UE Comunicazione Commissione 27 luglio 2016, n. 2016/C273/01/UE (valutazione impatto ambientale) | Architetto.info

UE Comunicazione Commissione 27 luglio 2016, n. 2016/C273/01/UE (valutazione impatto ambientale)

Documento di orientamento della Commissione sulla razionalizzazione delle valutazioni ambientali effettuate a norma dell’articolo 2, paragrafo 3, della direttiva concernente la valutazione dell’impatto ambientale (G.U.U.E. 27 luglio 2016, n. C 273)

(Omissis)

1.Introduzione
La direttiva sulla valutazione dell’impatto ambientale (VIA) (1), quale modificata, è intesa a migliorare la protezione dell’ambiente integrando considerazioni di natura ambientale nel processo decisionale relativo all’approvazione di progetti pubblici e privati che richiedono la valutazione del possibile impatto sull’ambiente.
La procedura di valutazione dell’impatto ambientale (VIA) migliora altresì la sicurezza delle operazioni economiche a beneficio degli investimenti pubblici e privati, in linea con i principi di migliore regolamentazione. In alcuni casi il diritto dell’UE può richiedere la realizzazione di diverse valutazioni ambientali per un singolo progetto. Ciascuna valutazione è finalizzata a massimizzare una specifica forma di protezione ambientale. Tuttavia, la presenza di molteplici requisiti normativi e valutazioni parallele per un unico progetto può comportare ritardi, discrepanze e incertezza amministrativa a livello applicativo. I costi amministrativi e di attuazione possono lievitare e possono emergere discrepanze fra le valutazioni e le consultazioni connesse con un determinato progetto.
La presente comunicazione fornisce orientamenti sulla semplificazione della procedura VIA, rivolgendo una particolare attenzione ad alcune fasi di quest’ultima e individuando modalità per semplificare le diverse valutazioni ambientali nell’ambito di procedure comuni e/o coordinate (cfr. il capitolo 4). Essa non è vincolante e non incide sull’eventuale obbligo degli Stati membri di scegliere fra la procedura coordinata e la procedura comune o una loro combinazione. Infine, occorre osservare che la Corte di giustizia dell’Unione europea costituisce la sola fonte di interpretazione definitiva del diritto dell’UE.

(Omissis)

(Scaricare l’allegato)

Documento allegato

A questa pagina é allegato un file.

Scarica l file allegato
UE Comunicazione Commissione 27 luglio 2016, n. 2016/C273/01/UE (valutazione impatto ambientale)

Architetto.info