Termini di presentazione delle domande di agevolazione di cui al decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, validi per il bando del 2000 | Architetto.info

Termini di presentazione delle domande di agevolazione di cui al decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, validi per il bando del 2000

Termini di presentazione delle domande di agevolazione di cui al decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, validi per il bando del 2000 per il settore industria relativo ai grandi progetti delle regioni Abruzzo e Molise e differimento del termine finale di presentazione delle domande relative ai grandi progetti delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia

IL MINISTRO DELL’INDUSTRIA
DEL COMMERCIO E DELL’ARTIGIANATO
Visto il decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con
modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, in materia di
disciplina organica dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno;
Visto l’art. 5, comma 1 del decreto legislativo 3 aprile 1993, n.
96, che attribuisce al Ministero dell’industria, del commercio e
dell’artigianato la competenza in materia di adempimenti tecnici,
amministrativi e di controllo per la concessione delle agevolazioni
alle attività produttive;
Visto il decreto ministeriale 20 ottobre 1995, n. 527, concernente
le modalità e le procedure per la concessione ed erogazione delle
agevolazioni in favore delle attività produttive nelle aree
depresse del Paese di cui alla citata legge n. 488/1992, come
modificato e integrato, da ultimo, dal decreto ministeriale 9 marzo
2000, n. 133;
Visto, in particolare, l’art. 5, comma 1, del decreto ministeriale
n. 527/1995 e successive modifiche e integrazioni, che rimanda a un
decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato la fissazione dei termini di presentazione delle
domande di agevolazione;
Visto l’art. 27, comma 16, della legge 22 dicembre 1999, n. 488,
che, nell’individuare le “aree depresse”, ha specificato che il
richiamo contenuto in disposizioni di legge e di regolamento ai
territori dell’obiettivo 1 deve intendersi riferito anche alle
regioni Abruzzo e Molise;
Considerato che il C.I.P.E., nell’individuare i criteri e le misure
di riparto delle risorse nazionali tra le regioni dell’obiettivo 1,
include di conseguenza anche le regioni Abruzzo e Molise;
Visto il proprio decreto del 14 luglio 2000 con il quale sono stati
fissati, dal 24 luglio al 30 settembre 2000, i termini di
presentazione delle domande del bando relativo al settore
“industria” per l’anno 2000 delle regioni dell’obiettivo 1 ad
eccezione, però, di Abruzzo e Molise, non essendo state allora
ancora compiutamente approvate in sede comunitaria le aree depresse
del centro-nord e, tra queste, quelle ricadenti in tali ultime
regioni;
Visto il proprio decreto del 7 giugno 2000 con il quale, in sede di
piano programmatico di assegnazione delle risorse finanziarie alle
regioni dell’obiettivo 1, sono state pertanto accantonate quelle
relative ad Abruzzo e Molise;
Visto il proprio decreto del 15 settembre 2000 che differisce al 31
ottobre 2000 il suddetto termine finale di presentazione delle
domande;
Considerato che la Commissione dell’Unione europea ha definito in
data 27 luglio 2000 e 20 settembre 2000 le dette aree depresse del
centro-nord, ivi comprese quelle delle regioni Abruzzo e Molise, e
le relative misure massime di aiuto applicabili, senza, tuttavia,
averne ancora fatto oggetto di comunicazione ufficiale allo Stato
italiano;
Ritenuto necessario, nelle more della suddetta comunicazione
ufficiale delle aree depresse del centro-nord, ricondurre ad
un’unica scadenza il termine finale di presentazione delle domande
relative ai “grandi progetti” dell’obiettivo 1 al fine di procedere
alla formazione di un’unica graduatoria anche con le domande delle
citate regioni Abruzzo e Molise;
Decreta:
Articolo unico
1. Con riferimento alle domande relative ai “grandi progetti” delle
regioni Abruzzo e Molise, i termini di presentazione delle domande
riferite al settore “industria” (attività estrattive,
manifatturiere, di produzione e distribuzione di energia elettrica,
vapore e acqua calda, delle costruzioni e di servizi reali), per
l’accesso alle agevolazioni di cui al decreto-legge 22 ottobre
1992, n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19
dicembre 1992, n. 488, sono fissati a partire dal giorno di
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana,
da parte del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato, dell’elenco delle aree depresse relative alle
suddette regioni e fino al trentesimo giorno successivo.
2. Lo schema della domanda per la richiesta delle agevolazioni e le
istruzioni relative sono quelli individuati con circolare
ministeriale n. 900315 del 14 luglio 2000, pubblicata nel
supplemento ordinario n. 122 della Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana n. 135 del 28 luglio 2000, disponibile anche
nel sito Internet del Ministero dell’industria, del commercio e
dell’artigianato all’indirizzo www.minindustria.it
3. I termini di presentazione delle domande relative ai “grandi
progetti” delle restanti aree del centro-nord, nonché di quelle
relative ai programmi diversi dai “grandi progetti” delle medesime
aree e delle regioni Abruzzo e Molise, saranno fissati
contestualmente alla pubblicazione dell’elenco di cui al comma 1.
4. Il termine finale di presentazione delle domande di agevolazione
di cui alla predetta legge n. 488/1992 delle regioni Basilicata,
Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia per il bando
relativo al settore “industria”, già fissato al 31 ottobre 2000 con
decreto ministeriale del 15 settembre 2000, è ulteriormente
differito, con riferimento ai soli “grandi progetti”, al medesimo
termine finale di cui al comma 1, al fine di ricondurre ad un’unica
scadenza i termini validi per i “grandi progetti” di tutte le aree
depresse dell’obiettivo 1 e di procedere alla formazione di
un’unica graduatoria.Il presente decreto sarà pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Termini di presentazione delle domande di agevolazione di cui al decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, validi per il bando del 2000

Architetto.info