Regolamento recante norme sulle specifiche tecniche applicative del decreto ministeriale 21 novembre 1972 | Architetto.info

Regolamento recante norme sulle specifiche tecniche applicative del decreto ministeriale 21 novembre 1972

Regolamento recante norme sulle specifiche tecniche applicative del decreto ministeriale 21 novembre 1972 per la costruzione e la riparazione degli apparecchi a pressione.

Decreto 15 Gennaio 1998, N. 190 Ministero Dell’industria, Commercio E
Artigianato

Regolamento recante norme sulle specifiche tecniche
applicative del decreto ministeriale 21 novembre 1972 per la
costruzione e la riparazione degli apparecchi a pressione.
Art. 1.
1
Per la costruzione degli apparecchi a pressione assoggettati alla
disciplina in materia di prevenzione contro gli infortuni ai sensi del
regio decreto 12-5-1927, n. 824, e sue successive modifiche ed
integrazioni, le specificazioni tecniche applicative del decreto
ministeriale 21-11-1972 denominate Raccolta VSR, Raccolta VSG,
Raccolta M, Raccolta S vengono sostituite dalle allegate
specificazioni tecniche:
a) Raccolta VSR-revisione 1995 per la
verifica della stabilità dei recipienti a pressione;
b) Raccolta
VSG-revisione 1995 per la verifica della stabilità dei generatori di
vapor d’acqua;
c) Raccolta M-revisione 1995 per l’impiego dei
materiali nella costruzione e riparazione degli apparecchi a pressione
e sistemi in pressione;
d) Raccolta M-revisione 1995 per l’impiego
della saldatura nella costruzione e riparazione degli apparecchi a
pressione e sistemi in pressione.
2 Le specificazioni tecniche
suddette sono pubblicate a cura dell’Istituto superiore per la
prevenzione e la sicurezza del lavoro (ISPESL).
3 Le schede riportanti
le caratteristiche tecniche dei materiali impiegati per la costruzione
degli apparecchi a pressione, ed i relativi procedimenti di saldatura,
sono pubblicate a cura dell’ISPESL, previo parere favorevole
dell’ispettorato tecnico del Ministero dell’industria, del commercio e
dell’artigianato.
Art. 2.
1 Le specificazioni tecniche del decreto
ministeriale 21-11-1972 di cui l’art. 1 non si applicano ai recipienti
semplici a pressione di cui alla direttiva 87/404/CEE recepita con
decreto legislativo 27-9-1991, n. 311.
Art. 3.
1 I prodotti
disciplinati dalle specificazioni tecniche indicate all’art. 1,
fabbricati in uno Stato membro della Unione europea, possono essere
immessi sul mercato italiano a condizione che la regolamentazione del
paese di origine garantisca al prodotto stesso un livello di sicurezza
equivalente a quello stabilito dalla regolamentazione italiana.
Art.
4.
1 Agli apparecchi a pressione, già verificati sulla base delle
specificazioni tecniche vigenti prima dell’entrata in vigore del
presente decreto, possono applicarsi le medesime specificazioni, in
caso di modifiche o riparazioni denunciate successivamente alla data
di entrata in vigore del presente decreto.
Art. 5.
1 Il presente
decreto entra in vigore il 17 dicembre 1998.
2 Entro tale periodo le
allegate specificazioni tecniche – revisione 95 – possono comunque
essere utilizzate in sostituzione delle specificazioni tecniche in
vigore, purché il costruttore degli apparecchi a pressione e/o il
progettista ne faccia esplicita richiesta all’atto della denuncia di
costruzione a norma dell’art. 45 del regio decreto 12-5-1927, n. 824.

Regolamento recante norme sulle specifiche tecniche applicative del decreto ministeriale 21 novembre 1972

Architetto.info