Proroga dei termini di cui ai punti 4 e 5 dell'art. 2 del decreto ministeriale 8 marzo 1985 | Architetto.info

Proroga dei termini di cui ai punti 4 e 5 dell’art. 2 del decreto ministeriale 8 marzo 1985

Proroga dei termini di cui ai punti 4 e 5 dell'art. 2 del decreto ministeriale 8 marzo 1985 concernente direttive sulle misure più urgenti ed essenziali di prevenzione incendi ai fini del rilascio del nulla osta provvisorio di cui alla legge 7 dicembre 1984, n. 818.

dm 14/08/1985

VIGILI DEL FUOCO
Decreto Ministeriale 14 agosto 1985 (in Gazz. Uff., 19 agosto, n.
194). — Proroga dei termini di cui ai punti 4 e 5 dell’art. 2 del
decreto ministeriale 8 marzo 1985 concernente direttive sulle misure
più urgenti ed essenziali di prevenzione incendi ai fini del rilascio
del nulla osta provvisorio di cui alla legge 7 dicembre 1984, n. 818.

Il Ministro dell’interno:
Vista la legge 7 dicembre 1984, n. 818, concernente <<Nulla osta
provvisorio per le attività soggette ai controlli di prevenzione
incendi, modifica degli articoli 2 e 3 della legge 4 marzo 1982, n.
66, e norme integrative dell’ordinamento del Corpo nazionale dei
vigili del fuoco>> che al quinto comma dell’art. 2 ha previsto un
periodo di centoventi giorni per il rilascio del nulla osta
provvisorio da parte del comando provinciale dei vigili del fuoco, a
decorrere dalla data di presentazione della domanda; Visto il punto 4
dell’art. 2 del proprio decreto in data 8 marzo 1985, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 95 del 22 aprile
1985, con il quale nell’ambito di detto periodo viene assegnato un
termine di sessanta giorni, decorrente dalla data di comunicazione
delle prescrizioni e condizioni imposte dal comando provinciale dei
vigili del fuoco, per completare la documentazione da allegare alla
domanda per il rilascio del nulla osta provvisorio; Visto il
successivo punto 5 del citato art. 2; Vista la legge 8 agosto 1985,
n. 407, che ha modificato il termine per il rilascio del nulla osta
provvisorio elevandolo da centoventi a centottanta giorni; Ritenuto,
nello spirito della modifica introdotta, di dover apportare le
conseguenti rettifiche all’anzidetto termine di sessanta giorni
stabilito dal decreto ministeriale 8 marzo 1985;

Decreta:

Articolo unico. — 1. Il termine di sessanta giorni previsto dal
punto 4 dell’art. 2 del decreto ministeriale in premessa è elevato a
centoventi giorni.
2. Il termine di centoventi giorni di cui al successivo punto 5 è
modificato, per effetto della legge 8 agosto 1985, n. 407, in
centottanta giorni.
3. Resta fermo il termine di sessanta giorni previsto dal
successivo punto 6.
Il presente decreto verrà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana ed entrerà in vigore il primo giorno successivo a
quello della sua pubblicazione.

Proroga dei termini di cui ai punti 4 e 5 dell’art. 2 del decreto ministeriale 8 marzo 1985

Architetto.info