Rimodulazione del programma di cui all'ordinanza n. 2621 | Architetto.info

Rimodulazione del programma di cui all’ordinanza n. 2621

Rimodulazione del programma di cui all'ordinanza n. 2621 del 1 luglio 1997 e successive rimodulazioni, concernente interventi per fronteggiare situazioni di emergenza e risanamento del suolo connessi a dissesti idrogeologici e salvaguardia delle coste in alcune regioni dell'obiettivo 1.

DECRETO 30 novembre 1999
Rimodulazione del programma di cui
all’ordinanza n. 2621 del 1
luglio 1997 e successive
rimodulazioni, concernente interventi per
fronteggiare situazioni
di emergenza e risanamento del suolo
connessi a dissesti
idrogeologici e salvaguardia delle coste in
alcune regioni
dell’obiettivo 1.
IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO ALL’INTERNO
delegato per
il coordinamento della protezione civile Visto l’art.
5 della legge
24 febbraio 1992, n. 225;
Visto il decreto del Presidente del
Consiglio dei Ministri in data
10 novembre 1998 che delega al
Ministro dell’interno le funzioni di
coordinamento della protezione
civile di cui alla legge 24 febbraio
1992, n. 225;
Visto il decreto
del Ministro dell’interno in data 10 novembre
1998, con il quale
vengono delegate al Sottosegretario di Stato
prof. Franco Barberi
le funzioni di cui alla legge 24 febbraio
1992, n. 225, con
esclusione del potere di ordinanza di cui
all’art. 5 della
medesima legge;
Vista l’ordinanza n. 2621 del 1 luglio 1997, recante
interventi per
fronteggiare situazioni di emergenza e risanamento
del suolo
connessi a dissesti idrogeologici ed alla salvaguardia
delle coste
nelle regioni Sicilia, Calabria, Molise e successive
modificazioni
ed integrazioni di cui alle ordinanze n. 2630 del 24
luglio 1997,
n. 2637 del 12 agosto 1997 e n. 2878 del 20 ottobre
1998;
Visto che, ai sensi di quanto previsto all’art. 1, comma 2
dell’ordinanza
n. 2878/1998, il Sottosegretario di Stato delegato al
coordinamento della protezione civile provvede, con proprio
provvedimento, alla rimodulazione del programma di cui
all’art. 1, comma 2 dell’ordinanza n. 2621/1997 ridefinendo
l’importo di ciascun intervento, tenuto conto dei progetti gia’
approvati, individuando i soggetti attuatori degli interventi
stessi sulla base delle esigenze evidenziatesi in corso di
attuazione del programma e della
nuova ripartizione delle
risorse;
Visto che nel programma degli interventi di cui
all’ordinanza n.
2621/1997, rimodulato con il decreto 2 agosto 1999,
integrato dal
decreto 13 agosto 1999, rientra anche l’intervento di
completamento
del consolidamento del costone dell’Armo nel comune
di Lauria
(Potenza), per il quale e’ previsto un finanziamento
complessivo di
lire 5.000 milioni;
Visto il parere formulato dal
comitato tecnico amministrativo, di
cui all’art. 3 dell’ordinanza n.
2621/1997, con voto n. 123 nella
seduta del 22 ottobre 1999 sul
progetto esecutivo presentato dal
comune di Lauria, approvato per
l’importo complessivo di lire
12.800 milioni;
Considerato che
inoltre il secondo stralcio del piano di cui all’ordinanza n.
2847/1998 comprende un intervento sul costone dell’Armo nell’abitato
di Lauria, di cui e’ soggetto attuatore lo stesso comune, per un
importo di lire 2.000 milioni a valere sui fondi di cui alla medesima
ordinanza; Ritenuto che, per garantire la riduzione uniforme del
rischio in tutte le parti
dell’abitato sottostante al costone
roccioso, notevolmente esposto, come verificatosi in occasione
dell’evento sismico del 9 settembre 1998, e’ opportuno realizzare
l’intero intervento in luogo dello stralcio prospettato dal comitato
tecnico amministrativo limitato al finanziamento disponibile, e che
quindi vanno assicurati tutti i fondi nazionali e comunitari
necessari ad eseguire l’intero intervento;
Decreta:

Art. 1
A modifica di quanto previsto nel programma
di cui all’ordinanza n.
2621 del 1 luglio 1997, come rimodulato
dal decreto 2 agosto
1999, integrato dal decreto 13
agosto 1999, il
finanziamento per l’intervento di
sistemazione del costone
dell’Armo nel comune di Lauria
(Potenza), e’ cosi’
definito:

===================================================================
==
Fondi
D.P.C. Altri fondi Contributo UE Fondi altre Totale fondi
L.
120/87 D.P.C. (Q.C.S.) amministrazioni

(milioni
(milioni (milioni (milioni (milioni
di lire) di
lire) di lire) di lire) di
lire)

___________________________________________________________________

0 6.400 6.400 0 12.800

Art. 2.
Al maggiore onere conseguente
alla rimodulazione di cui al
precedente articolo, pari a lire
3.900 milioni per la parte
relativa ai fondi del Dipartimento
della protezione civile, si fa
fronte quanto a lire 2.000
milioni con le somme previste nel
programma citato in premessa di
cui all’ordinanza n. 2847/1998 e
quanto a lire 1.900 milioni
a valere sulle disponibilita’
dell’unita’ previsionale di base n.
6.2.1.2, capitolo 7615, del
centro di responsabilita’ n. 6 della
Presidenza del Consiglio dei
Ministri per l’anno 1999, mentre per
la parte del contributo
comunitario pari a ulteriori lire 3.900
milioni si fa fronte con le
disponibilita’ derivanti dai ribassi
d’asta sull’intero programma
per la parte finanziata attraverso il
contributo comunitario.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.

Roma, 30 novembre
1999
Il Sottosegretario di Stato: Barberi

Rimodulazione del programma di cui all’ordinanza n. 2621

Architetto.info