Ripartizione di lire 7 miliardi per il 2000 | Architetto.info

Ripartizione di lire 7 miliardi per il 2000

Ripartizione di lire 7 miliardi per il 2000 tra le regioni del centro-nord per la costituzione dei nuclei di valutazione e verifica. (Art. 1, comma 7, legge n. 144/1999). (Deliberazione n. 93/2000).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Vista la legge 27 febbraio 1967, n. 48 ed in particolare l’art. 16,
concernente l’istituzione del C.I.P.E., Comitato interministeriale
per la programmazione economica, nonche’ le successive disposizioni
legislative relative alla composizione dello stesso Comitato;
Vista la legge 14 gennaio 1994, n. 20 ed in particolare l’art. 3,
recante norme in materia di controllo della Corte dei conti;
Vista la legge 15 marzo 1997, n. 59 recante delega al Governo per
il conferimento di funzioni e compiti amministrativi alle regioni
ed enti locali;
Visto il decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, emanato in
attuazione della predetta legge delega n. 59/1997;
Visto l’art. 1, comma 7, della legge 17 maggio 1999, n. 144 che
prevede l’istituzione di un Fondo, da ripartire sulla base di
apposita deliberazione di questo Comitato, sentita la Conferenza
permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province
autonome, finalizzato alla costituzione di nuclei di valutazione e
verifica degli investimenti pubblici presso le amministrazioni
centrali e regionali, ivi compreso il ruolo di coordinamento svolto
dal C.I.P.E., la cui dotazione finanziaria per l’anno 2000 e’ di
lire 10 miliardi (euro 5.164.569);
Vista la propria delibera n. 179 del 5 novembre 1999, con la quale
questo comitato, nel ripartire tra le regioni meridionali le
risorse stanziate per il 1999, prevede altresi’, al punto 3, che in
sede di ripartizione per l’anno 2000, saranno valutate
prioritariamente le esigenze finanziarie delle regioni e province
autonome del centro-nord e delle amministrazioni centrali, connesse
all’attivazione dei predetti nuclei;
Vista la richiesta avanzata dalle regioni e province autonome del
centro-nord, di cui alla nota della regione Lombardia n.
A1.2000.0027869 del 3 luglio 2000, esaminata favorevolmente
dall’apposito comitato tecnico paritetico istituito dalla
conferenzaza Stato-regioni nella riunione del 21 ottobre 1999;
Ritenuto, in accoglimento della predetta richiesta ed a fronte
della disponibilita’ per l’anno 2000 di lire 10 miliardi (euro
5.164.569), di ripartire al momento una quota di lire 7 miliardi
(euro 3.615.198) a favore delle regioni e province autonome del
centro-nord, accantonando la residua disponibilita’ di 3 miliardi
(euro 1.549.371) che sara’ ripartita con successiva delibera,
assicurando priorita’ alle esigenze delle amministrazioni centrali
ed a quelle di coordinamento del C.I.P.E.;
Acquisito, su tale ripartizione, il parere favorevole della
Conferenza Stato-regioni nella seduta del 3 agosto 2000;
Su proposta del Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica;
Delibera:
1. A valere sull’autorizzazione di spesa di lire 10 miliardi (euro
5.164.569) per l’anno 2000, prevista dall’art. 1, comma 7, della
legge 17 maggio 1999, n. 144, viene ripartito tra le regioni del
centro-nord e le province autonome l’importo di lire 7 miliardi
(euro 3.615.198) quale contributo per l’avvio dei nuclei indicati
in premessa.
La ripartizione del citato importo di lire 7 miliardi (euro
3.615.198) prevede l’assegnazione, a ciascuna regione e provincia
autonoma, di una quota fissa di lire 300 milioni per le esigenze
minime di costituzione dei predetti nuclei, per un totale di lire
3,9 miliardi (euro 2.014.182) e di una ulteriore quota variabile
per complessive lire 3,1 miliardi (euro 1.601.016), ripartita in
ragione della popolazione residente quale risulta dall’ultima
rilevazione al 31 dicembre 1998.
Tale ripartizione e’ articolata come segue:
Tabella a pag. 59
2. La residua disponibilita’ di lire 3 miliardi (euro 1.549.371)
per il corrente esercizio, sara’ finalizzata a soddisfare le
esigenze minime delle amministrazioni centrali per l’avvio dei
nuclei indicati in premessa, tenendo altresi’ conto del ruolo di
coordinamento svolto in materia dal CIPE, ai sensi dell’art. 1
della citata legge n. 144/1999.
Roma, 4 agosto 2000
Il Presidente delegato: Visco
Registrato alla Corte dei conti il 3 ottobre 2000
Registro n. 4 Tesoro, bilancio e programmazione economica, foglio
n. 170

Ripartizione di lire 7 miliardi per il 2000

Architetto.info