Revoca della somma di L. 4.272.165 di cui al decreto ministeriale n. 736 del 27 agosto 1990 | Architetto.info

Revoca della somma di L. 4.272.165 di cui al decreto ministeriale n. 736 del 27 agosto 1990

Revoca della somma di L. 4.272.165 di cui al decreto ministeriale n. 736 del 27 agosto 1990 concernente il sisma '84 per la ricostruzione della rete idrica nel comune di Filignano. (Ordinanza n. 2932).

IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO DELL’INTERNO
delegato al coordinamento della protezione civile
Visto l’art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
10 novembre 1998, che delega le funzioni del coordinamento della
protezione civile di cui alla legge 24 febbraio 1992, n. 225, al
Ministro dell’interno;
Visto il decreto del Ministro dell’interno in data 10 novembre
1998, con il quale vengono delegate al Sottosegretario di Stato
prof. Franco Barberi le funzioni di cui alla legge 24 febbraio
1992, n. 225, nonche’ quelle relative all’adozione dei
provvedimenti di revoca di cui all’art. 8, del decreto-legge n.
576/1996, limitatamente alle assegnazioni disposte con ordinanze
dalMinistro per il coordinamento della protezione civile in data
antecedente all’entrata in vigore della legge 24 febbraio 1992, n.
225;
Visto l’art. 8 del decreto-legge 12 novembre 1996, n. 576,
convertito, con modificazioni, dalla legge 31 dicembre 1996, n.
677, che prevede la revoca delle somme assegnate ad enti e dagli
stessi non utilizzate in tutto o in parte entro diciotto mesi a
decorrere dalla data del provvedimento di assegnazione dei
finanziamenti;
Visto l’art. 23-sexies, comma 2, del decreto-legge 30 gennaio
1998,n. 6, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 marzo
1998, n. 61, che prevede la rendicontazione delle somme
effettivamente spese da parte degli enti, al fine di verificare lo
stato di attuazione degli interventi finanziati con decreti o
ordinanze del Ministro per il coordinamento della protezione
civile;
Visto il decreto di repertorio n. 736 del 27 agosto 1990 con il
quale il Ministro per il coordinamento della protezione civile ha
disposto l’assegnazione al comune di Filignano (Isernia) di L.
600.000.000, per la ricostruzione della rete idrica comunale;
Vista la nota n. 2410 del 29 maggio 1998, con la quale il comune di
Filignano dichiara un importo disponibile di L. 4.272.165 a valere
sulla predetta somma di L. 600.000.000;
Considerato che tale somma risulta disponibile sul cap. 7586 del
centro di responsabilita’ “Protezione civile” dello stato di
previsione della Presidenza del Consiglio dei Ministri;
Dispone:
Art. 1.
1. Per le motivazioni indicate in premessa, e’ revocata la somma di
L. 4.272.165 a valere sull’assegnazione di L. 600.000.000 disposta
in favore del comune di Filignano con decreto del Ministro per il
coordinamento della protezione civile n. 736 del 27 agosto 1990,
per la ricostruzione della rete idrica a seguito del sisma ’84.
2. La somma di cui al comma precedente sara’ utilizzata ai sensi
dell’art. 8 del decreto-legge 12 novembre 1996, n. 576, convertito,
con modificazioni, dalla legge 31 dicembre 1996, n. 677.
La presente ordinanza sara’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana. Roma, 26 gennaio 1999
Il Sottosegretario di Stato: Barberi

Revoca della somma di L. 4.272.165 di cui al decreto ministeriale n. 736 del 27 agosto 1990

Architetto.info