione Sicilia:

=====================================================================
Comune | Titolo intervento |Totale fondi (lire)
=====================================================================
|Zona sud abitato – |
|Sistemazione idraulica del |
Catenanuova (Enna)|torrente Mulinello | 951.000.000
———————————————————————
|Vie Lazio e Liccardi |
Troina (Enna) |Consolidamento pendici | 924.000.000
———————————————————————
|Fondo di riserva per eventuali|
|maggiori oneri | 25.000.000

Regione Molise:

=====================================================================
Comune | Titolo intervento |Totale fondi (lire)
=====================================================================
|Centro abitato – Via |
|Marconi – Consolidamento|
|pareti rocciose e dei |
Carpinone (Isernia) |versanti | 935.000.000
———————————————————————
|Consolidamento centro |
Castelverrino (Isernia) |urbano | 820.000.000
———————————————————————
|Centro abitato – |
Bagnoli del Trigno |Consolidamento pareti |
(Isernia) |rocciose | 745.000.000

Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 20 dicembre 2001
Il Ministro: Scajola

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE – DECRETO 20 dicembre 2001: Rimodulazione del programma di cui all’ordinanza n. 2621

Architetto.info