Rimodulazione del programma dell'ordinanza n. 2621 | Architetto.info

Rimodulazione del programma dell’ordinanza n. 2621

Rimodulazione del programma dell'ordinanza n. 2621 del 1o luglio 1997 concernente interventi per fronteggiare situazioni di emergenza e risanamento del suolo connessi a dissesti idrogeologici ed alla salvaguardia delle coste nelle regioni Basilicata, Calabria, Molise, Sardegna e Sicilia.

DECRETO 12 gennaio 2000
Rimodulazione del programma dell’ordinanza n. 2621 del 1o luglio
1997 concernente interventi per fronteggiare situazioni di
emergenza e risanamento del suolo connessi a dissesti idrogeologici
ed alla salvaguardia delle coste nelle regioni Basilicata,
Calabria, Molise, Sardegna e Sicilia.
IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO
delegato al coordinamento della protezione civile
Visto l’Art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
10 novembre 1998, che delega le funzioni del coordinamento della
protezione civile di cui alla legge 24 febbraio 1992, n. 225, al
Ministro dell’interno;

Visto il decreto del Ministro dell’interno in data 10 novembre
1998, con il quale vengono delegate al Sottosegretario di Stato
prof. Franco Barberi le funzioni di cui alla legge 24 febbraio
1992, n. 225, con esclusione del potere di ordinanza di cui
all’Art. 5
della medesima legge;

Vista l’ordinanza 1o luglio 1997, n. 2621, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 159 del 10 luglio
1997, concernente “Interventi per fronteggiare situazioni di
emergenza e risanamento del suolo connessi a dissesti idrogeologici
e alla salvaguardia delle coste nelle regioni Sicilia, Calabria e
Molise” e successive modifiche ed integrazioni di cui alle
ordinanze n. 2630 del 24 luglio 1997, n. 2637 del 12 agosto 1997 e
n. 2878 del 20 ottobre 1998;

Visto il decreto del Sottosegretario di Stato delegato per il
coordinamento della protezione civile in data 2 agosto 1999,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.
184 del 7 agosto 1999 con il quale e’ stato approvato il programma
rimodulato degli interventi di cui all’ordinanza n. 2621 del 1o
luglio 1997, integrato con il decreto del Sottosegretario di Stato
delegato per il coordinamento della protezione civile in data 13
agosto 1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 197 del 23 agosto 1999;

Visto che ai sensi di quanto previsto all’art. 1, comma 2,
dell’ordinanza n. 2878/1998, il Sottosegretario di Stato delegato
per il coordinamento della protezione civile provvede, con proprio
provvedimento, alla rimodulazione del programma di cui all’art. 1,
comma 2, dell’ordinanza n. 2621/1997 ridefinendo l’importo di
ciascun intervento, tenuto conto dei progetti gia’ approvati, ed
individuando i soggetti attuatori degli interventi stessi sulla
base delle esigenze evidenziatesi in corso di attuazione del
programma e della nuova ripartizione delle risorse;

Visto che nel programma di interventi previsti in “fascia C” per
dissesti idrogeologici della regione siciliana, previsti
dall’ordinanza n. 2621 del 1o luglio 1997, rientrano i seguenti
interventi:

“Esecuzione di opere di contenimento sponde e risagomatura alveo
nel tratto a valle di Modica” ricadente nel territorio comunale di
Modica;

“Sistemazione idraulica del torrente Modica – Scicli da Scicli alla
foce”;

“Sistemazione idraulica del torrente Curumeli, nella frazione di
Donnalucata”;

“Sistemazione idraulica dei torrenti di Cavamata e Ritegno” che
ricadono nel territorio comunale di Scicli, e che il soggetto
attuatore designato, con la stessa ordinanza n. 2621, e’
l’amministrazione provinciale di Ragusa;

Vista la nota prot. n. 62928 del 24 novembre 1999
dell’amministrazione provinciale di Ragusa;

Vista la nota prot. n. 8354 del 22 novembre 1999
del Consorzio di bonifica n. 8 di Ragusa;

Considerato che il Consorzio di bonifica n. 8 di Ragusa opera sul
territorio della medesima provincia, ha la competenza
amministrativa e tecnica per effettuare gli interventi sui torrenti
sopracitati;

Considerato che l’ufficio di protezione civile della regione
siciliana, con nota prot. n. 8857 del 10 settembre 1999, ha
richiesto la designazione del Consorzio di bonifica n. 8 di Ragusa
quale soggetto attuatore per gli interventi sopracitati;

Decreta:

Art. 1.

A modifica di quanto previsto nel programma di cui all’ordinanza n.
2621 del 1o luglio 1997 ed integrato a seguito della rimodulazione
di cui al decreto del 13 agosto 1999, il soggetto attuatore degli
interventi sottoelencati:

“Esecuzione di opere di contenimento sponde e risagomatura alveo
nel tratto a valle di Modica” ricadente nel territorio comunale di
Modica;

“Sistemazione idraulica del torrente Modica – Scicli da Scicli alla
foce”;

“Sistemazione idraulica del torrente Curumeli, nella frazione di
Donnalucata”;

“Sistemazione idraulica dei torrenti di Cavamata e Ritegno” che
ricadono nel territorio comunale di Scicli, e’ designato nel
Consorzio di bonifica n. 8 di Ragusa in sostituzione
dell’amministrazione provinciale di Ragusa. Il presente decreto
verra’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana. Roma, 12 gennaio 2000
Il Sottosegretario di Stato:

Barberi

Rimodulazione del programma dell’ordinanza n. 2621

Architetto.info