Proroga al 31 dicembre 2000 | Architetto.info

Proroga al 31 dicembre 2000

Proroga al 31 dicembre 2000 della sperimentazione affidata ai consorzi di gestione della pesca dei molluschi bivalvi.

IL DIRETTORE GENERALE della pesca e dell’acquacoltura
Visto il
decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, e successive
modificazioni;
Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963, e successive
modifiche, concernente la disciplina della pesca marittima;
Visto il
decreto del Presidente della Repubblica 2 ottobre 1968, n. 1639 e
successive modifiche, con il quale e’ stato approvato il regolamento
di esecuzione della predetta legge;
Vista la legge 17 febbraio 1982,
n. 41, concernente il piano per la razionalizzazione e lo sviluppo
della pesca marittima;
Vista la legge 10 febbraio 1992, n. 165,
recante modifiche alla legge 17 febbraio 1982, n. 41;
Visto il decreto
ministeriale 19 marzo 1996, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 124
del 29 maggio 1996, con il quale la gestione della pesca dei molluschi
bivalvi, nell’ambito del compartimento marittimo di Ancona e’ stata
affidata, in via sperimentale, al “Co.Ge.Vo. Ancona”;
Visto il decreto
ministeriale 19 marzo 1996, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 124
del 29 maggio 1996, con il quale la gestione della pesca dei molluschi
bivalvi, nell’ambito del compartimento marittimo di Chioggia e’ stata
affidata, in via sperimentale, al “Co.Ge.Vo. Chioggia”;
Visto il
decreto ministeriale 1o agosto 1996, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 34 dell’11 febbraio 1997, con il quale la gestione della
pesca dei molluschi bivalvi, nell’ambito del compartimento marittimo
di Venezia e’ stata affidata, in via sperimentale, al “Co.Ge.Vo.
Venezia”;
Visto il decreto ministeriale 15 novembre 1996, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 22 del 28 gennaio 1997, con il quale la
gestione della pesca dei molluschi bivalvi, nell’ambito del
compartimento marittimo di Monfalcone e’ stata affidata, in via
sperimentale, al “Consorzio per la gestione della pesca dei molluschi
bivalvi nel compartimento marittimo di Monfalcone”;
Visto il decreto
ministeriale 5 febbraio 1997, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.
67 del 21 marzo 1997, con il quale la gestione della pesca dei
molluschi bivalvi, nell’ambito del compartimento marittimo di Napoli
e’ stata affidata, in via sperimentale, al “Consorzio per la gestione
della pesca dei molluschi bivalvi nel compartimento marittimo di
Napoli”;
Visto il decreto ministeriale 15 aprile 1997, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 128 del 4 giugno 1997, con il quale la
gestione della pesca dei molluschi bivalvi, nell’ambito del
compartimento marittimo di San Benedetto del Tronto, e’ stata
affidata, in via sperimentale, al “Co.Vo.Pi. San Benedetto del
Tronto”;
Visto il decreto ministeriale 15 aprile 1997, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 128 del 4 giugno 1997, con il quale la
gestione della pesca dei molluschi bivalvi, nell’ambito del
compartimento marittimo di Termoli e’ stata affidata, in via
sperimentale, al “Consorzio per la gestione della pesca dei molluschi
bivalvi nel compartimento marittimo di Termoli”;
Visto il decreto
ministeriale 4 giugno 1997, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 159
del 10 luglio 1997, con il quale la gestione della pesca dei molluschi
bivalvi, nell’ambito del compartimento marittimo di Pescara e’ stata
affidata, in via sperimentale, al “Co.Ge.Vo. Abruzzo”;
Visto il
decreto ministeriale 1o luglio 1997, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 221 del 22 settembre 1997, con il quale la gestione della
pesca dei molluschi bivalvi, nell’ambito del compartimento marittimo
di Pesaro e’ affidata, in via sperimentale, al “Co.Ge.Mo.
Pesaro”;
Visto il decreto ministeriale 30 luglio 1997, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 250 del 25 ottobre 1997, con il quale la
gestione della pesca dei molluschi bivalvi, nell’ambito del
compartimento marittimo di Rimini e’ affidata, in via sperimentale, al
“Consorzio per la gestione della pesca dei molluschi bivalvi nel
compartimento marittimo di Rimini”;
Considerato che la sperimentazione
della gestione della pesca dei molluschi bivalvi affidata ai consorzi
di Ancona, Chioggia, Venezia, Monfalcone, Napoli, San Benedetto del
Tronto, Termoli e Pescara e’ gia’ scaduta e che quelle relative nei
compartimenti marittimi di Pesaro e Rimini sono in prossimita’ di
scadenza;
Ritenuto opportuno, nelle more dell’assegnazione in via
definitiva, prorogare al 31 dicembre 2000 l’affidamento della gestione
della pesca dei molluschi bivalvi ai sopracitati consorzi costituiti
in ambito compartimentale;
Sentiti la commissione consultiva centrale
della pesca marittima ed il comitato nazionale per la conservazione e
la gestione delle risorse biologiche del mare che, nella riunione del
27 luglio 2000, hanno espresso parere favorevole;
Decreta:
Art. 1.
1.
E’ prorogata al 31 dicembre 2000 la sperimentazione della pesca dei
molluschi bivalvi affidata, con i decreti di cui alle premesse, ai
consorzi di gestione di: Ancona, Chioggia, Venezia, Monfalcone,
Napoli, San Benedetto del Tronto, Termoli, Pescara, Pesaro e
Rimini.
II presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 1o agosto 2000
Il direttore
generale: Aulitto

Proroga al 31 dicembre 2000

Architetto.info